ESAMI DI STATO, PER I COMPENSI POCHI SOLDI
Data: Mercoledý, 25 aprile 2007 ore 00:05:00 CEST
Argomento: Comunicati


Esami di Stato.
 Per i compensi la coperta è corta.

da  Tuttoscuola, 24/4/2007

 

138 milioni di euro per pagare presidenti e commissari degli esami di Stato. Nemmeno un centesimo di più. Queste sono le risorse fissate dalla legge e oltre non si può andare.

 E’ quanto emerso in un incontro che si è tenuto oggi presso il Ministero della pubblica istruzione, tra i rappresentanti dell’amministrazione e dei sindacati della scuola. I compensi saranno attributi per decreto e non per contratto. La legge sugli esami di Stato, infatti, prevede per quest’anno una deroga all’obbligo di contrattualizzare previsto per le retribuzioni dei dipendenti pubblici.

 La deroga, che è stata introdotta per accelerare i tempi di attribuzione dei compensi, potrebbe tradursi in un peggioramento delle condizioni retributive dei diretti interessati. Le risorse a disposizione, infatti, sono insufficienti per coprire tutte le necessità.

 Le possibilità emerse nell’incontro di oggi sono essenzialmente due: o si mette mano al compenso dei commissari interni, riducendolo da 560 euro a 500 euro oppure bisognerà ridurre gli importi delle trasferte. Ed è proprio su questa ultima ipotesi che i tecnici di viale Trastevere stanno lavorando. Anche perché le Organizzazioni sindacali si sono schierate apertamente contro la possibilità di ridurre i compensi rispetto a quanto attribuito lo scorso anno.






Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-7219.html