Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 550299413 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2022

Personale ATA - Graduatorie Definitive: utilizzazioni - assegnazioni provvisorie provinciali e interprovinciali. A.S. 2022/2023
di a-oliva
420 letture

GPS - DECRETO DI PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE PROVINCIALI PER LE SUPPLENZE DELLA PROVINCIA DI CATANIA VALEVOLI PER IL BIENNIO 2022/23 - 2023/24
di a-oliva
408 letture

Docenti Sec. di I Grado - Rettifiche utilizzazioni e ass. provv. provinciali - ass. provv. interprovinciali posto comune e sostegno - ass. provv. provinciali posti comuni altro ordine di scuola
di a-oliva
398 letture

AVVISO – NOMINE IN RUOLO PERSONALE DOCENTE SCUOLA DELL’INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA, SCUOLA SECONDARIA DI I E DI II GRADO DALLE G.A.E. A.S. 2022/2023 - ASSEGNAZIONE SEDI
di a-oliva
373 letture

Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie personale comparto Istruzione a.s. 2022/2023. Personale ATA facenti funzione D.S.G.A. - Aggiornamento/Inserimento
di a-oliva
368 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

·Ai confini della realtà. Le assurde proposte di una dirigente scolastica 'appassionata al futuro'
·Richieste illegittime da parte delle segreterie scolastiche
·Concorso dirigenti scolastici 2017: “Giustizia per l’Orale” denuncia i plurimi aspetti di illegittimità
·Quelle strane incongruenze nel curriculum della ministra Lucia Azzolina
·La DaD ha salvato la baracca?


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: SCUOLA/ Aprea: il futuro delle superiori dopo il via libera del Consiglio dei Ministri

Rassegna stampa

Onorevole Aprea, molti da parte dell'opposizione sostengono che in realtà la riforma approvata sugli istituti superiori sia una "manovra finanziaria" la quale, sebbene necessaria, trascurerebbe le necessità pedagogico-didattiche dei ragazzi. Qual è la sua risposta in merito?

Mi sembra una posizione poco corretta perché della riforma delle superiori stiamo parlando almeno da dieci anni e quindi si sapeva benissimo che avremmo dovuto tenere d’occhio l’aspetto economico. Certo, col passare degli anni, sono cambiate le situazioni e anche i contesti, in particolare quello economico finanziario. Per altro già con il ministro Padoa Schioppa e il ministro Fioroni si era capito che prima ancora di fare nuovi investimenti avremmo dovuto guardare con rigore le risorse da investire nella scuola. La riforma in vigore dall’anno prossimo contiene comunque tutta una serie di rilevazioni sul piano delle aggregazioni disciplinari, delle metodologie di apprendimento e sul piano prettamente organizzativo, ma contiene anche tutta una serie di misure tese a razionalizzare investimenti e a rispettare i conti pubblici con maggiore rigore.

Sembra di capire che la riforma approvata contempli misure che in parte si formano in continuità con la legge Moratti e in parte con quella Fioroni. Quest'ultimo ha però in molti sensi paralizzato l'attuazione della legge Moratti. Come è stato possibile conciliare tali impostazioni opposte?

In realtà nella 15ma legislatura il governo di centrosinistra aveva modificato sostanzialmente le scuole tecniche professionali riportando in un alveo statale l’istruzione professionale e dandole una nuova identità con la ricostruzione di una filiera autonoma dell’istruzione tecnica. Diciamo che passava sì una filosofia diversa da quella voluta dalla riforma Moratti, ma poi nei fatti, al di là del nominalismo, i contenuti e i nuovi indirizzi hanno ripreso molto di quello che avrebbe dovuto essere il liceo tecnologico. Quindi in questo senso ha fatto bene il ministro Gelmini a rendere coerente la trasformazione voluta del centrosinistra. C’è un filo rosso che lega tutti i regolamenti: ed è quello della modernizzazione, della semplificazione e della dimensione europea.

Regolamenti che hanno comunque interessato ogni ambito del ciclo superiore
Sì, come ad esempio lo stesso liceo classico, molto diverso da quello tradizionale: ricordo che si studierà scienze per cinque anni, inglese per altrettanto tempo. Si approderà così a una dimensione molto più moderna e rivisitata pur mantenendo quella matrice umanistica che ha sempre fatto dei nostri licei classici la migliore scuola di questo tipo in Europa.

Si è avuta l'impressione che nella messa a punto dei regolamenti il Governo abbia ceduto a molte richieste dell'opposizione limitando la portata di alcuni cambiamenti. Dopodiché l'opposizione ha votato compatta contro la riforma. Non c'è stato un "errore" di ingenuità da parte del Governo?

Credo che lavorare per la condivisione sia stato giusto. L’unica amarezza in questo momento è che consegniamo alla scuola una riforma di parte perché arrivata al Consiglio dei Ministri solo con il voto del centrodestra. La sinistra si è chiamata fuori da questo processo. È un errore perché, al di là delle difficoltà iniziali e contingenti che riguarderanno soprattutto il primo e al massimo il secondo anno di applicazione della riforma, resterà un grande progetto di modernizzazione. Un progetto che però verrà ricordato come la “riforma del centrodestra”. Sappiamo che grandi riforme come questa sarebbe meglio portarle a termine a prescindere dagli schieramenti. Siamo in un’epoca post ideologica.

La sofferenza economica di alcune scuole comincia a farsi sentire (mancanza di toner per le fotocopiatrici, carta igienica ecc..). Quali saranno i prossimi passi del ministro Gelmini in tal senso?

So che il ministero è impegnato a comprendere le criticità e sono sicura che non mancheranno presto le soluzioni. Certo non bisogna illudersi, il tempo delle vacche grasse è terminato, siamo in un periodo di risorse che scarseggiano e tutti i settori, pubblici e privati, sono in sofferenza. Certamente non possiamo neppure pensare di non finanziare più le scuole che aprono i battenti ogni mattina. Ma ripeto: il ministero sta lavorando intensamente per trovare soluzioni a tutte le esigenze particolari.

La riforma approvata rappresenta un primo passo verso una ristrutturazione del sistema scolastico che risponda in maniera più adeguata alle attuali esigenze educative. Quali saranno i prossimi passi del Governo e del Ministro?

Alcuni sono stati già previsti, mi riferisco al regolamento sulla formazione iniziale dei docenti. I passi successivi riguarderanno le carriere dei docenti e una nuova governance per la scuola. Come le università anche la scuola italiana deve fare un passo avanti sui propri docenti. Oltre a ciò deve saper porre modelli organizzativi per realizzare un sistema scolastico sussidiario e che valorizzi il territorio locale e le esigenze educative delle famiglie e degli studenti, che sappia dare risposte al bisogno dei cittadini.
venerdì 5 febbraio 2010









Postato il Venerdì, 05 febbraio 2010 ore 17:27:28 CET di Salvatore Indelicato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.53 Secondi