Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 478047805 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2019

Gli studenti dell’IIS De Nicola di San Giovanni La Punta sulla 'via' del pane
di m-nicotra
2087 letture

La SIBEG di Catania apre le porte agli alunni del corso Serale dell’I.I.S. De Nicola di San Giovanni La Punta
di m-nicotra
1993 letture

L’editoria come strumento per valorizzare e diffondere il patrimonio culturale: Metti una redazione a scuola!
di m-nicotra
1476 letture

'Njura Cirasa. Canti e Storie di Siciliani alla Grande Guerra' di Carlo Muratori ad Acireale
di m-nicotra
1457 letture

A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
di m-nicotra
1420 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sergio Garofalo
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

·L'Istruzione non ha la stessa 'attrattiva' della salute?
·Siamo prossimi all’eutanasia dell’autonomia scolastica: passare dal PTOF al PAS!
·Caro Premier Giuseppe Conte e caro Ministro Luigi Di Maio, cosa state per fare?
·Napoli, giorno della memoria: un roseto per ricordare
·Ministro Bussetti, i problemi della scuola sono ben altri!


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: Il nuovo appezzamento di terra

Redazione
Tutte le volte che ‘u zu Carmine passava da lì, per andare alle “Ciappe”, trovava sempre il modo per guardare i terreni che erano proprio all’uscita del paese, vicino alla “biviratura”, dove gran parte dei cittadini del paesino nebroideo andavano ad attingere l’acqua fresca “da funtana” che, secondo loro, aveva un effetto curativo.
Pure ‘u zu Carmine apprezzava quella fonte, ed assieme a lui, Ciccineddu, il suo giovane asino, provava piacere quando si dissetava in nelle “chiare e fresche acque”. Proprio sotto ‘a biviratura, sorgevano degli appezzamenti di terra ben coltivati.
‘U zu Carmine ci passava spesso, in quanto, vicino, vi era la “trazzera” che conduceva alle lontane terre delle “Ciappe” e sapeva che in mezzo a quei terreni vi era un appezzamento, pieno di spine e di rovi, che da diversi anni versava in stato di abbandono perché il proprietario, con la sua famiglia, era emigrato al Nord, per lavoro.
‘U zu Carmine guardava spesso quel terreno ed a poco a poco ci fece un pensierino per comprarlo, desideroso di poter avere un luogo tutto suo, proprio vicino casa, da usare come “ritiro”, per sé e per Ciccineddu, il suo giovane asino. Non aveva dimenticato le parole di sua madre: “Ogni principio è forte, ed ogni desiderio avrà fine”. E così avvenne che, dopo poco tempo, ‘u zu Carmine, ebbe l’occasione di contattare il proprietario del terreno e di acquistarlo, realizzando così il suo agognato progetto.
Comprato il terreno, vi si recò col suo asino e, dopo essersi dissetato con l’acqua della fontana sovrastante, si avviò verso l’appezzamento per prendere possesso ed organizzare i primi lavori, mentre Ciccineddu stava tranquillamente a “pascolare” vicino alla “biviratura”.
 ‘U zu Carmine si accorse che le erbacce e le spine erano talmente alte che coprivano e soffocavano le viti e gli alberi che vi erano rimasti. Ma si avvide anche che tra tutta quella caotica selva di “frasciame” inservibile, vi erano delle viti e degli alberi di mandorle e di frutta che potevano ancora essere recuperati.
Allora, armato di zappa e di… tanta pazienza, iniziò a diserbare, a zappare ed a rassodare il terreno circostante, per oltre una settimana. ‘U zu Carmine e Ciccineddu, si recavano al campo al mattino, poi a mezzogiorno tornavano a casa, e nel pomeriggio erano di nuovo nel loro… “posto di lavoro”.
Diserbando il terreno, ‘u zu Carmine allontanò tutte le erbacce e bruciò i rami secchi, le spine ed i rovi che aveva tolto dal terreno. Dopo la “pulitura”, insieme a Ciccineddu, contemplò il lavoro ben fatto, contento di aver liberato il suo campo. Con soddisfazione scrutò il terreno e volse il suo sguardo, per cercare approvazione, verso Ciccineddu il quale, come se avesse capito, gli si avvicinò e gli strofinò la testa sul braccio. ‘U zu Carmine, soddisfatto dal gesto, lo accarezzò!
Era molto contento per aver comprato quell’appezzamento di terra, aveva fatto, sicuramente, secondo lui, un buon affare. E ben presto quel campo, diventò, per i “due inseparabili amici”, il loro “buen retiro”! Il vecchio detto della mamma non si era sbagliato! Il principio di voler restaurare quel terreno era stato forte, ed il desiderio di possederlo e ripulirlo aveva avuto buon fine.
‘U zu Carmine, dopo quella fatica, ebbe modo di riflettere… e di apprezzare, con gioia e serenità, il lavoro compiuto, e spesso, scendeva nella stalla, dove si trovava Ciccineddu, per dargli un nutrito “pugno di fave”, che il suo giovane amico le divorava con soddisfazione. Tutti e due si guardavano contenti della loro “unità” e stavano lì, mentre Ciccineddu mangiava le fave, e ‘u zu Carmine spazzolava l’animale. E già pregustavano l’indomani mattina quando, entrambi, sarebbero andati ‘nta biviratura a dissetarsi e nell’amato terreno… a riposarsi!

Giuseppe Scaravilli
giuseppescaravilli@tiscali.it








Postato il Mercoledì, 01 maggio 2013 ore 07:00:00 CEST di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 8


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.27 Secondi