Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 553090378 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2022

28 anni fa la tragedia del piccolo Nicholas. Il ragazzo che salvò migliaia di vite, a Messina primo convegno internazionale “Donarte 2022”
di a-oliva
297 letture

FESTA DEI NONNI - I bambini dell’Istituto John Dewey preparano il tè per i nonni
di a-oliva
288 letture

AVVISO - Personale A.T.A. - Assistenti amministrativi aspiranti a nomina DSGA facenti funzione a.s. 2022/2023 - COPERTURA POSTI PRESSO I.S. BRUNELLESCHI DI ACIREALE E I.C. V. FUCCIO LA SPINA DI ACIREALE
di a-oliva
222 letture

Comunicare il fatto storico LA NAVE ARCAICA DI GELA Laboratorio di futuro promosso dall’UCSI
di a-oliva
215 letture

Ricercazione “Apprendere col cuore e allenare la mente”. Fidapa di Bronte nella Giornata mondiale dell’Insegnante. Lo psicologo in tutte le scuole accanto agli studenti
di a-oliva
88 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·COMUNICATO STAMPA . “Bambini no limits più forti di tutto”
·L’Educazione Civica è nata a Catania - una targa ricordo al Castello Ursino
·L’Educazione Civica è nata a Catania. Ben tornata Educazione Civica
·Vaccinazione obbligatoria over 50: hub Palermo, Catania e Messina aperti fino alle 24
·Scuola, via libera alle nuove misure per la gestione dei casi di positività. Bianchi: “Varate regole chiare per il rientro in presenza e in sicurezza”


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: A proposito di Presa diretta del 14 febbraio sulla “Scuola fallita”.

Opinioni
Guardando bene si capisce che, anche relativamente alla scuola, il Governo di destra ha una diversa visione del mondo rispetto alla sinistra, mettendo all’angolo definitivamente chi crede che in fondo siano tutti uguali. Non ci sentiamo tuttavia di dare giudizi politici, ma ciò che nel programma televisivo di Rai3, Presadiretta, è uscito, dà l’idea di ciò che questo esecutivo avrebbe della scuola.
Lasciando da parte il dramma documentato dei precari, con la valigia e i passeggini in giro per i vari provveditorati dell’Italia del nord, colpisce la netta differenza fra la scuola pubblica e quella privata della Regione Lombardia di Formigoni (Pdl) al cui modello, come si ricorderà, la ministra Gelmini ha fatto pochi giorni addietro riferimento:  occorre esportare il modello Lombardia nel resto d’Italia. In cosa consiste è stato spiegato: dare un voucher alle famiglie, senza nemmeno presentazione dell’Isee e tre volte più sostanzioso se si sceglie il privato, da spendere dove esse vogliono, un po’ come succede nella sanità. E come la sanità le scuole private non hanno tutti gli obblighi del pubblico, compresa l’accoglienza dei ragazzi diversamente abili, l’iscrizione di chiunque ne faccia richiesta e pure il reclutamento dei docenti. La cosiddetta libertà di scelta educativa si estrinseca infatti in questo, altrimenti che scelta libera sarebbe?
Intanto si scelgono i docenti che corrispondono a quel progetto culturale preteso dalla utenza di riferimento, senza graduatorie e punteggi, ma solo sulla base dello specifico indirizzo ideologico della scuola e quindi con chiamata diretta, come gli appalti dell’Aquila; e anche le iscrizioni rispondono a questa logica, sia perché si possono anche rifiutare, non avendo nessun vincolo, e sia perché un musulmano osservante mai iscriverebbe il figlio in una scuola cattolica e viceversa. Ma c’è pure una pre-selezione in riferimento al censo, per cui l’impressione che si ha è quella di implementare il privato, come si è fatto con le cliniche, e lasciare tutto il resto al pubblico, al quale però non vengono dati finanziamenti né sostegno, come si è visto nella trasmissione (il Nautico e l’Agrario di Messina) e come si legge ogni giorno sui giornali. L’eccellenza è garantita a chi può permetterselo e la sufficienza, ma anche la mediocrità, alla istruzione  pubblica dove si raccoglierebbe la massa e dove le spese di gestione devono tuttavia prevedere una offerta formativa egualitaria, diversificata, puntuale ma generalizzata e senza soldi.
Una concorrenza sleale, è stato detto a Presa diretta, ma che viene regolarmente accettata perché “privato è bello” e perché la classe dirigente si incominci a selezionare già dalla scuola, deprimendo la pari opportunità e le uguaglianze sociali che invece sono garantite dalla Costituzione. La evidente sorpresa è stata cullata dal paragone con la sanità e siccome essa sta risultando un business per alcune categorie di medici e di imprenditori, niente di strano che lo stesso obiettivo si voglia raggiungere con la scuola. Una sorta di impresa da dove ricavare profitti ma dove viene pure garantito un servizio ottimo solo per chi ha soldi e solo per certe categorie, lasciando al pubblico di sbrigarsela alla meno peggio. Emblematica è stata la dichiarazione di quella mamma che non si è posto neanche il minimo dubbio sulla iscrizione della figlia: nella scuola privata, senza alcun problema. Chissà cosa avrà pensato quel precario trasferito dalla Sicilia a Torino, costretto a lasciare moglie e figlio?  
PASQUALE ALMIRANTE









Postato il Lunedì, 15 febbraio 2010 ore 16:47:02 CET di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 4.76
Voti: 17


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Opinioni

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.55 Secondi