PRECARI: INCONTRO AL MPI SULLE GRADUATORIE D'ISTITUTO
Data: Mercoledý, 20 giugno 2007 ore 09:22:15 CEST
Argomento: Comunicati


Docenti precari: incontro al MPI sulle graduatorie d’istituto

Si è tenuto ieri al MPI un incontro sulla riapertura delle graduatorie d’istituto. Come avevamo segnalato nell’incontro precedente le questioni controverse riguardavano, i titoli di accesso alle graduatorie e le modalità di convocazione per le varie graduatorie.

Su entrambe le questioni l’Amministrazione ha presentato una proposta che risponde alle richieste sindacali.

Titoli di accesso

Per l’inserimento nella III fascia delle graduatorie d’istituto sono confermati tutti i titoli di accesso previsti dal DM 39/98 e quelli del DM 22/05 (lauree specialistiche)

In particolare si potrà accedere alle graduatorie di A029 e A030 (Educazione fisica) anche con il solo Diploma ISEF (esplicitamente previsto dal DM 39): resta comunque ancora aperto il problema dell’accesso alle SSIS sul quale abbiamo sollecitato un impegno dell’Amministrazione, in quanto non è pensabile che si possa insegnare una disciplina senza potersi abilitare nella stessa.

Per quanto riguarda il personale educativo viene riconfermato che l’accesso alle graduatorie è consentito solo ai diplomati dell’istituto magistrale entro il 2001/02 o ai laureati in scienze della formazione primaria (norma già valida da anni, ma mai applicata). In deroga a questa regola potranno inserirsi anche coloro che erano già inseriti nelle precedenti graduatorie purché abbiano prestato servizio come personale educativo, al fine di salvaguardarne le aspettative di lavoro. Resta comunque aperta la questione dell’accesso ai futuri concorsi sulla quale l’Amministrazione si è riservata un approfondimento.

Modalità di convocazione

Nella bozza che ci è stata sottoposta sono state esplicitate le modalità di convocazione degli aspiranti sia per le graduatorie normali (analoghe alle precedenti), che per le sub-graduatorie relative alle supplenze fino a 10 giorni nella scuola primaria e dell’infanzia.

Le soluzioni proposte, dopo ampia discussione, sono state riviste e semplificate al fine di garantire la tempestività delle nomine e la piena trasparenza delle operazioni.

Per le supplenze fino a 10 giorni nella scuola primaria e dell’infanzia saranno contattati solo coloro che le hanno esplicitamente richieste, introducendo una fascia oraria di reperibilità (7,30-9) nella quale si verrà convocati attraverso il telefono cellulare (da indicare nella domanda), per un rapido raggiungimento della sede di servizio. La mancata risposta, nell’orario di reperibilità, si considera rinuncia salvo che non si sia già impegnati o si sia accettata un’altra supplenza (anche ad orario ridotto). Naturalmente a fronte di “giustificati motivi suffragati da obiettiva documentazione da far pervenire alla scuola (Art. 8 comma 4 DM 13/6/2007-regolamento supplenze docenti)” le sanzioni non si applicano.

Queste ulteriori specificazioni nel bando, permetteranno di scegliere le scuole con maggiore consapevolezza ed in particolare di optare per le supplenze fino a 10 giorni nelle scuole primarie e dell’infanzia solo se si è in condizione di rispettare la reperibilità e il rapido raggiungimento della sede di servizio.
Per quanto riguarda la tempistica delle domande è prevista la pubblicazione del Decreto tra il 21 e il 22 giugno con scadenza, per la presentazione delle domande, il 23 luglio 2007.

Maggiori dettagli, informazioni, modulistica e normativa sono disponibili nello speciale graduatorie d’istituto docenti.

Roma, 19 giugno 2007






Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-7634.html