Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 548211741 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2022

Liceo Spedalieri di Catania, un terzo premio e due menzioni nel Premio Artistico-Letterario “Ilaria e Lucia”
di m-nicotra
1171 letture

Graduatorie ad Esaurimento e Graduatorie Provinciali per Supplenze - Avviso apertura funzioni per la presentazione telematica delle istanze di scioglimento delle riserve nelle GaE e nelle GPS e di conferma dei servizi nelle GPS
di a-oliva
712 letture

Nuovi premi per il Convitto Cutelli al Concorso Ilaria e Lucia
di a-oliva
525 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·Elezioni comunali, anche in Sicilia il via allo scrutinio lunedì 13 giugno dalle 14
·Rinnovo delle RSU. Elezioni del 5, 6 e 7 aprile 2022. Chiarimenti circa lo svolgimento delle elezioni
·Aeroporto di Trapani, Musumeci: «Ryanair raddoppia le rotte»
·Concorso potenziamento dei Centri per l’Impiego della Sicilia
·Più tempo ai presidi e ai sindaci per organizzarsi. Le scuole in Sicilia riapriranno giovedì


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Pensioni: LA «FUGA» DEI DOCENTI VERSO LA PENSIONE

Rassegna stampa

E’ un esodo mai registrato a memoria d’uomo, quello dei 55 mila lavoratori della scuola che dal primo settembre di quest’anno, buon per loro, non metteranno più piede in classe.

Le incertezze provocate sia dalla legge Maroni, con la conseguente revisione dei coefficienti nel 2008, e sia dal nuovo titolare del dicastero (che ancora nicchia nonostante gli impegni presi) non hanno permesso altra alternativa se non quella di scappare e dire basta. Un basta ancora più convinto perché il 71% dei pensionamenti è causato da dimissioni volontarie dovute al raggiungimento del minimo previsto dalla legge Dini: 57 anni di età e 35 di servizio.

Questo dato dovrebbe far riflettere chi accusa i docenti di fannullonismo, paraculismo, strafottenza perché se fossero vere queste insinuazioni nessuno si sognerebbe di abbandonare un lavoro così altamente riposante oltre che remunerativo. E invece i professori abbandonano la scuola non appena si apre uno spiraglio a dimostrazione che la docenza logora e crea ansie da efficienza e da prestazione. Per questo si sarebbe atteso un intervento pubblico del Ministro Fioroni, non come ringraziamento per gli anni spesi a educare, ma per capire i motivi e le origini di tanto massiccio cedimento lavorativo.

E invece lui disserta sul suo atto di indirizzo per stabilire le priorità politiche e strategiche in ordine alla programmazione finanziaria dove spicca l’innalzamento a 16 anni dell’obbligo di istruzione e la costituzione dei poli tecnico- professionali dove dovrebbero confluire le scuole professionali e tecnici a livello provinciale. Ma si addentra pure nei meandri del bullismo strangolabile, lui dice, attraverso un “Piano nazionale per il benessere dello studente” dove si piazzano paletti come la cultura della legalità, il contrasto delle mafie, la cittadinanza attiva; il tutto educando alla convivenza e alla scienza, assicurando l’orientamento e la lotta all’evasione, rifondando un nuovo umanesimo insieme alla incentivazione dell’autonomia scolastica per incrementare più offerta formativa e più spazio di gestione alle famiglie e al territorio. Non dimentica nemmeno i precari, bontà sua, ma si scorda clamorosamente di aggiungere che per fare tutto questo occorre il busillis che sarebbero i fondi, i volgarissimi soldi per pagare e gratificare e incentivare il motore di tutta questa straordinaria operazione che sono i professori. E dimentica di fissare anche paletti ancora più importanti che sono le garanzie legali e morali per preservarli da incidenti di cui continuano a essere vittima questi educatori che al momento opportuno chiedono il pensionamento.

Perché alla fine i pugni in testa se li è presi il collega impegnato negli esami di stato da parte di un padre stizzito per il voto troppo basso (come l’ha saputo se la commissione non aveva ancora terminato le operazioni di ratifica?) dato alla figlia; allo stesso modo la denuncia penale se l’è beccata la professoressa che ha voluto punire un atto di bullismo. A lei vorremmo chiedere: ne è valsa la pena? La scuola l’ha aiutata nelle spese legali? E se vale la pena essere rigorosi e corretti se lo chiedono ogni giorno migliaia di docenti quando si ritrovano le ruote della macchina forate, la vernice rigata, le scritte insultanti sui muri, le telefonate notturne. E se lo chiedono anche quando assistono a spettacoli indecenti di rissa all’interno del club della Casta dei politici o all’ostentazione delle loro prebende, delle raccomandazioni, delle arroganze di varia natura e foggia innaffiate dal potere. Ma già uscendo dalla scuola si avverte l’impari lotta per la legalità rappresentato già dal caos cittadino, dall’abusivismo, dall’assenza di regole e di certezza della punizione. E se un professore vuole fare rispettare il Piano per il benessere dello studente significa proprio, agli occhi del suo alunno, che costui non ha inteso nulla.

PASQUALE ALMIRANTE (da www.lasicilia.it)









Postato il Venerdì, 13 luglio 2007 ore 20:30:26 CEST di Renato Bonaccorso
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi