Tuttoscuola n. 146.
Data: Martedý, 13 aprile 2004 ore 08:33:09 CEST
Argomento: Comunicati




http://www.tuttoscuola.com

************************************************************

N. 146, 13 aprile 2004


SOMMARIO

1. Maturita': boom di privatisti con le commissioni interne/1
2. Maturita': boom di privatisti con le commissioni interne/2
3. Quel servizio militare troppo tutelato
4. A Bologna nei "nuovi cantieri della riforma"

______________________________________________________

le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.50/146:

- L'attrazione fatale dei diplomifici
- Non statali sulla graticola/1. La piramide rovesciata
- Non statali sulla graticola/2. Esame di Stato da rivedere
- La parita' scolastica nel rapporto del ministro
- Un errore da  evitare:  l'immodificabilita'  delle  tabelle  per  le
graduatorie/1
- Un errore da  evitare:  l'immodificabilita'  delle  tabelle  per  le
graduatorie/2
- Dov'e' finito il decreto legge sui precari?

E  poi  tutte  le  scadenze  aggiornate  della  scuola  nella  rubrica
TuttoscuolaMEMORANDUM

Per consultarle: http://www.tuttoscuola.com/focus
____________________________________________________________



1. Maturita': boom di privatisti con le commissioni interne/1

Boom di privatisti agli esami di Stato nelle scuole non statali:  sono
passati dall'1,7% dei candidati totali nel 2000-01 al 15,8%  dell'anno
scorso. E nello stesso biennio il numero di  privatisti  diplomati  e'
diventato 14 volte maggiore (da 600 a 8 mila  unita').  Risultato?  Un
diplomato su sei nella non statale oggi e' un privatista (nella scuola
statale lo e' uno su trentotto). A che puo' essere dovuto il fenomeno?
Proprio due anni fa sono state  introdotte  agli  esami  di  Stato  le
commissioni interne, con un unico  presidente  esterno  per  istituto:
inevitabile associare questi dati al provvedimento voluto dal ministro
Moratti per ottenere risparmi di spesa.
Ufficialmente e' stato lo stesso ministro Moratti in questi  giorni  a
parlare di situazioni poco chiare o, quanto meno, anomale, agli  esami
di Stato presso gli istituti non statali. Ma i dubbi e le segnalazioni
circolavano da tempo, denunciati anche dalle organizzazioni sindacali.
La Cgil-scuola, ad esempio, parla da tempo apertamente di diplomifici,
cioe' di istituti (non statali) in cui e' molto facile  conseguire  il
diploma (e ora  dice:  "il  ministro  deve  fare  i  controlli  e  non
auspicarli").
Tuttoscuola ha analizzato gli scarni dati sulle maturita' degli ultimi
anni,  raccolti  ed  elaborati  dall'Invalsi  (www.cede.it).  Cosa  e'
saltato    fuori?  Che  l'anno  scorso,  secondo  anno  della  riforma
(morattiana) delle commissioni tutte interne degli esami di  Stato,  i
candidati privatisti nelle scuole private si sono piu' che decuplicati
rispetto a due anni prima, passando da meno di  mille  del  2000-01  a
quasi diecimila ( http://www.tuttoscuola.com/ts_news_146-1.doc ).
Negli istituti statali i  candidati  esterni  hanno  avuto  invece  un
andamento stabile:  erano  il  3,8%  nel  2000-01;  percentuale  quasi
confermata (3,2%) l'anno scorso.


2. Maturita': boom di privatisti con le commissioni interne/2

Ma c'e' di piu': nel 2000-01 (ultimo anno prima  della  riforma  delle
commissioni    interne)   negli  istituti  non  statali  un  candidato
privatista su quattro non riusciva  a  conseguire  il  diploma  (24%);
l'anno scorso nelle private soltanto il 6,7%  dei  privatisti  non  ha
conseguito il diploma. Con l'introduzione  delle  commissioni  interne
insomma, i  candidati  privatisti  -  vertiginosamente  aumentati  nel
numero - o hanno studiato di piu', o hanno trovato vita piu' facile.
Negli istituti statali invece, a fronte di una percentuale  del  19,9%
di privatisti che nel 2000-01 non ha  conseguito  il  diploma,  l'anno
scorso si e' registrata una percentuale simile (19,4%).
I dati dell'Invalsi, a distanza di oltre 10 mesi dalla chiusura  degli
esami di Stato dell'anno scorso non sono ancora definitivi e ufficiali
ma sostanzialmente risultano attendibili. E  sembrano  dimostrare  che
quello dei privatisti nelle scuole private e' una  vistosa  falla  del
sistema della nuova formula delle commissioni.
Ma andiamo ancora piu' a fondo, sollevando il coperchio sul  crescente
fenomeno dei "diplomifici" in Italia.

____________________________________________________________


Docet 15 - 18 aprile - Bologna

A scuola di: "cittadinanza" (A. Cavalli) / "noia? ma e' necessaria?"
(F. D'Adamo) / "violenza: il bullismo" (E. Menesini) /
"multiculturalismo" (E. Bonavitacola) / "etica" (L. Corradini) /
"spirito di scuola?" (F. Barzini). Convegno "A scuola a far che?"
Inoltre, su insegnare oggi: M. Rossi Doria, P. Mastrocola,
G. Pontremoli, con M. Bastico. Venerdi' 16 aprile 2004, 14.30, Docet.

http://www.docet.bolognafiere.it

____________________________________________________________


3. Quel servizio militare troppo tutelato

La valutazione del servizio militare per  le  graduatorie  permanenti,
considerato alla pari di un normale  servizio  scolastico,  fa  ancora
discutere.
Dopo che in  ambito  parlamentare  vi  era  stata  la  protesta  delle
parlamentari    della   Commissione  cultura  del  Senato  (anche  le
rappresentanti della maggioranza si erano trovate in imbarazzo davanti
all'emendamento  "maschilista")  ora,  con  la  norma  trasferita  nel
decreto legge del Governo, la critica  e  la  dura  opposizione  viene
anche dai sindacati di settore.
Al di la' del merito della norma (che  potrebbe  forse  presentare  il
fumus della non legittimita' costituzionale) ci si chiede  se  davvero
la maggioranza maschilista  ha  commesso  un  sopruso  a  danno  delle
insegnanti  del  gentil  sesso,  o  se  invece  ha  rimediato  ad  una
dimenticanza   della  norma  intervenendo  quindi  come  atto  dovuto.
Vediamo.
La valutazione  piena  del  servizio  militare,  considerato  ad  ogni
effetto come servizio scolastico, e' in vigore nel nostro  sistema  da
molti anni, tanto che per le graduatorie di supplenza  le  tabelle  di
valutazione dei titoli di servizio lo  prevedono  esplicitamente  (con
assenso del sindacato e con il parere favorevole del CNPI)  da  almeno
15 anni.
Quella favorevole valutazione del servizio militare pero' non  e'  una
questione ristretta al  solo  ambito  scolastico,  ma  riguarda  altri
settori, perche' e' una legge del 1986 a prevederlo esplicitamente.
La legge in questione e' la n. 958/1986 che  all'articolo  22  prevede
esplicitamente che "I periodi di effettivo servizio militare di  leva,
di richiamo alle armi, di ferma volontaria  e  di  rafferma,  prestati
presso le Forze armate e nell'Arma dei carabinieri, sono valutati  nei
pubblici    concorsi  con  lo  stesso  punteggio  che  le  commissioni
esaminatrici attribuiscono  per  i  servizi  prestati  negli  impieghi
civili presso enti pubblici".
Insomma la supervalutazione del servizio militare prevista dalla legge
sulle graduatorie permanenti trae origine da questa legge di  18  anni
fa.    Se    dunque   perplessita'   possono  essere  espresse  sulla
costituzionalita' del beneficio, e'  proprio  la  legge  del  1986  ad
essere messa in discussione.
Ad ogni modo nel valutare la questione va tenuto presente che la legge
incidera' piu' sulle  situazioni  pregresse,  avendo  ormai  la  ferma
obbligatoria di  leva  i  giorni  contati,  essendone  stata  prevista
l'abolizione.

____________________________________________________________


SCOPRI TuttoscuolaFOCUS, NON LA LASCERAI.

