Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 478047767 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2019

Gli studenti dell’IIS De Nicola di San Giovanni La Punta sulla 'via' del pane
di m-nicotra
2087 letture

La SIBEG di Catania apre le porte agli alunni del corso Serale dell’I.I.S. De Nicola di San Giovanni La Punta
di m-nicotra
1993 letture

L’editoria come strumento per valorizzare e diffondere il patrimonio culturale: Metti una redazione a scuola!
di m-nicotra
1476 letture

'Njura Cirasa. Canti e Storie di Siciliani alla Grande Guerra' di Carlo Muratori ad Acireale
di m-nicotra
1457 letture

A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
di m-nicotra
1420 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sergio Garofalo
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Provinciale
Ufficio Scolastico Provinciale

·Due giornate su Educazione alla Legalità a Caltanissetta
·Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A. - Anno scolastico 2018/2019
·Personale docente scuola Secondaria di II grado - Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti comuni nella scuola secondaria di I grado
·Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti di sostegno dei docenti non in possesso di titolo specifico. Assegnazioni sedi. Errata corrige Scuola Primaria
·Assegnazioni provvisorie interprovinciali su posti comuni per le classi di concorso indicate nel dispositivo. Assegnazioni sedi Secondaria di II grado


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: ‘U zu Carmine e Ciccineddu in contrada Lastra

Redazione
‘U zu Carmine volle "dedicare" un paio di giorni al suo vigneto in contrada "Lastra".
Con il suo fedele amico, il giovane asino Ciccineddu, trasportò nell’appezzamento di terra due fascine di aste di legno ben appuntite. Ogni asta serviva per essere conficcata nel terreno, accanto alle viti, come sostegno, farle sviluppare ben dritte verso l’alto e nello stesso tempo rinforzarle contro le intemperie della natura.
Le aste erano state preparate per tempo do’ zu Carmine, con la legna raccolta nel bosco vicino al paese, aveva scelto dei rami dritti e poi con l’ascia, l’accetta, li aveva intagliati da una parte, con la punta ben appuntita, e, dall’altro capo, a forma tonda per poterli conficcare, con l’aiuto di un martello, nel terreno.
Quella mattina ‘u zu Carmine si alzò di buon ora e, dopo aver fatto colazione, scese nella stalla, accarezzò la testa di Ciccineddu, gli diede la solita zolletta di zucchero, gli mise il serraglio e lo condusse alla biviratura della gebbia. Ritornato a casa, gli mise il basto, ‘u varduni, le sacche, ‘i vèttuli, con il mangiare e le brocche, ‘i bùmmuli, per l’acqua da bere. Poi caricò le fascine di aste, ‘i palocchi, e si avviò verso la contrada della Lastra, costeggiando il paesino nebroideo.

Arrivato alla Lastra, ‘u zu Carmine, scaricò, spaiò, Ciccineddu di tutti i suoi pesi, gli tolse il serraglio e lo condusse alla vicina biviratura che costeggiava la trazzera che conduceva alle Ciappe, riempì d’acqua le brocche, ‘i bummuli, e rientrò nel vicino appezzamento di terra. Poi ‘u zu Carmine, armato di martello, si accinse a mettere le aste, ‘i palocchi, per ogni vite, mentre Ciccineddu brucava tranquillamente nel terreno circostante.
Iniziò così "l’impaloccatura" da’ vigna, facendo in modo che la parte appuntita penetrasse in profondità nel terreno, alla giusta altezza e distanza una dall’altra, in modo tale da legare, per ogni asta, una striscia di cordicella, ‘u spagu, per racchiudere sia la pianticella di vite che l’asta di legno, così da assicurare la crescita diritta e l’opportuno sostegno in caso di forte vento.

A mezzogiorno ‘u zu Carmine si concesse una breve sosta senza però fare ritorno a casa, avendo portato con sé il pasto da consumare sul luogo, per poi continuare il lavoro d’impaloccatura del pergolato e di altri giovani alberi di fico e di pero. Il lavoro, in contrada Lastra, durò un paio di giorni. Intanto Ciccineddu, mentre brucava, volgeva lo sguardo verso il suo padrone che quasi "sentiva" l’approvazione dell’asino, per il lavoro che svolgeva.
Le aste di legno, ‘i palocchi, che apparentemente erano solo dei rami "aguzzi" ben tagliati, ma insignificanti, dopo il lavoro del contadino, iniziavano a svolgere un ruolo importante per la crescita del pergolato e delle altre piante. Il sostegno delle aste, a supporto delle piante, era alquanto indispensabile, e ‘u zu Carmine ne era consapevole e molto soddisfatto.

Dopo aver completato il lavoro, i due amici, si concessero un meritato fine settimana di riposo e di assoluta tranquillità, intervallato solamente da passeggiate mattutine e serali, per continuare a stare insieme approfittando dall’esigenza di Ciccineddu di andare alla biviratura per dissetarsi.
Mentre accompagnava Ciccineddu alla gebbia, ‘u zu Carmine pensava all’intenso lavoro svolto alla Lastra e gli venne di considerare che analogamente occorreva lavorare anche per i suoi giovani concittadini bisognosi, per la loro crescita, di validi "sostegni" d’uomini virtuosi e di "buona testimonianza".

Ma oltre al paesino nebroideo, il "sostegno" sarebbe stato necessario per i cittadini di tutta la Sicilia e dell’Italia intera. ‘U zu Carmine sospirò profondamente, cercò lo sguardo benevolo di Ciccineddu e, carezzandogli la testa, sentì un leggero fremito d’approvazione del suo operato… e del suo pensiero!

Giuseppe Scaravilli
giuseppescaravilli@tiscali.it








Postato il Domenica, 26 gennaio 2014 ore 07:45:00 CET di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi