Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547897476 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2022


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sindacati
Sindacati

·Il Piano Scuola 2020-2021 e la 'verità nascosta'
· ATA internalizzati: 1 luglio manifestazione in piazza Montecitorio per ottenere il full-time
·Tavolo di conciliazione: risposte insoddisfacenti da parte del Ministero. I Sindacati indicono lo sciopero della scuola l’8 giugno. Per ripartire servono investimenti straordinari, non piccoli aggiustamenti
·Fallita la conciliazione fra sindacati e Ministero, proclamato lo sciopero della scuola per l'8 giugno
·Gissi: per riaprire le scuole in sicurezza molti i problemi da affrontare, e il personale non basta.


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: AUTONOMIA DIDATTICA, EGOISMI E INCAPACITÀ

Rassegna stampa

Effettivamente è un mondo con pochi controlli: un docente che invece di fare lezione legge il giornale in classe vale esattamente, in termini stipendiali, quanto un altro che fraziona la sua ora diligentemente fra spiegazione, interrogazioni, verifiche scritte. Ma è anche un mondo sbilanciato: un docente che ha compiti da correggere il pomeriggio vale esattamente quanto un altro che ha solo materie orali e dopo la scuola può con gioia fare altro; così come un insegnante che si aggiorna vale esattamente quanto chi non ha toccato mai un libro, e non solo di didattica.

Ma è anche un mondo di contenziosi: ci sono cattedre fisse e altre ballerine e quindi insegnamenti inamovibili e altri a discrezione dell’utente, posti in organico stabile e posti fluttuanti come quelli delle lingue straniere. E proprio su questo versante si viene a sapere che la riforma Moratti, sebbene sospesa, continua a fare danno nella formazione delle cattedre della seconda lingua comunitaria.

Infatti per far fronte all’impegno dell’incremento dell’inglese (una delle tre famose I), nella legge di riforma fu inserito un articolo col quale si dava possibilità di optare per il potenziamento dell’inglese a danno della seconda lingua. L’utente cioè poteva scegliere di non avvalersi di un’ora, delle tre previste, dell’altra lingua straniera e farne quattro di inglese, senza che nessuno si rendesse conto della possibile cancellazione di posti di lavoro e dello stravolgimento dell’organico di diritto in ogni scuola. E questo bizantina opzione ha in effetti significato la logica cancellazione di molte ore di materie come il francese, il tedesco e lo spagnolo con la conseguente legittima costernazione non solo di chi era già titolare di cattedre ma anche di chi attendeva da anni l’immissione in ruolo. Da qui il contenzioso e il clima di sospetto che a scuola non di raro si respira, sia nei confronti dei dirigenti pronti a soddisfare le richieste e sia tra gli stessi docenti di lingue per contendersi i clienti.

Ma a parte il danno di questo preciso articolo della riforma Moratti, la inopportuna singolarità, da sempre presente tuttavia nell’organigramma legislativo, di fare scegliere all’utenza quale lingua straniera studiare ha continuamente posto pesanti problemi e spesso pure arroventati dibattiti nei collegi dei docenti dove ciascun docente di lingua ha cercato di portare acqua al suo mulino e con motivazioni talvolta persino demagogiche. Perché se si segue puntualmente la disposizione ministeriale, nel momento in cui un ragazzo, o un gruppo di ragazzi, sceglie di avvalersi dello studio del portoghese o dell’olandese o di una di quelle 27 lingue comunitarie previste dalla legge, la scuola è obbligata a provvedere cosa che invece puntualmente non fa, come ben sanno anche i dirigenti dell’ex provveditorato che non dispone fra l’altro di 27 specifiche graduatorie.

Allo stesso modo se al primo anno di un istituito tecnico per il turismo o di un liceo linguistico tutti i ragazzi chiedessero, come seconda lingua, lo spagnolo significherebbe trovare subito i docenti necessari e mandare di conseguenza fuori tutti gli altri, cosa che nessuno, per fortuna, fa. Da qui la evidente contraddizione della legge che affida però, per togliersi dall’impiccio, all’autonomia didattica di ciascuna scuola la possibilità di provvedere alla bisogna.

Autonomia didattica che però spesso si scontra o con l’incapacità del dirigente a gestire la materia o con gli egoismi delle varie parti in causa e pure, e spesso, con la scarsa preparazione legislativa dei docenti, adusi più a tradurre Cicerone che a capirlo e interpretarlo. Anche da tali evidenti contraddizioni nasce la sfiducia da parte di moltissimi insegnanti nei confronti dell’autonomia scolastica che in casi similari diventa campo minato e non già luogo di sereno dibattito. Per questo sarebbe opportuno che il Ministero desse indicazioni chiare non solo nella quantità di ore da assegnare a settimana per le lingue ma anche quale lingua comunitaria studiare come avviene, per capirci, con la storia e la geometria.

PASQUALE ALMIRANTE (da www.lasicilia.it)









Postato il Domenica, 29 luglio 2007 ore 18:23:19 CEST di Renato Bonaccorso
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi