Il primo “Children’s World Congress on Child Labour” e la prima “Global March”.
Data: Mercoledì, 12 maggio 2004 ore 00:18:39 CEST
Argomento: Redazione


Centinaia di ragazze e ragazzi che hanno provato la terribile esperienza del lavoro minorile daranno vita al primo “Children’s World Congress on Child Labour” (Firenze, Palazzo dei Congressi). Con loro, personalità politiche e sindacali, ONG, istituzioni e rappresentanti di governi discuteranno di questo dramma, delle sue soluzioni e risponderanno delle promesse fatte. Per porre al centro del presente del mondo e del suo futuro i diritti dell’infanzia.

Dal 1999 Mani Tese coordina per l’Europa la Global March against Child Labour, il più forte grido mai lanciato dalla società civile contro lo sfruttamento del lavoro minorile ! La Global March nasce nel 1998, come una vera e propria marcia, che attraversa 90 Paesi, mobilitando milioni di persone, per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica e delle Istituzioni sul problema dello sfruttamento del lavoro minorile e per chiedere istruzione gratuita e di qualità per tutti i bambini del mondo.

 

PROGRAMMA DELLA GLOBAL MARCH IN SICILIA….

VENERDI’ 14 MAGGIO – CATANIA

 

Ore 09:30 – “Istituto Comprensivo F. Petrarca”:

Una delegazione di bambini, ex lavoratori del Sud del Mondo, incontra gli studenti delle scuole catanesi.

 

Ore 17:30 – via Crociferi e Chiostro Cgil:

Incontro “Lo sfruttamento minorile dai Sud: testimonianze e racconti di minori sfruttati a Catania e nel mondo”.

Nel corso del pomeriggio si svolgeranno attività di animazione per bambini e non solo!

 

Ore 20:30 – via Crociferi e Chiostro Cgil:

Festa Solidale e Multietnica – Cibi e Musica dal Mondo con:

Roberto Fuzio – Alfredo Longo – Massimo Nipitella

 

Ore 22:00 – Concerto – Circo X

 

Organizzata da Mani Tese con CGIL, CISL, UIL.

Promuovono: Assefa Catania, ARCI, Centro Iqbal Masih, Cooperativa Prospettiva, GAPA, Pax Christi.







Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-1654.html