ORGANICO DI FATTO PERSONALE DOCENTE DELLA SCUOLA
Data: Giovedý, 31 maggio 2007 ore 00:05:00 CEST
Argomento: Comunicati


Organico di fatto personale docente della scuola


30 maggio 2007 - FLC CGIL
Nel pomeriggio di ieri si è avviato al Ministero un primo confronto con le organizzazioni sindacali in merito ai contenuti della prossima circolare sull’adeguamento degli organici di diritto del personale docente della scuola, alle situazioni di fatto.

Il direttore generale per il personale ha illustrato i possibili contenuti della circolare, cercando di spiegare le ragioni di una necessaria “continuità” con gli impegni assunti in organico di diritto da parte dell'amministrazione, da conciliare comunque con l'esigenza di tenere conto di una serie di situazioni reali come il significativo aumento di alunni e le pressanti richieste di incremento del tempo pieno.


Con la circolare il MPI intenderebbe da un lato confermare l'obiettivo del contenimento della spesa così come previsto in finanziaria e nel decreto sull'organico di diritto e dall'altro prevedere la possibilità di un moderato incremento di posti laddove si dovesse manifestare una pressante e motivata richiesta di posti in aggiunta a quelli assegnati, previa attenta valutazione delle richieste e autorizzazione da parte dello stesso ministero.

La FLC Cgil ha dichiarato totale disaccordo con la proposta a fronte delle aspettative che pure l'Amministrazione ha fatto intravedere in questi ultimi tempi, dopo le tante iniziative territoriali di mobilitazione sul tema degli organici.

Sono ben noti infatti all'amministrazione sia l'incremento degli alunni che le pressanti richieste di tanti territori di posti in più sul tempo pieno e prolungato, per evitare classi con un numero di alunni ben al di sopra della normativa attuale, in presenza di alunni diversamente abili, o classi con un numero di alunni non compatibile con le norme in materia di sicurezza delle scuole.

Per FLC Cgil serve un'assunzione di responsabilità ed una risposta politica che vada ben al di là di una circolare “tecnica” con cui tentare di conciliare in qualche modo l'impossibile.

Prima di tutto il Ministro ed il Governo devono investire in una nuova politica degli organici di tutto il personale docente ed Ata, finora annunciato nei principi e nei programmi ma mai realizzata, per garantire e rilanciare la qualità del servizio pubblico.

FLC Cgil ritiene dirimenti gli impegni concreti che essi assumeranno nel tavolo politico sulla scuola che si aprirà nei prossimi giorni.
 Impegni che dovranno certamente riguardare il futuro ed i contenuti della prossima legge finanziaria, ma anche segnali concreti e trasparenti nell'immediato, ben altro che una circolare ministeriale che pure occorre, ma solo dopo le scelte politiche, altrimenti la confusione aumenta, l'indignazione ed il disagio anche e le mobilitazioni si moltiplicheranno.

Di qualità della scuola sono pieni migliaia di documenti, adesso è tempo di fatti.
 






Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-7468.html