Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 478341305 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2019

Sì ai controlli biometrici dei dirigenti scolastici
di m-nicotra
2702 letture

Gli studenti dell’IIS De Nicola di San Giovanni La Punta sulla 'via' del pane
di m-nicotra
2139 letture

La SIBEG di Catania apre le porte agli alunni del corso Serale dell’I.I.S. De Nicola di San Giovanni La Punta
di m-nicotra
2026 letture

L’editoria come strumento per valorizzare e diffondere il patrimonio culturale: Metti una redazione a scuola!
di m-nicotra
1597 letture

A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
di m-nicotra
1563 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività
·"Autismo: transizioni e sinergie"
·Seminario di educazione alla bellezza


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: Il ritiro del padrone ed il suo asino

Redazione
Era sopraggiunta la primavera anche nel paesino dei Nebrodi, dove abitava ‘u zu Carmine con la sua famiglia. Nella stalla, a riposare, vi era il suo più grande amico, il giovane asino, Ciccineddu, che frugava dalla mangiatoia il pugno di fave che il suo padrone gli aveva lasciato e lui, riconoscente, li mangiava con tanto gusto.
La primavera era la stagione che ‘u zu Carmine e Ciccineddu preferivano.
Da poco era finito l’inverno e già incominciavano le giornate piene di sole, ma non vi era ancora il caldo “affannoso” dell’estate.
‘U zu Carmine sentiva il desiderio di avere delle giornate tutte per sé, e, naturalmente, in queste “giornate desiderate” vi era incluso Ciccineddu, il suo giovane e fedele asino.
‘U zu Carmine trovò, in modo elegante, le parole adatte per comunicare alla sua famiglia che doveva assentarsi per un paio di giorni per recarsi in campagna nella contrada delle “Ciappe”, nel territorio del Comune di Cesarò. Egli si rivolse alla moglie dicendo: “Dumani matina, ccu sceccu vaiu a cuntrullari a terra di’ Ciappi”.
Le “Ciappe” erano una zona di campagna un po’ più lontana dal paese, dove ‘u zu Carmine aveva un appezzamento di terra in cui vi erano molte piante di mandorle, pergolati di uva, piante di fico.
La caratteristica per cui la zona si chiamava “Ciappe”, era dovuta ad una piccola collina dove, dalla parte in cui defluiva il fiume, nella terra vi era “incastonata” una grossa lastra di pietra, e dove, alla base del terreno, fuoriusciva una sorgiva d’acqua così fresca e naturale che era meta di tutti i proprietari della zona ed anche di quelli che erano di passaggio.
Così l’indomani mattina, partirono dal paesino nebroideo, sia il padrone che l’asino e si avviarono verso la contrade delle “Ciappe”.
In quell’appezzamento di terra, ‘u zu Carmine aveva una casetta in cima alla collina che sovrastava il fiume, dove poteva trovare riparo per la notte, ed accanto alla casa vi era una tettoia con la mangiatoia in cui anche il suo Ciccineddu poteva trovare rifugio.
Arrivato nel terreno delle “Ciappe”, ‘u zu Carmine tolse le masserizie che erano in groppa all’asino, le depositò dentro la “casotta”, poi tolse sia il basto che il serraglio a Ciccineddu, e tutti e due, in sintonia, si recarono verso la sorgiva d’acqua dove il padrone riempì i contenitori che si era portato dietro, le “quartare”, bevvero, così, l’acqua fresca da quella fonte naturale che sgorgava dalla lastra di pietra, e che fuoriusciva da un tubo depositandosi in una “conca” naturale, dove, da tempo immemorabile, delle pietre contenevano l’acqua. Dopo essersi dissetati ritornarono verso la “casotta”, il padrone posò le “quartare” d’acqua mentre l’asino si allontanò un po’ per brucare l’erba fresca che vi era nell’appezzamento.
‘U zu Carmine si mise a controllare le piante ed il pergolato e rassettò qualche muretto pericolante, mentre Ciccineddu brucava l’erba, non molto distante. Tutti e due stavano a vista d’occhio, l’uno dall’altro.
Ma lo scopo principale della “gita” du zu Carmine era poter avere un “paio di giorni” tutti per sé, in compagnia del fedele Ciccineddu, per poter pensare, rimuginare i fatti che gli erano accaduti durante l’inverno sia in famiglia che nel paese, e le “Ciappe”, per questo uomo di campagna, erano il posto deputato per poter pensare e riposare, per scrollarsi un po’ di tensione, lì in compagnia di stesso… e del suo asino.
Quel luogo lontano dal paese, quell’acqua sorgiva e fresca che sgorgava  dalla lastra di pietra, lo scroscio e il defluire del fiume circostante, l’orizzonte da poter scrutare dalla “casotta”, gustare il leggero soffio del vento primaverile, erano le “condizioni ottimali” di vita per ‘u zu Carmine, e, ne era convinto, anche per Ciccineddu.
Lui sentiva che quel luogo, quella lastra di pietra e quell’acqua, fresca e zampillante, avevano su di lui un effetto “balsamico”, rilassante, riposante e rigenerante.
‘U zu Carmine, in quel luogo, respirava a pieni polmoni l’aria che gli “sprizzava” fin dentro le viscere: pace e tranquillità, lo aiutavano ad una “rigenerazione mentale” ed egli si sentiva in armonia con tutto il suo essere.
‘U zu Carmine, guardando Ciccineddu, osservava compiaciuto che anche l’asino “gustava” quel luogo.
Passati un po’ di giorni nel terreno delle “Ciappe”, ‘u zu Carmine decise che poteva far ritorno a casa sua, in famiglia, nel paesino dei Nebrodi, così mise il basto ed il serraglio all’asino, rassettò e chiuse la “casotta”, mise dentro le sacche dei bottiglioni dell’acqua sorgiva e si avviò verso il paese. Si sentiva “rigenerato” e leggero dentro di sé, lo stesso gli sembrava anche per l’asino e, tutti e due, complici, si dipartirono dalle “Ciappe” con il proposito di ritornarci al più presto in quanto, con le belle giornate, le occasioni per ritirarsi in quei luoghi erano a portata di mano.
Così, arrivati in paese, tutti e due rifocillati dalla quiete delle “Ciappe”, dall’aria fine del luogo, dall’acqua fresca della sorgiva, dal mangiare le verdure della zona, si sentirono pronti ad affrontare il tran tran quotidiano che vi era nel paesino, ripensando, e già pregustando,… il prossimo ritiro.

Giuseppe Scaravilli
giuseppescaravilli@tiscali.it








Postato il Domenica, 21 aprile 2013 ore 06:00:00 CEST di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 10


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi