Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 495512623 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
febbraio 2020

Lettera aperta alla Ministra Lucia Azzolina
di m-nicotra
3763 letture

'Agata, Vergine e Martire' di Pino Pesce al Teatro Sangiorgi di Catania. Una sacra rappresentazione multimediale fra medievalità e contemporaneità
di m-nicotra
1306 letture

Francesco Paratore Sindaco dei Ragazzi dell’Istituto 'Gabelli' di Misterbianco. I Commissari: lodevole iniziativa che dovrà coinvolgere tutte le scuole.
di a-oliva
1303 letture

Cara Lucia Azzolina, prima che diventassi ministro, eri d’accordo su tutto quello che ho scritto in questo articolo. Oggi lo sei ancora?
di m-nicotra
1300 letture

Io non sono così cattivo. Questo personaggio mi fa stare male. Non mi piace anche se lo interpreto. La banalità del male!
di m-nicotra
1254 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

I video della scuola
I video della scuola

·L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
·Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca
·Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
·Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
·26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Spesa pubblica: La V Commissione legislativa dell’ARS su pressione dell'ASASI sblocca i fondi di funzionamento per le scuole siciliane

Comunicati
Questa mattina, 25 luglio 2012, alle ore 11,00, si è riunita la V Commissione dell’ARS Pubblica istruzione, presieduta dall’On. Panariello, presenti il dirigente dell’assessorato dott.ssa Buttafuoco, il direttore dell’Ufficio Scolastico regionale dott.ssa Altomonte, il funzionario dell’USRS dott. Cecala, i consulenti prof. Tripodi e prof. Finocchiaro.
Ha relazionalo il consulente prof. Roberto Tripodi informando che le scuole statali della Sicilia vivono una situazione critica dovuta a molteplici fattori concomitanti

Il preside Roberto Tripodi, presidente regionale dell'ASASI
Consulente legislativo della V Commissione ARS
  • Fino ad oggi le scuole, dal 1° gennaio 2012, non hanno ricevuto alcuna risorsa economica dalla Regione per far fronte alle spese di funzionamento didattico e amministrativo. La Regione ha solo disposto che scuole inseriscano nel Programma Annuale (bilancio preventivo a.f. 2012) una somma pari al 60% del finanziamento accreditato per l’e.f. 2011. La situazione è grave in quanto il MIUR ha azzerato le giacenze nei conti correnti bancari e pertanto le scuole non possono procedere ad anticipazioni di cassa per pagare i fornitori.
  • La maggior parte delle Province e dei Comuni Siciliani non ha accreditato alle scuole risorse per la manutenzione ordinaria e per i lavori necessari all’ottenimento del nulla osta di prevenzione incendi. La situazione, che registra già numerose sanzioni da parte dei VVF nei confronti dei dirigenti scolastici, è talmente seria da mettere in dubbio, nella provincia di Palermo, la stessa riapertura delle scuole per il nuovo anno scolastico.
  • L’incertezza sul piano di razionalizzazione delle scuole siciliane, dovuta alla differente interpretazione del dimensionamento minimo, da parte della Regione e del MIUR, sta producendo una pericolosa confusione nella definizione delle future istituzioni scolastiche, e numerosi conflitti tra istituzioni e dirigenti. In particolare, le scuole sottodimensionate, non sono state accorpate alla scuola più grande viciniore, ma sono state smembrate creando problemi nella ripartizione del personale, dei beni mobili, delle risorse economiche.

La situazione sopra illustrata, ha prodotto due gravi conseguenze: la diminuzione della popolazione studentesca che in Sicilia si riduce di oltre 9.500 studenti l’anno (con conseguente perdita di posti di lavoro) e la collocazione della nostra Regione all’ultimo posto, nei rilevamenti INVALSI dei livelli di apprendimento, in matematica e italiano per l’a.s. 2011/2012 e nei tassi di abbandono e di dispersione scolastica per l’a.s. 2010/2011.
Per far fronte a questa situazione, è opportuno che per le scuole statali si definisca:

  1. Un piano di edilizia scolastica che in cinque anni porti alla dismissione di tutti i locali in affitto e all’ottenimento delle certificazioni di prevenzione incendi per le scuole di proprietà pubblica.
  2. L’accreditamento delle somme per le spese di funzionamento didattico e amministrativo, pari al 100% delle somme erogate nell’esercizio finanziario 2011, entro il 31 agosto 2012.
  3. L’aggiornamento del piano di dimensionamento delle scuole, entro il 30 ottobre 2012, sulla base di criteri trasparenti e imparziali, non mediati da interessi sindacali, finalizzati all’efficacia dell’azione amministrativa e gestionale delle istituzioni scolastiche, e non a interessi particolari.
  4. Un piano di monitoraggio e di controllo dell’azione didattica delle scuole delle Sicilia in relazione al raggiungimento dei livelli di apprendimento e del successo scolastico. Tale piano dovrà essere coordinato con l’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia e realizzato attraverso modalità di valutazione esterna di tipo integrando INVALSI e C.A.F. (Common Assessment Framework: cogliere le specifiche caratteristiche delle organizzazioni del settore pubblico; servire da strumento per gli amministratori pubblici che desiderino migliorare la performance della propria organizzazione, fungere da "ponte" di collegamento tra i vari modelli e metodologie utilizzate nel Quality Management; consentire l'introduzione di studi di benchmarking tra le organizzazioni del settore pubblico). Quindi verificare i risultati relativi al personale, i risultati relativi al cliente/cittadino, i risultati relativi all’impatto sulla società. La stessa autorizzazione dei programmi finanziati dal FSE potrebbe essere collegata al raggiungimento di elevati standard di qualità del servizio – istruzione erogato dalle scuole.
  5. Il coinvolgimento delle scuole secondarie superiori nella formazione professionale attraverso l’attribuzione di competenze concrete e autonome che utilizzino le notevoli professionalità esistenti, i laboratori in dotazione, con programmi, procedure, quadri orari e calendari in sintonia con l’inizio e la fine dell’anno  scolastico.
  6. L’obbligatorietà per gli Enti Locali di riferimento (Province e Comuni) di fornire alle scuole le risorse economiche per far fronte alla manutenzione ordinaria e agli acquisti di prodotti per pulizia.

Bisogna registrare che in Sicilia la spesa per le scuole statali erogata dalla Regione, nel 2011, rispetto al 2010, è diminuita del 20%, mentre la spesa regionale complessiva - che nel 2010 si era  attestata, in termini di impegni, a 19 miliardi 259 milioni – nel 2011 non si è ridotta, anzi vi è stato un incremento di spesa di 299 milioni di euro, stante che le uscite hanno raggiunto l’importo di 19 miliardi 558 milioni di euro con un aumento dell’1,5% circa.
Mentre gli interventi per l’edilizia scolastica sono rimasti fermi, gli importi pagati per le Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA), in parte pubbliche ed in parte convenzionate, che si occupano di anziani ultrasessantacinquenni non autosufficienti, disabili e malati di Alzhaimer nel 2011 sono costate alla Regione quasi 45 milioni euro (per le 1.001 scuole statali la spesa prevista per il 2012 è 32 milioni di euro).
Nel corso del 2011, la spesa per il personale regionale, in termini di impegni, è stata di 1 miliardo 84 milioni di euro, con un aumento di 56 milioni di euro rispetto al 2010.
Nel corso del 2011 il Fondo Pensioni Sicilia ha liquidato 325 nuove pensioni ordinarie, 176 pensioni di reversibilità e ben 497 pensioni con le agevolazioni della L. 104/1992. E’ il caso dei cosiddetti baby-pensionati che potevano ottenere la pensione con 25 anni di servizio ove accudissero un parente gravemente disabile.
Non si vuole in questa sede criticare un’attività legislativa sulla quale la Regione ha piena competenza, ma mettere a confronto diversi settori di attività facendo emergere il pericolo che la scuola pubblica possa essere sottovalutata.
Parimenti, la partecipazione azionaria della Regione concerne di fatto 54 società, di cui solo 13 hanno chiuso in attivo il bilancio, con grave impegno finanziario della Regione che continua a sottrarre risorse alle scuole statali per impegnarle in attività non propriamente istituzionali (Servizi Ausiliari Sicilia S.C.p.A., Sicilia Turismo e Cinema S.p.A. già Cinesicilia S.r.l., Lavoro-Sicilia S.p.A., Sicilia e-Ricerca S.p.A. e Sviluppo Italia Sicilia S.p.A., Italkali S.p.A., Mercati Agro-Alimentari Sicilia S.C.p.A., Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia S.C.p.A., Sicilia Patrimonio Immobiliare S.p.A., Sicilia Emergenza–Urgenza Sanitaria S.C.p.A. (il cosiddetto 118), Sicilia e-Servizi S.p.A. …)
Ne consegue che il 2011 ha registrato un saldo di € -3.777.613 nettamente peggiorativo rispetto al saldo netto da finanziare di € -494.965 del 2010 e il risparmio pubblico, per il 2011, presenta un dato di € -1.075.762 peggiore rispetto ad € 152.553 del 2010;
I residui passivi, a fine anno 2010 ammontavano ad € 5.274 milioni, mentre, a fine anno 2011, si sono attestati ad € 7.366 milioni, con un marcato aumento. Il confronto fra i dati differenziali del rendiconto, in termini di competenza, espressi in migliaia di euro, sono tutti negativi e peggiorativi rispetto al 2010.
Al fine di rendere edotte le SS. LL. sui livelli di insuccesso negli apprendimenti in Sicilia, si riportano di seguito alcune tabelle pubblicate dall’Istituto Nazionale di Valutazione il 16 luglio 2012 e riferite al monitoraggio compiuto nelle scuole statali nel mese di aprile 2012:

MISURAZIONI DEGLI APPRENDIMENTI: PUNTEGGI OTTENUTI

 

Italia

nordovest

nordest

centro

sud

sud e isole

Sicilia

II primaria

 

 

 

 

 

 

 

italiano

200

204

201

204

196

195

194

matematica

200

199

198

202

202

198

199

V primaria

 

 

 

 

 

 

 

italiano

200

202

202

203

198

194

193

matematica

200

200

201

201

202

195

195

I secondaria 1° grado

 

 

 

 

 

 

 

italiano

200

206

205

203

195

189

187

matematica

200

207

208

203

194

187

184

III secondaria 1° grado

 

 

 

 

 

 

 

italiano

183

193

196

182

173

170

168

matematica

183

194

196

181

175

167

162

II secondaria 2° grado

 

 

 

 

 

 

 

italiano

200

211

211

197

194

185

185

matematica

200

208

211

196

197

187

190

Come si può vedere, su dieci ordini di classi, la Sicilia risulta all’ultimo posto in otto classi, e nelle altre due si trova inserita all’ultimo in “sud e isole”.

Figura 5.28: Matematica I secondaria primo grado

Figura 5.30: Matematica III secondaria primo grado

E’ questa una fase cruciale per le scuole: esse oggi sono in condizione, ancora, di invertire la tendenza verso lo scadimento dei livelli di apprendimento se saranno prese le misure adeguate. In caso contrario saremmo costretti ad assistere ad una crisi irreversibile che porterà le scuole siciliane fuori da ogni parametro europeo.
Dopo la relazione, la dott.ssa Anna Buttafuoco,  pur ammettendo che la mancanza di liquidità della ragioneria ha causato ritardi e incertezze. ha assicurato che entro il 14 settembre saranno erogate alle scuole poco meno delle risorse del passato anno finanziario (32 mld invece di 40 mld). Ha condiviso l’allarme per le condizioni dell’edilizia scolastica, ma ha affermato che le competenze sono delle province e dei comuni. Per quanto riguarda il dimensionamento delle scuole ha affermato i poteri della Autonomia Regionale a decidere quali scuole debbano essere soppresse. Ha giudicato gravissimi gli esiti della rilevazione Nazionale sui livelli di apprendimento degli studenti siciliani.
Il Direttore Generale del Miur Marisa Altomonte ha precisato che, in relazione al dimensionamento, occorre procedere subito a un nuovo piano di razionalizzazione che accorpi, ad altre più grandi, le scuole con meno di 600 studenti, unendo medie ed elementari in istituti comprensivi. Questa scelta della Regione darebbe stabilità alle scuole unificandone le presidenze, l’amministrazione, gli organi collegiali.
Il presidente Panarello ha invitato l’assessore a effettuare un monitoraggio delle scuole siciliane per verificare quante dispongono del nulla osta prevenzione incendi. Ha invitato la dott.ssa Buttafuoco a studiare la possibilità di un piano straordinario di edilizia scolastica, ha chiesto che la Regione definisca in nuovo piano di dimensionamento senza eccessive consultazioni che ne diminuiscano l’efficacia.

firmato
il consulente
prof. Roberto Tripodi









Postato il Mercoledì, 25 luglio 2012 ore 17:42:10 CEST di Salvatore Indelicato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi