INDAGINE TRA CANNOLI E MASCARPONE
Data: Mercoledý, 29 aprile 2009 ore 15:00:46 CEST
Argomento: Rassegna stampa


Andrea Fiore è laureato in Giurisprudenza, ma ha una grande passione per la scrittura e una fantasia fervida. E così ha immaginato che un giorno una donna venga trovata morta, ma morta in uno strano modo: soffocata con un cannolo gigante alla ricotta. Da questa semifolle scena prende le mosse il suo primo romanzo (Storia di morte, ricotta e mascarpone, Il filo, pp.122, € 13,50), un thriller che thriller non è, ma solo il rovesciamento parodico di un genere tradizionalmente serio. Infatti l’ispettore di polizia Peter Haddock, una strampalata figura più ampia (110kg) che lunga (un metro e sessanta!), con la capoccia come una vera spianata sarda e mille tic, indaga insieme a Dan, il suo fedele e pasticcione assistente, su questa strana “tecnica criminale”, tra birre, polli alle mandorle e cambi di sesso; il tutto condito con una lingua originale, che tende al pastiche per stupire e coinvolgere il lettore, grazie a una convergenza e commistione di linguaggi e registri diversi, accostati e fusi a produrre gli effetti più svariati.
E così la storia si snoda tra cannoli, mascarpone e indagini, facendoci sorridere e riflettere. E alla fine, in bocca, ci resta il piacere di una narrazione gradevole, il sano sollazzo di qualche risata nonché quel saporito gusto di ricotta…

SILVANA LA PORTA





Questo Articolo proviene da AetnaNet
http://www.aetnanet.org

L'URL per questa storia è:
http://www.aetnanet.org/scuola-news-15325.html