Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 484126442 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4472 letture

Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017
di m-nicotra
2077 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1500 letture

Concorso Ds 2017.Verso l’impugnazione della graduatoria. Il Tar sospende i giudizi,in attesa del Cds
di m-nicotra
1456 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
1023 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Autonomia differenziata, la partita è aperta
·Al Governo si gioca a spaccare la scuola ed il paese
·Concorso presidi annulllato, Bussetti si dimetta
·Educazione Civica dibattito al senato il 13 giugno
·Scuola intitolata ad Agnelli? No, Grazie


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Sicurezza: Le Gite e le vite spezzate

Redazione
La recente morte di un altro studente in gita scolastica riapre una pagina triste della scuola italiana.
E' legittimo lo sfogo dei genitori, come pure la preoccupazione dei docenti che non possono stare svegli tutta la notte e nelle camere dei ragazzi.
Resta pur sempre un ragazzo che muore, un nostro alunno che si perde ed il compito del vero educatore è quello di "non perdere nessuno di quelli che sono stati affidati". Non solo con la tragica fine, ma anche con il disinteresse e la disattenzione che sfociano nella dispersione e nell'abbandono scolastico, porta aperta all'autostrada del male, droga, violenza, criminalità.
I ragazzi sono nostri, ci appartengono e per tutti si riserva una speciale attenzione.
Nei momenti e nelle occasioni formative, fuori dagli spazi tradizionalmente scolastici, (aule e classi) la vigilanza del docente assume una dimensione di responsabilità che , purtroppo, la legge non garantisce e non premia.
Quanti sacrifici, quante rinunce, e tutto il miglior bene dei nostri ragazzi.
Ora sentirsi accusati d'incompetenza è grave e fa tanto male.

Il consiglio proposto dal Direttore Generale del MIUR Sicilia, Maria Luisa Altomonte, come riportato da Ceripnews  appare positivo, nel considerare il viaggio d'istruzione un premio ed un incentivo di ampliamento dell'offerta formativa al di fuori dall'aula, felice opportunità di studiare i contenuti scolastici dal vivo, visitando un museo, un laboratorio industriale, un monumento artistico.
La scuola che esce, che apre le finestre sul mondo, che si fa occasione d'incontro, di scambio, di gemellaggi costituisce una vera occasione di esperienza e di rapporto. Conoscere una città nuova, visitarne i musei e i monumenti, assaporarne la vita per le strade insieme ai compagni fa parte di quel lavoro personale di coltivazione della propria cultura che può fare da iniziatore e promotore della volontà di stare bene con se stessi e con gli altri.
E' questo un "imparare vedendo" che aiuta a meglio comprendere la realtà e a conoscere usi, costumi, lingue e tradizioni diverse da quelle con le quasi si è in costante contatto.

Le sentenze categoriche: "bisogna abolirle perché inutili e si rischia troppo" come ha dichiarato il presidente dell'ANP, Giorgio Rembado, suonano di condanna e privano gli studenti di positive opportunità formative che da privati non possono beneficiare.
Come non ricordare l'emozione dei ragazzi che per la  prima volta salgono sull'aereo, (battesimo di volo) che per la prima volta vedono il Papa da vicino, che visitano il Quirinale, Montecitorio, Palazzo Madama. Sono emozioni indescrivibili che meritano di essere valorizzate e non mortificate con il freddo e secco diniego: "Non si fanno gite".
Questo non è un elemento distintivo della scuola di qualità.
Occorrono certamente maggiori precauzioni e opportune responsabilizzazione da parte degli studenti, con la collaborazione delle famiglie.

Il considerarle gite (viaggi d'istruzione) un premio e quindi correlate all'impegno nello studio e allo sviluppo della carriera scolastica è certamente un elemento di positività.
Formare un gruppo di studenti motivati e scelti per l'impegno e la serierà costituisce un presupposto positivo di successo dell'esperienza scolastica, fortemente motivata, adeguatamente preparata e quindi svolta con serenità e impegno costante, con un programma articolato e ben strutturato.
L'esperienza vissuta con il gruppo dei "Diplomatici" ragazzi che partecipano attivamente ad un'assemblea all'ONU, conferma la diligente preparazione di studio di una Nazione e la pratica linguistica del linguaggio tecnico da adoperare per la mozione da presentare in assemblea plenaria. Questa sì che è scuola ed è anche una bella gita a New York.

Spesso capita che la scelta della meta è dettata da motivazioni di convenienza economica in relazione ai costi e alle possibilità di divertimenti per i ragazzi. Si scelgono le mete che le agenzie propongono come più convenienti per i maggiori utili e benefici di cui, a volte, ne ricavano dei vantaggi anche i docenti e forse anche la presidenza.
Tutto ciò non è scuola e non è da sostenere.
Alcune agenzie di viaggi di scuole europee inseriscono nel pacchetto anche la visita ginecologica e la disintossicazione da droghe. Povera scuola! Dov'è l'educazione? E' questo il progresso e il segno della civiltà multiculturale e cosmopolita?

Nell'ottica del miglioramento, e non della soppressione, dei viaggi d'istruzione, Tuttoscuola ha formulato alcune proposte che potrebbero contribuire ad affrontare la questione sia negli aspetti: pedagogici-didattici, sia in quelli organizzativi e della sicurezza.
Sul versante pedagogico-didattico non mancano le buone pratiche, che andrebbero generalizzate:
  1. Adeguata motivazione del viaggio proposto, da sottoporre anche al Consiglio d'istituto.
  2. Precisa programmazione dei risultati attesi dal punto di vista didattico sia durante sia dopo lo svolgimento del viaggio.
  3. Coinvolgimento nella fase della programmazione e scelta dei percorsi tematici dei docenti del Consiglio di classe.
Sul versante organizzativo, che è quello più messo in discussione dai sostenitori della soppressione dei viaggi, si dovrebbe provvedere:
  • Ripristino di un adeguato compenso per i docenti accompagnatori Non è, infatti, adeguata la somma prevista dall'attuale CCL che prevede eventuale assegnazione di 12 euro l'ora, quale "ora aggiuntiva non d'insegnamento";
  • Partecipazione di genitori (due o più) al viaggio, a supporto del compito di vigilanza dei docenti;
  • Organizzazione di forme di sorveglianza notturna;
  • Istituzione di un registro, con relativi standard di sicurezza e controlli, delle imprese di autotrasporto abilitate a compiere viaggi d'istruzione;
  • Accordi con le associazioni degli albergatori per garantire la sicurezza delle strutture che ospitano studenti in viaggio d'istruzione;
  • Adeguate coperture assicurative.
  • Certamente eventuali incidenti possono sempre accadere, ma con misure come quelle indicate, i rischi saranno certamente contenuti.
Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it








Postato il Mercoledì, 21 ottobre 2015 ore 03:00:00 CEST di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi