Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547804534 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1935 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1896 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1836 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1758 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1741 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·L’Educazione Civica è nata a Catania - una targa ricordo al Castello Ursino
·L’Educazione Civica è nata a Catania. Ben tornata Educazione Civica
·Vaccinazione obbligatoria over 50: hub Palermo, Catania e Messina aperti fino alle 24
·Scuola, via libera alle nuove misure per la gestione dei casi di positività. Bianchi: “Varate regole chiare per il rientro in presenza e in sicurezza”
·La Fon.Ca.Ne.Sa dona armonia e gioia ai pazienti del Policlinico


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: SPEZZONI: ELIMINARE I SUPPLENTI COSTERA' DI PIU'

Comunicati
ItaliaOggi: Eliminare i supplenti costerà di più

Sorpresa nei conti: la riforma non porterà risparmi, anzi

 Assegnare gli spezzoni ai docenti di ruolo, invece che ai supplenti, fa spendere più soldi allo stato. I docenti di ruolo, infatti, vanno pagati anche l'estate. A differenza dei docenti precari che vengono licenziati il 30 giugno. E hanno retribuzioni più alte rispetto ai precari. Che aumentano con l'anzianità di servizio. Rischia dunque di rivelarsi un boomerang il progetto del governo di aumentare l'orario di lezione dei docenti delle secondarie, previsto nel documento di programmazione economica e finanziaria 2008/2011.
Nel documento si parla di flessibilità dell'orario di lavoro. Il che può essere inteso in due soli modi.

Il primo è l'incentivazione del part time. Il secondo è l'aumento dell'orario di lezione fino a 24 ore per i docenti delle secondarie, mediante l'assegnazione di ore eccedenti.

In entrambi i casi si rischia di fare un buco nell'acqua. Anzi, peggio: si rischia di spendere di più.

Il perché è presto detto.

L'incentivazione del part time determinerebbe un'ulteriore disponibilità di spezzoni in organico di fatto. Tali disponibilità potrebbero essere utili per incrementare il numero degli incarichi di supplenza fino al 30 giugno. E ciò, effettivamente, potrebbe determinare un risparmio per l'erario.

Se però gli spezzoni dovessero risultare inferiori a sette ore, stando all'ultimo orientamento dell'amministrazione, potrebbero essere affidati direttamente ai docenti di ruolo delle secondarie, a titolo di ore eccedenti. E ciò avrebbe costi più alti rispetto alle supplenze. Non solo. Anche in assenza di incrementi del part time, se gli spezzoni fino a 6 ore dovessero essere affidati prioritariamente ai docenti di ruolo, l'erario ne ricaverebbe un danno. Sempre per gli stessi motivi: il docente di ruolo, va pagato anche a luglio e in agosto. E va pagato di più.

Facciamo un po' di conti.

Per esempio, un docente di ruolo con più di 15 anni d'insegnamento nella scuola media ha diritto a 104 euro al mese per ogni ora eccedente, contro i 105 di un supplente.

Se però il docente di ruolo è più anziano (per esempio ha 28 anni di servizio) il compenso sale a 125 euro. Ma a fine anno le cifre si distanziano ancora di più. Un supplente assunto a settembre e licenziato a giugno costa all'erario, per ogni ora di insegnamento, circa 1040 euro complessivamente. Un docente di ruolo assunto a settembre e licenziato ad agosto costa allo stato, per ogni ora eccedente, complessivamente 1260 euro l'anno, se ha poco più di 15 anni di servizio, e 1500 euro se ha un'anzianità di almeno 28 anni.

Stesso discorso alle superiori dove, tra l'altro, i docenti di ruolo guadagnano un po' di più rispetto ai colleghi delle medie, mentre i supplenti sono retribuiti allo stesso modo. Insomma, in linea di massima il docente di ruolo costa sempre di più. Anche e soprattutto per il fatto che va pagato l'estate. E soprattutto se è anziano. E non è solo una questione di retribuzioni.

C'è anche il problema dei completamenti e dell'elevazione dell'orario settimanale per i precari titolari di spezzoni. Che hanno titolo a ottenere ulteriori spezzoni fino al completamento dell'orario di cattedra.

Tale diritto, peraltro, rileva espressamente dal contratto di lavoro. Lo prevede infatti l'articolo 37, che testualmente recita: «Il personale ... con orario settimanale inferiore alla cattedra oraria, ha diritto, in presenza della disponibilità delle relative ore, al completamento o, comunque, all'elevazione del medesimo orario settimanale».

In buona sostanza, dunque, il dirigente scolastico, per evitare di incorrere in responsabilità, prima di assegnare lo spezzone al docente di ruolo, dovrebbe assicurarsi che entro il raggio di 30 chilometri non sia in servizio uno spezzonista avente titolo al completamento. Ma in passato, non di rado, i dirigenti si sono comportati in modo diverso. Anche perché la norma contrattuale, effettivamente, è in contrasto con le norme di legge che, invece, prevedono l'assegnazione degli spezzoni ai docenti interni.

Il conflitto, però, è stato risolto dal giudice del lavoro di Potenza (622/2007) nel senso della prevalenza della norma pattizia sulla norma di legge. Secondo il giudice monocratico «l'apparente contrasto tra le norme va risolto in favore dell'applicazione dell'articolo 37 del contratto, in quanto... il contratto collettivo del comparto scuola ha il potere di derogare a precedenti disposizioni di legge». Ciononostante il ministero della pubblica istruzione ha emanato un nuovo regolamento delle supplenze che alimenta ulteriormente gli equivoci, perché non recepisce la clausola negoziale sul completamento. E ciò non mancherà di incrementare ulteriormente il contenzioso.

Il rischio, però, è che una norma nata per risparmiare (l'articolo 22 della legge 448/2001) faccia spendere all'erario molti soldi in più. Prima di tutto perché, effettivamente, gli spezzoni ai docenti di ruolo costano di più. E poi perché nell'eventualità di ulteriori soccombenze in giudizio, l'amministrazione dovrebbe pagare ai precari ricorrenti anche tutti gli arretrati. Come è già successo a Potenza.












Postato il Giovedì, 19 luglio 2007 ore 09:28:00 CEST di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi