PERCHE' CHI CAVALCA E' DETTO FANTINO...SE I FANTI VANNO A PIEDI?!
Data: Mercoledý, 19 aprile 2006 ore 00:25:00 CEST
Argomento: Rassegna stampa


Perché chi cavalca un cavallo è detto “fantino”, sebbene i fanti si muovano a piedi? C'è una relazione fra le due parole? Antonio Manni

Per scorgere la relazione semantica esistente fra il sostantivo fante «soldato di fanteria» e il suo diminutivo fantino, nell'accezione di«persona che, per professione, monta i cavalli nelle corse ippiche» bisogna ripercorrere la stratificazione di significati che entrambe le parole portano con sé. L'italiano fante  è una forma aferetica del sostantivo infante: quest'ultimo deriva dal latino infans infantis, composto di in- e del participio presente di fari «parlare», e significa, propriamente, «che non parla, che non sa o non può parlare». Il primo significato di fante è, pertanto, «bambino», a questo poi se ne è aggiunto un secondo, quello di «servitore, garzone»: proprio a questa particolare accezione, trasportata in ambito militare, si deve ricollegare il significato che a noi interessa, ovvero «soldato di fanteria», come si ricava dal seguente passo delle Note al Malmantile (XVII secolo): «Fante... comunemente vuol dire soldato a piede, perché ne' tempi dell'Imperio basso, che la milizia cominciò a riputarsi più per la cavalleria che per la soldatesca a piede, il pedone si venne a stimare come ministro e servitore del cavaliere, e perciò fu detto fante». Il diminutivo fantino, accanto ai significati più antichi («bambino», «servitore, garzone», «soldato di fanteria»), condivisi con fante, ne ha sviluppato uno nuovo, («persona che, per professione, monta i cavalli nelle corse ippiche»), l'unico oggi largamente in uso: questa accezione, documentata a partire dal XVII secolo, può essere, probabilmente, ricondotta alla giovane età dei primi fantini, come ci viene illustrato da un altro passo delle Note al Malmantile: «Fantino, diminutivo di fante, ... cioè ragazzino, usato dagli antichi in generale, si ristringe oggi a un significato particolare; chiamando noi fantini quei ragazzi che sopr'a cavalli spogliati corrono al palio».






Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-4154.html