CONTRATTO STATALI, CENTO EURO IN PIU' IN BUSTA DAL 2007
Data: Giovedý, 09 novembre 2006 ore 00:05:00 CET
Argomento: Comunicati


Contratto degli statali, cento euro in più in busta dal 2007

  08 novembre 2006 - Unità
Lo ha annunciato il ministro della Pubblica amministrazione Nicolais. «Vietare il cartaceo per snellire la burocrazia»

Un aumento di «poco più di 100 euro nel 2007». È questo quanto il ministro delle Riforme e della Innovazione nella Pubblica amministrazione, Luigi Nicolais, ha promesso ai lavoratori del pubblico impiego. Il ministro era a Milano per partecipare ad un incontro all'Assolombarda sulla semplificazione per le imprese della pubblica amministrazione, una pubblica amministrazione che a Bologna, poche ora prima, all'inaugurazione del Compa (Salone europeo della comunicazione pubblica) aveva elogiato (in evidente polemica con il giuslavorista Pietro Ichino): «Non è un'accolita di fannulloni - aveva dichiarato il ministro - ed anzi bisogna trovare il modo per valorizzare ancora di più chi ci lavora». Come? Il ministro aveva risposto annunciando un piano di sviluppo, che sarà pronto entro la fine del mese, per rinnovare burocrazie negli enti locali e nei ministeri, un piano che garantirà «tempi certi per tutti i servizi erogati ai cittadini».


 A Milano, più tardi, il ministro ha osservato che per la semplificazione amministrativa è prioritario e indispensabile «vietare il cartaceo». Commentando una stima fatta dall'Istat su dati Unioncamere, presentata nel corso del convegno, dalla quale emerge che i costi sostenuti dalle imprese per gli adempimenti amministrativi sono cresciuti di quasi 5 miliardi negli ultimi dieci anni, arrivando a 13,71 miliardi di euro nel 2005, Nicolais ha riconosciuto: «I costi della burocrazia nella Pubblica Amministrazione sono aumentati molto e questo perchè utilizziamo il sistema informatico e quello cartaceo allo stesso tempo. E quindi, invece di semplificare le cose le stiamo rendendo ancora più complesse. Siamo in una fase di transizione».

 Il Ministro dell'Innovazione ha ricordato che una delle norme contenute nel disegno di legge presentato il mese scorso riguarda proprio il «divieto di usare il cartaceo, per entrare in un sistema totalmente informatico». Per la semplificazione della burocrazia è stata anche istituita una cabina di regia interministeriale che si è riunita per la prima volta la settimana scorsa: con Nicolais, anche il ministro dell'Interno Giuliano Amato, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Enrico Letta, il ministro delle Attività Produttive Bersani e il ministro per le Politiche regionali

Linda Lanzillotta.






Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-5688.html