Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 478342423 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2019

Sì ai controlli biometrici dei dirigenti scolastici
di m-nicotra
2702 letture

Gli studenti dell’IIS De Nicola di San Giovanni La Punta sulla 'via' del pane
di m-nicotra
2139 letture

La SIBEG di Catania apre le porte agli alunni del corso Serale dell’I.I.S. De Nicola di San Giovanni La Punta
di m-nicotra
2026 letture

L’editoria come strumento per valorizzare e diffondere il patrimonio culturale: Metti una redazione a scuola!
di m-nicotra
1597 letture

A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
di m-nicotra
1564 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sondaggi
Sondaggi

·Universita’di Catania: dirigenti d’oro con stipendi cresciuti del 50%
·A tenaglia sulla questione della illegittima reiterazione delle nomine a t.d. nelle scuole
·Sezioni Primavera - Esiti monitoraggio
·Questionario sul Valore Legale della Laurea, termine ultimo 24 aprile 2012
·Miur e Istat assieme per la diffusione della cultura statistica nelle scuole


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: In occasione della pubblicazione del memoir ''Pappagalli verdi'' nella collana Loescher “Macramè” intervista a Gino Strada

Rassegna stampa
In occasione della pubblicazione del memoir "Pappagalli verdi" nella collana Loescher “Macramè”, abbiamo intervistato il suo autore, Gino Strada, che ci ha parlato del significato di cittadinanza consapevole e di cultura di pace.

D: Le capita spesso in Italia di incontrare studenti nelle scuole? Che cosa le viene domandato?
R: Non è che succeda ormai tanto spesso, ultimamente: anche se farlo mi piace molto, purtroppo non riesco a trovare il tempo di andare in giro per le scuole come un tempo. Gli studenti non fanno tantissime domande – il che non è male, intendiamoci. Non si spingono al di là di quelle solite: «Cosa l’ha spinta a fare questo lavoro?», oppure azzardano qualche domanda un po’ più tecnica, ad esempio quando si parla di mine anti-uomo… Trovo che i ragazzi abbiano molto spesso una reazione che non è quella di far domande, ma di stare zitti, di essere in silenzio, ed è un silenzio che credo importante, perché vuol dire che dei messaggi stanno penetrando, che le persone stanno pensando, che restano sgomente, forse, di fronte al racconto della realtà della guerra.

D: E gli insegnanti? Come reagiscono alla presenza di Emergency nelle scuole?
R: Emergency fa molti interventi in realtà nelle scuole, e credo che nei diciannove anni della nostra storia siamo intervenuti, dietro richiesta, in più di diecimila scuole nel nostro Paese. Quindi vuol dire che, in generale, c’è tra gli insegnanti una certa sensibilità. E questo è un bene perché la scuola, il lavoro degli insegnanti, è molto simile a quello dei medici. Si cura il corpo e si cura la mente. Purtroppo anche la scuola vive le stesse tragedie che sta vivendo la sanità: è stata tolta dalla scuola l’educazione civica che dovrebbe essere in assoluto la materia più importante di insegnamento…Perché se non si riesce a insegnare a dei giovani, a dei ragazzi, come essere dei buoni cittadini, credo sia abbastanza irrilevante se parlano un buono o un ottimo inglese. Se la caveranno comunque nella vita, quale che sia il loro livello di inglese. Ma se la caveranno male se non sanno cosa vuol dire essere cittadini.

D: L’impegno di Emergency nelle scuole è un bell’esempio di educazione alla cosiddetta “cittadinanza attiva”. Che cos’è, per lei?
R: Io non ho molta familiarità col termine “cittadinanza attiva”, direi “cittadinanza consapevole”, informata, cosciente. A me fa paura quando i ragazzi italiani crescono senza aver mai letto la Costituzione del loro Paese, senza aver letto la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, senza conoscere il Manifesto di Russell-Einstein, senza conoscere quelle pietre miliari del pensiero che sono fondamentali se si vuole vivere in una comunità. Senza questo si rischia che la società diventi una giungla, non più una comunità.

D: Quanto è importante e come si deve esplicare la relazione tra scuola e mondo del volontariato?
R: Credo che i modi siano tanti: passaparola, non tenersi per sé messaggi, ma anche elaborare, prendere spunto dalle esperienze di volontariato per capire e approfondire una serie di problemi. So che questo lavoro di “didattica”, come possiamo chiamarlo, è stato fatto da molti insegnanti, fortunatamente, e credo che molti ragazzi ne abbiano trovato giovamento.

D: Qual è, secondo lei, l’insegnamento più grande che bisognerebbe dare ai ragazzi?
R: Quello di capire che visto che abbiamo scelto di vivere in un modo associato, il rispetto e la considerazione per l’altro sono un ingrediente insostituibile. Senza, il castello non sta in piedi. Ma se lo si ha, allora, si riesce a capire anche il significato di parole come tolleranza, solidarietà, amicizia, stare insieme. Sono tutti valori positivi, al contrario dell’essere egoisti, indifferenti, volgari, violenti...

D: Cosa deve e può fare la scuola per diffondere una cultura di pace?
R: Non ho ovviamente una risposta perché non vivo all’interno della scuola da molti, molti anni. Però si chiama non a caso “cultura di pace”: la pace ha bisogno di cultura, ha bisogno di un pensiero, ha bisogno di solidità, di studio, di ricerca. Tutte le volte che una classe con il suo insegnante si mette a lavorare su questi temi, io credo che ne escano esperienze che fanno maturare molto i ragazzi.

D: Un’ultima domanda: Quali sono le ragioni del suo successo e della sua crescita?
R: Credo stiano nell’essere sempre stata un’organizzazione che ha fatto cose in un modo professionale e trasparente, e che ha utilizzato al meglio le risorse che molti cittadini hanno messo a disposizione, perché si vive di donazione di cittadini. L’apprezzamento per la qualità del lavoro di Emergency è sicuramente una delle condizioni fondamentali che hanno favorito la crescita dell’organizzazione. L’altra (oltre al fare) credo che sia stata anche il cercare di dire le cose che si vedono, di non tacere gli orrori della guerra, di non tacere le barbarie che si incontrano ogni giorno… perché la pratica sociale di Emergency è quella che ha sviluppato in noi una serie di riflessioni, di idee, ed è quella che poi ci ha consentito anche di proporle agli altri, di cercare di farle pubbliche. Fino a qualche anno fa, fino a vent’anni fa, io non avevo mai sentito parlare della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. E allora sono dei piccoli passi culturali che qualche seme lo buttano, e poi molti di questi semi marciranno, qualcun altro invece no, metterà radici.

http://www.loescher.it/riviste/









dello stesso autore




Postato il Venerdì, 07 giugno 2013 ore 06:00:00 CEST di Rosita Ansaldi
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi