Viaggio di studio in Giappone - 2006
Data: Mercoledý, 10 maggio 2006 ore 10:13:17 CEST
Argomento: Comunicati


 

Dal 2 al 15 novembre 2006 viaggio di studio in Giappone per docenti di scuola media superiore. Modalità di partecipazione
(Nota prot. INT/3753/4 dell'8 maggio 2006)
 
 

Direzione Generale per gli affari internazionali dell'istruzione scolastica

Prot. INT/3753/4 Roma, 8 maggio 2006

Allegati Destinatari

Oggetto: Viaggio di studio in Giappone - 2006

Il Governo giapponese, come già da diversi anni, offre a docenti di scuola media superiore di alcuni Paesi un viaggio di studio in Giappone per approfondire la conoscenza del sistema educativo giapponese e per favorire gli scambi culturali internazionali.
Il programma offerto è organizzato dalla "Japan Foundation", ente parastatale affiliato al Ministero degli Affari Esteri del Giappone , tramite l'Istituto Giapponese di Cultura di Roma, con la collaborazione del Ministero della Pubblica Istruzione giapponese e dello scrivente Ministero.
Il viaggio, che avrà luogo dal 2 al 15 novembre 2006, è offerto a cinque docenti italiani selezionati dalla "Japan Foundation" attraverso apposito colloquio. La "Japan Foundation" offrirà ai partecipanti il biglietto aereo andata e ritorno, in classe economica, dall'aeroporto più vicino alla residenza dei docenti prescelti fino a Tokyo, il vitto e l'alloggio in Giappone e coprirà le spese di trasporto interno in Giappone.
I partecipanti dovranno personalmente provvedere alle spese di trasporto dalla propria residenza all'aeroporto più vicino, all'ottenimento dei rispettivi passaporti e alla tassa di sbarco al New Tokyo International Airport.

Gli insegnanti, di materie a carattere umanistico o sociale, oppure di materie a carattere tecnico-scientifico e artistico, provenienti da qualunque tipo di istituto di istruzione secondaria di secondo grado, devono possedere i sottoelencati requisiti richiesti dall'Autorità giapponese:

una padronanza della lingua inglese più che buona ( si richiama l'attenzione sul fatto che l'unica lingua di lavoro per tutto il tempo del soggiorno sarà l'inglese)
non aver preso parte precedentemente ad altri programmi di studio offerti dalla "Japan Foundation", né aver soggiornato a lungo in Giappone.
godere di buona salute ed essere ben disposti verso le attività di gruppo.

Per motivi organizzativi connessi all'espletamento del viaggio, è necessario allegare il preventivo assenso del Capo d'istituto. Non sarà accettata la candidatura di docenti che abbiano presentato domanda di trasferimento per l'anno scolastico 2006-2007.
Si allega il facsimile dei moduli di candidatura e un foglio contenente le condizioni di partecipazione.
Ciò premesso, si chiede che codeste Direzioni Scolastiche Regionali individuino 2 candidati per regione (solamente 1 per la provincia di Bolzano, 1 per la provincia di Trento e 1 per la Valle d'Aosta)). Le schede relative ai suddetti candidati dovranno essere anticipate da codesti Uffici Scolastici regionali, al più presto possibile, anche prima del termine di scadenza, via e-mail (indirizzo: paola.liga@istruzione.it) o via fax (numero: 06-58492371) e dovranno pervenire allo scrivente Ufficio entro e non oltre il 30 maggio 2006.
Saranno prese in considerazione esclusivamente le schede inviate dagli Uffici in indirizzo.
Per informazioni e chiarimenti potranno essere utilizzati i numeri telefonici 06/58492427 o 58493412 (Dr.ssa Liga)
Nel segnalare l'importanza del viaggio di studio in Giappone, che è unico nel suo genere nei rapporti tra l'Italia e i Paesi dell'Estremo Oriente, si prega di dare la massima diffusione all'iniziativa e di sollecitare gli istituti scolastici ad una pronta risposta, in modo da mettere in condizione lo scrivente e l'Istituto Giapponese di Cultura di effettuare la selezione dei candidati nel rispetto dei tempi sopra indicati,
Si ringrazia per la collaborazione.



IL DIRETTORE GENERALE
Antonio Giunta La Spada


Allegati:

Partecipant's data sheet


 

 







Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-4322.html