E' la nuova newsletter settimanale di Tuttoscuola.
Cosa la differenzia da TuttoscuolaNEWS?
- contiene piu' del doppio delle notizie
- i dati in esclusiva, le notizie di maggior interesse si trovano solo
su TuttoscuolaFOCUS
- include la rubrica "TuttoscuolaMEMORANDUM", con  tutte  le  scadenze
della   scuola,  sintetizzate  e  spiegate:  per  non  perdere  nessun
adempimento e sapere in anticipo cosa e come fare
- la grafica: e' a colori e "navigabile"

Ci sono 2 modi per riceverla:

1) con l'abbonamento annuale on line (a partire da 25 euro),  che  da'
l'accesso per un anno anche alle Guide on  line,  a  tutto  l'Archivio
(molto utile per fare ricerche) e agli altri spazi riservati del  sito
tuttoscuola.com    (per    il    modulo    on    line:
http://www.tuttoscuola.com/offerta );

oppure

2) acquistando il  singolo  numero  (solo  1  euro  +  iva),  con  una
telefonata (addebito in bolletta)
(per istruzioni: http://www.tuttoscuola.com/focus )

____________________________________________________________


4. A Bologna nei "nuovi cantieri della riforma"

La seconda edizione di Docet, il salone per la scuola  che  ospita  la
Fiera internazionale del Libro per ragazzi  dal  15  al  18  aprile  a
Bologna, vuole sintonizzarsi con le tematiche emergenti dal  dibattito
sull'avvio delle  prime  sperimentazioni  della  nuova  riforma  della
scuola.
Il nucleo progettuale di questa  edizione  si  concentrera'  sull'idea
dinamica de "I nuovi cantieri della riforma", per esprimere insieme la
tensione di attesa e il clima di chi si mette  al  lavoro  per  vedere
realizzate le idee di riforma che dovranno diventare prassi  didattica
ed organizzativa.
I "Cantieri" vogliono offrire al pubblico di operatori scolastici e di
operatori delle aziende editoriali la possibilita' di vedere tracciate
le nuove traiettorie di  azione,  di  modalita',  di  idealita'  e  di
strumenti occorrenti per  impostare  una  pagina  nuova  della  scuola
italiana.
Per questo, i "Cantieri" apriranno i varchi alla riflessione su  tutto
il fronte  della  ingegneria  scolastica  che  ogni  riforma  vorrebbe
esprimere e, in particolare, sui singoli livelli di organizzazione che
dalla    riforma  dovrebbero  ricevere  input  nuovi  o  per  lo  meno
migliorativi.
L'appuntamento e' per il 15 aprile, con la presentazione di esperienze
scolastiche e formative d'innovazione in corso d'opera, coordinata  da
Ettore Piazza della direzione regionale Emilia-Romagna e da Renato  Di
Nubila (Universita' di Padova). Venerdi' 16  due  sessioni  parallele:
Alternanza: Scuole, cfp,  universita',  lavoro;  la  formazione  degli
insegnanti: gli attori di ogni riforma. Da un diffuso  disagio  ad  un
nuovo    protagonismo.   Il  ruolo  dell'universita'  e  delle  altre
istituzioni.


------------------------------------

Ed ecco le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.50/146:


L'attrazione fatale dei diplomifici

Il boom di privatisti agli esami di Stato negli istituti  non  statali
si spiega con poche cifre: sono passati da 774  candidati  complessivi
nel 2000-01 a 8.896  dell'anno  scorso  (.)  (si  parla  di:  Invalsi,
candidati    interni,    trasparenza.    Per    leggerlo:
http://www.tuttoscuola.com/focus )


Non statali sulla graticola/1. La piramide rovesciata

Il ministro Moratti si e' resa conto che nell'esercito di  scuole  non
statali  che  hanno  acquisito  lo  status  di  "paritarie",  si  sono
infilati, accanto a scuole  serie  e  selettive,  anche  i  cosiddetti
"diplomifici". (.) (si parla di: "ottisti", prove preliminari, allievi
disabili. Per leggerlo: http://www.tuttoscuola.com/focus )


Non statali sulla graticola/2. Esame di Stato da rivedere

"La solita strage di privatisti". Un tempo, fino a pochi anni  fa,  le
cronache degli esami di Stato davano  questa  notizia  in  calce  alle
percentuali dei promossi,. Ma ora le cose sono cambiate (.) (si  parla
di:    INVALSI,    test    a   risposta   chiusa.   Per   leggerlo:
http://www.tuttoscuola.com/focus )


