Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 478048610 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2019

Gli studenti dell’IIS De Nicola di San Giovanni La Punta sulla 'via' del pane
di m-nicotra
2088 letture

La SIBEG di Catania apre le porte agli alunni del corso Serale dell’I.I.S. De Nicola di San Giovanni La Punta
di m-nicotra
1994 letture

L’editoria come strumento per valorizzare e diffondere il patrimonio culturale: Metti una redazione a scuola!
di m-nicotra
1477 letture

'Njura Cirasa. Canti e Storie di Siciliani alla Grande Guerra' di Carlo Muratori ad Acireale
di m-nicotra
1458 letture

A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
di m-nicotra
1421 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sergio Garofalo
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Provinciale
Ufficio Scolastico Provinciale

·Due giornate su Educazione alla Legalità a Caltanissetta
·Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A. - Anno scolastico 2018/2019
·Personale docente scuola Secondaria di II grado - Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti comuni nella scuola secondaria di I grado
·Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti di sostegno dei docenti non in possesso di titolo specifico. Assegnazioni sedi. Errata corrige Scuola Primaria
·Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti comuni per le classi di concorso indicate nel dispositivo. Assegnazioni sedi Secondaria di II grado


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: L’elogio della solitudine

Redazione
Essere soli è una condizione o una necessità? Un desiderio o una condanna? Un piacere o una sciagura? Un dono o una sventura?
Non voglio fare l'apologia della solitudine, dell'anacoretismo, del romitaggio. Solo i santi e i matti sono anacoreti o eremiti. E noi, invece, siamo solo uomini, giusti, sbagliati, arrabbiati, ma profondamente uomini. Ma anche gli uomini, a volte, possono essere soli, restare soli, vivere soli. E nella solitudine si imparano tante cose, forse, troppe...
La solitudine, come il silenzio, è, soprattutto, un dono, che pochi sanno apprezzare. Forse perché non viene capita, accettata, compresa, fino in fondo. O, forse, perché non può essere comprata. "I ricchi comprano il rumore, i virtuosi il silenzio". Ma il silenzio è capriccioso, si rivela solo a chi lo sa cercare, a chi lo sa "ascoltare", ed ha la capacità di dire tutto o niente. E l'animo umano si cheta nel silenzio della natura.
Forse perché solo la solitudine ha la capacità di liberare energie, desideri, passioni, affetti, nascosti in fondo al cuore, offuscati dai pensieri, sedimentati tre metri sotto i nostri passi.
«La solitudine non se la possono permettere i vecchi, non se la possono permettere i malati. Non se la può permettere il politico. Un politico solitario è fottuto, di solito. Quando si può rimanere soli con se stessi, si può essere maggiormente in contatto con le circostanze. Si riesce a pensare meglio ai propri problemi, e si riesce a trovare anche delle migliori soluzioni, ... e si possono trovare soluzioni anche per gli altri. Mi sono reso conto che un uomo solo non mi ha mai fatto paura, mentre l'uomo organizzato mi ha fatto sempre molta paura». Dice il grande Fabrizio De Andrè... E c'è da credergli!
Io ricordo d'aver letto, da qualche parte, una piccola favola per ragazzi...
«C'era una volta... un bambino che aveva tanta paura di stare solo. Prima di tutto perché da solo si annoiava, e poi ogni rumore lo metteva in agitazione e cominciava vedere dappertutto fantasmi, orchi, assassini...
Un giorno in cui era rimasto solo in casa, mentre i suoi erano fuori per lavoro, andò in soggiorno e vide, appeso ad una parete, un bel ritratto di donna. Era un dipinto molto bello, si vedeva una signora in abito lungo di seta bianco e sullo sfondo un bosco di aranci in fiore. Ad un tratto... la signora dipinta si mosse e, con passo leggero, uscì dal quadro. "Sono venuta a conoscerti - disse la signora vestita di bianco - perché mi dispiace che tu abbia paura di me". "Chi sei?", le chiesi. "Sono la solitudine!". "La solitudine? Non ci credo, sei troppo bella. La solitudine deve essere un mostro perché io quando sono solo sto male e ho paura". "Paura di che cosa?", replico lei. "Paura di... non so, di tutto quello che può succedere... di quello che non so...". "E con gli altri?", mi disse. "Con gli altri non succede perché li conosco!". "Ma quando sei solo sei con te stesso; e te stesso non ti conosci, non ti fai compagnia? Forse ancora no, ma quando mi conoscerai meglio non avrai più niente più paura di me, vedrai". Ci fu un momento di silenzio, poi la signora continuò con un largo sorriso, "Ci sono un mucchio di cose che puoi fare solo con me e sono cose belle...". "Quali per esempio?". "Per esempio, inventare una storia, scrivere una poesia, leggere un libro, fare un disegno, ascoltare la musica, immaginare, pensare, ricordare, prendere una decisione, lasciare liberi tutti i pensieri... Quante cose puoi fare, se hai tempo!". "Adesso - disse la signora Solitudine - è tempo che io me ne vada". "No, ti prego, resta con me!". Ma la solitudine, sorridendo, rispose, "Esistono anche gli altri: la famiglia, gli amici, i parenti, la gente che incontri, e sono tutti importanti per la tua vita. Così ora io me ne vado, ma ricordati che ogni volta che avrai bisogno di me, io ci sarò". E salutandolo, lungamente, ritornò nel suo bel quadro, lassù, a Brescia...».

Angelo Battiato (inviato speciale a Brescia)
angelo.battiato@istruzione.it








Postato il Mercoledì, 04 giugno 2014 ore 08:00:00 CEST di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi