Ripristinare il PC con una penna USB
Data: Venerdý, 29 aprile 2005 ore 23:00:28 CEST
Argomento: Rassegna stampa


Questo sistema permette di creare un punto di ripristino che successivamente pu˛ essere utilizzato per ripristinare  il sistema operativo in circa 30 secondi in casi di blocchi e/o problemi. All'installazione della chiavetta, il software crea una nuova partizione (con una grandezza che varia da 500 MB a 1000 MB) dove verranno salvati i punti di ripristino; inoltre, il programma d'installazione chiede i percorsi delle cartelle dei documenti, dei preferiti e di posta elettronica, in modo da non sovrascriverli durante il ripristino.

Se la chiavetta USB Protector non Ŕ inserita nel PC il sistema operativo e la partizione Radix non saranno avviabili (diventando anche uno strumento per aumentare la sicurezza del proprio PC). Una volta inserita la penna USB apparirÓ un men¨ che offre la possibilitÓ di avviare Windows o il software Radix. Il software Radix permette di creare i punti di ripristino o di ripristinare il sistema operativo in seguito a un problema di qualsiasi genere: in questo caso il software elimina tutti i programmi, i cookie ed i file temporanei che sono stati installati dopo il punto di rispristino.

Il prodotto Ŕ disponibile in due versioni, la versione USB che permette di avere un solo punto di ripristino e la versione interna che offre la possibilitÓ di salvare fino a 32 punti di ripristino.

inserito da Antonio Piazzolla

 







Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-2507.html