La parita' scolastica nel rapporto del ministro

Come si presenta oggi il sistema paritario nella relazione sullo stato
di attuazione della  legge  n.62/2000  presentata  in  Parlamento  dal
ministro dell'istruzione? (.) (si parla di: "quota di  mercato"  della
scuola paritaria. Per leggerlo: http://www.tuttoscuola.com/focus )


Un  errore  da  evitare:  l'immodificabilita'  delle  tabelle  per  le
graduatorie/1

Il tormentato  percorso  dei  punteggi  per  gli  aggiornamenti  delle
graduatorie permanenti e' arrivato dunque in porto. Tutto  fa  pensare
pero' che con questa legge non sia  stata  posta  la  parola  fine  al
tormentone dei punteggi (.) (si parla di: precari, missini,  punteggi.
Per leggerlo: http://www.tuttoscuola.com/focus )


Un  errore  da  evitare:  l'immodificabilita'  delle  tabelle  per  le
graduatorie/2

Perche'  non  e'  prassi  fissare  una  tabella  di  punteggi  con  un
provvedimento di  legge?  Perche'  una  tabella  approvata  per  legge
diventa inamovibile (.) (si parla di: modificare punteggi,  modificare
il decreto legge. Per leggerlo: http://www.tuttoscuola.com/focus )


Dov'e' finito il decreto legge sui precari?

Se ne conosce il testo ufficioso, ma, a distanza di quasi dieci giorni
dalla sua approvazione, del decreto legge sulla modifica dei  punteggi
per le graduatorie permanenti si sono perse le tracce  (.)  (si  parla
di: presidenza della Repubblica, Consiglio dei ministri. Per leggerlo:
http://www.tuttoscuola.com/focus )

E poi tutte le scadenze del prossimo mese, commentate e spiegate. Ecco
gli argomenti di TuttoscuolaMEMORANDUM di questa settimana:

- Consegna modelli 730/2004
- revoca mobilita' docenti (proroga dei termini)
- scadenze amministrative relative al mese di aprile
- rinviata a maggio pubblicazione movimenti dei docenti di elementare
- Monitoraggio POF
- prescrizioni universitarie
- Sciopero ANP - CIDA
- prove scritte concorso IRC
- domande incarichi di presidenza
- Rientro docenti dopo lunga assenza
- Approvazione conto consuntivo


TuttoscuolaFOCUS e' riservato agli abbonati on line.
Per i non  abbonati  e'  possibile  acquistare  il  numero  50/146  di
TuttoscuolaFOCUS al costo  totale  di  1  euro+iva.  Per  informazioni
cliccare qui: http://www.tuttoscuola.com/focus
(e' necessario essere collegati a internet per richiedere e  scaricare
la newsletter.
NB cliccare li' NON COMPORTA ALCUN IMPEGNO, consente solo di visionare
le condizioni per accedere  al  servizio),  oppure  telefonare  al  n.
06/6830.7851
Per abbonarsi: http://www.tuttoscuola.com/offerta/

____________________________________________________________


TUTTA L'INFORMAZIONE DI TUTTOSCUOLA PER TE

Scopri il nuovo abbonamento annuale completo a Tuttoscuola:

- Ogni mese la rivista mensile
-Ogni settimana la newsletter TuttoscuolaFOCUS + TuttoscuolaMEMORANDUM
- Ogni giorno le notizie di tuttoscuola.com, l'accesso all'archivio
e alle Guide on line

e. 5 regali!

http://www.tuttoscuola.com/offerta

____________________________________________________________


RIPRODUZIONE RISERVATA

Per iscrivere un'altra persona o per rimuoverti da questa
newsletter vai all'indirizzo:

http://www.tuttoscuola.com

Per commenti, informazioni o suggerimenti: redazione@tuttoscuola.com

Per consultare i numeri arretrati di "TuttoscuolaNEWS": http://www.tuttoscuola.com

Chi Ŕ interessato a ricevere anche la newsletter dell'ANP (Associazione
Nazionale Presidi e Direttori didattici) puo' iscriversi dal sito
www.anp.it

************************************************************
Editoriale Tuttoscuola srl
Via della Scrofa, 39 - 00186 Roma, Italia
Tel. 06.6830.7851 - 06.6880.2163
Fax 06.6880.2728
Email: tuttoscuola@tuttoscuola.com







Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-1630.html