Cantiere aperto per la programmazione 2016-2017 riparte l'iniziativa 'Laboratori al centro'
Data: Mercoledý, 09 marzo 2016 ore 11:00:00 CET
Argomento: Rassegna stampa


Da alcuni anni il Centro Interculturale della Città di Torino, in collaborazione con le associazioni cittadine, propone, presso i un’articolata gamma di laboratori attraverso il progetto “Laboratori al Centro”.L’iniziativa, giunta all'ottava edizione, permette di coinvolgere un vasto pubblico (oltre 600 adulti) in attività finalizzate a fare esperienza della ricchezza culturale presente sul territorio attraverso lingue, le espressioni artistiche, le tradizioni gastronomiche e di cura del corpo appartenenti alle diverse aree del mondo. Il progetto “Laboratori al Centro”, rivolto ad adulti, è articolato in quattro sezioni: “Laboratori Linguistici”; “Laboratori Artistici”; “Laboratori della cura di sé”; “Laboratori Gastronomici”. Le associazioni interessate a inserirsi nella proposta “Laboratori al Centro” potranno presentare richiesta entro MARTEDI' 29 MARZO 2016, inviando una o più idee progettuali, attinenti alle aree sopra elencate e compilando la scheda progetto qui allegata (una per ogni iniziativa), restituendo il documento in formato Word. Le proposte pervenute e valutate positivamente dal Centro Interculturale verranno calendarizzate in tre sessioni: 1° sessione - da settembre a dicembre 2016; 2° sessione - da gennaio a marzo 2017; 3° sessione - da aprile a luglio 2017.

 ALCUNE PRECISAZIONI PER LE ASSOCIAZIONI
1.    In questa prima fase, verranno prese in considerazione le proposte pervenute entro Martedì 29 Marzo;
2.    possono presentare domanda le associazioni iscritte al Registro delle Associazioni del Comune di Torino (chi non   lo fosse ancora è pregato di provvedere);
3.    ogni laboratorio, su richiesta dell’associazione, potrà essere realizzato al massimo in due sessioni;
4.   ogni proposta dovrà evidenziare gli obiettivi e i contenuti interculturali specifici, pena l’esclusione della stessa. Il Centro Interculturale ha infatti tra le proprie finalità quella di favorire la convivenza positiva tra i cittadini proponendosi come una Casa delle Culture del Mondo dove si “assaporano”, attraverso l’esperienza dei laboratori, le pluralità culturali. Si richiede pertanto alle associazioni proponenti di sviluppare, presentare e promuovere varie espressioni linguistiche, artistiche, gastronomiche o modalità di prendersi cura di sé attingendo dalle tradizioni delle varie aree del mondo. Per quanto riguarda i laboratori gastronomici si precisa che la finalità deve essere la conoscenza o la comparazione delle diverse cucine del mondo, di usi, tradizioni, consuetudini e pratiche alimentari legate alla preparazione-consumazione di cibi, sottolineandone i valori culturali e sociali connessi;
5.    le associazioni che inviano per la prima volta domanda di adesione al Progetto “Laboratori al Centro”, dovranno allegare statuto e curriculum dei docenti/esperti/artisti che intendono impiegare. Per tutte le altre associazioni che hanno collaborato in questi anni, qualora intendano cambiare docenti ed esperti è richiesto il curriculum vitae di questi ultimi;
6.    ciascuna associazione si farà carico di svolgere l’attività di segreteria / raccolta iscrizioni per le proprie iniziative e provvederà alla necessaria copertura assicurativa per i partecipanti (in particolare per le proposte che prevedono attività motoria o uso di prodotti da contatto nei laboratori di cura di sé);
7.    i materiali necessari allo svolgimento dell’attività saranno a carico dell’associazione proponente;
8.    l’associazione si impegna altresì a trasmettere al Centro Interculturale i dati relativi alle iscrizioni e alla frequenza dei partecipanti;
9.    tutti i laboratori avranno sede presso il Centro Interculturale tranne i laboratori gastronomici che potranno tenersi in diversi luoghi purché l’attività venga esercitata nel rispetto delle vigenti norme, prescrizioni ed autorizzazioni in materia igienico sanitaria, delle norme in materia edilizia, urbanistica, di sicurezza e prevenzione incendi e di inquinamento acustico. Sono quindi consentiti luoghi quali esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande regolarmente autorizzati ed a tal fine attrezzati, sedi di laboratori formativi con aule didattiche e attrezzatura idonea.
 
IL CENTRO INTERCULTURALE DELLA CITTÀ
1.  valuterà la congruità delle richieste pervenute in termini formali e rispetto ai contenuti interculturali (vedi alcune precisazioni - punto 4);
2. comporrà il calendario dei laboratori valutati positivamente, distribuendoli nelle tre sessioni, per evitare sovrapposizione tematica o didattica e concorrenzialità tra le associazioni;
3.  provvederà a formalizzare il Progetto “Laboratori al Centro” con le proposte accettate, concedendo il patrocinio che prevede un contributo in servizi e spazi, attraverso un’apposita Delibera di Giunta Comunale;
4.   promuoverà i laboratori attraverso i propri canali e uno specifico depliant, la cui diffusione sarà a cura anche di ogni associazione;
5.   monitorerà, al termine di ogni sessione, i dati relativi al numero e alla frequenza dei partecipanti.
 
MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
Le proposte dovranno essere inviate, entro Martedì 29 Marzo 2016, tramite una della seguenti modalità: via e mail a:
Giovanni Bagna, Tel. 011-01129710, email: giovanni.bagna@comune.torino.it
Lorenzina Morena, Tel. 011-01129702, email: lorenzina.morena@comune.torino.it

consegnate in busta chiusa con dicitura “Laboratori al Centro 2016/2017”: Centro Interculturale della Città di Torino
Corso Taranto 160 -10154 Torino

www.interculturatorino.it







Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-24880017.html