Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547726261 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1928 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1880 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1816 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1751 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1731 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Normativa Utile
Normativa Utile

·Detrazione lavoro dipendente € 80,00
·Scheda FLC CGIL cessazioni dal servizio del personale della scuola 2014
·Modello di diffida per il rimborso del 2,50% per indebita trattenuta sul TFR (trattamento di fine rapporto)
·Documenti necessari per ottenere la disoccupazione
·Bocciata dalla Corte Costituzionale l'assunzione diretta dei docenti


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Graduatorie: Vita da precari, tra punteggi e reclami. Duemila i «casi» esaminati, a giorni le graduatorie.

Rassegna stampa

Sono circa duemila i reclami presentati dai docenti precari relativi ad errori nelle graduatorie ad esaurimento. Anche ieri, ultimo giorno utile per la presentazione di eventuali reclami, non sono mancati docenti che lamentavano punteggi sbagliati.

In verità, ci diceva un funzionario dell’ufficio scolastico provinciale, impegnato assieme a molti colleghi dell’ex provveditorato, che quasi tutti i casi sono stati risolti con tempestività, per cui non dovrebbero esservi problemi sulla immediata pubblicazione della graduatoria definitiva, che avverrà entro questa settimana, al massimo nei primi giorni della settimana entrante. Ovviamente, solo quando il problema presentato dai reclamanti non è del tutto chiaro verrà attivato un confronto con altri esperti, sempre dello stesso ufficio e con il dirigente facente funzione. Ma si tratta di casi sporadici.

Salvo imprevisti, quindi, le graduatorie definitive saranno pubblicate nei prossimi giorni, per cui i docenti non di ruolo potranno effettuare con certezza dei calcoli se avessero maturato il diritto all’immissione nei ruoli, o accontentarsi, anche nel prossimo anno scolastico, di una supplenza annuale non lasciando il triste ruolo di precario, restando in attesa che venga assegnato un ulteriore contingente di immissioni nei ruoli. D’altra parte, vi è molta disponibilità di posti, circa 3000 sull’organico di diritto, tra personale docente e Ata.

MARIO CASTRO (da www.lasicilia.it)

 

Le storie. Fatiche e sacrifici per poi vedersi scavalcare dai «furbi» che sanno quali scorciatoie prendere

I percorsi labirintici del palazzo del Csa, ex provveditorato agli studi, fra pian terreno e quarto piano sono solo una delle difficoltà che i precari del mondo della scuola devono affrontare. Il modulo necessario? Lo si ritira alla copisteria pochi metri più il là del portone d’ingresso. Le informazioni? Dipende dal tipo di informazione di cui si ha bisogno.

I reclami per gli errori commessi nella stesura delle graduatorie ad esaurimento? Al piano terra. E ovunque file ed elenchi stilati da chi si prende la briga (un po’ per se stesso, un po’ per gli altri) di mettere un po’ d’ordine nel marasma generale che in qualche modo deve essere fronteggiato.

«Il problema è che - sostengono a gran voce moltissimi - fra una lista e un’altra da controllare per poter completare un reclamo e fare tutti i controlli necessari... Da qualche parte si perde il turno e si deve ricominciare ad aspettare ». Proprio come per Asterix e le sue dodici fatiche, nel palazzo che fa diventare folli. Nessuno pensa, però, che dietro ciascun codice, dietro ogni reclamo c’è una storia che meriterebbe di essere raccontata. La voce comune inveisce contro la "finzione delle graduatorie ad esaurimento".

Una signora in particolare, che però preferisce restare anonima e senza volto, lamenta: «Insegno da più di vent’anni con il sostegno e ogni anno è la stessa storia. Chi è inserito in terza fascia continua a vedersi scavalcare da coloro che pur di accumulare punteggio nella loro graduatoria disciplinare si inseriscono e si abilitano anche in altri settori. Per carità, anche loro hanno il diritto di sistemarsi, ma che graduatoria ad esaurimento è se, ogni anno, con i nuovi abilitati si rimpinguano queste fasce? In questo modo, chi come me è in terza fascia non passerà mai di ruolo. Inoltre, si tratta solo di persone in transito nel sostegno per potere guadagnare punti nella propria materia».

Diverso il percorso di Marisa Di Bartolo, abilitata Sissis nel 2005 con titolo di sostegno nel 2006: «Ho lavorato per un anno in una scuola privata. Ho dimezzato il punteggio perché, non avendo trovato una scuola privata corrispondente alla mia abilitazione, e avendo preferito riversare comunque il punteggio dove sono più in alto in graduatoria... è quanto previsto ai sensi di legge. L’anno scorso ho insegnato a Bergamo, perché al nord - lo dicono un po’ tutti - ci sono più possibilità. Ma quest’anno non me la sono sentita».

C’è Danila Grasso che, vincitrice di concorso 12 anni fa per la scuola primaria, non ha mai fatto un giorno di supplenza e continua a essere scavalcata da nuovi abilitati e a sperare che prima o poi la sua situazione si sistemi. C’è anche chi, come Ignazio Roberto Patanè, è venuto a presentare un reclamo per alcuni errori commessi nella valutazione dei titoli e decide anche di denunciare qualche scandalo «come quello di più abilitazioni universitarie conseguite nello stesso anno. Come si fa a frequentare (con l’obbligo di presenza) più corsi che vengono svolti in contemporanea e che, comunque, sono per legge inconciliabili l’uno con l’altro? La mia trafila non è molto lunga, ma dopo il diploma Isef a Catania, la laurea in scienze motorie a Bologna (prima che il mio corso venisse equiparato), la Sissis di nuovo a Catania e il sostegno a Messina... Per quanto mi riguarda spero in un nuovo incarico annuale, magari un po’ più vicino di Caltagirone».

«Io, invece, - racconta Liliana Tomasello - sono una delle vittime del punteggio di montagna. Ogni anno ho preferito insegnare in comuni "svantaggiati" per ottenere il doppio punteggio. Quest’anno la normativa ministeriale ha abolito questo ordinamento. E non solo lo ha fatto in corso d’opera, ovvero ad anno scolastico già iniziato, ma ha istituito un provvedimento retroattivo, il che significa che tutti coloro i quali hanno accumulato punti in questo modo... Ora si trovano il punteggio normale. Io insegno da cinque anni, ma svolgo anche la libera professione e mi rifiuto di cedere agli scandali dei corsi on-line che conferiscono punti a pagamento».

Insomma, sembra di dover disperare: «Ci possiamo solo lamentare - afferma Adalgisa De Luca - io, ormai, mi sono quasi rassegnata. Insegno dal 2001 ho l’abilitazione disciplinare e due per il sostegno alle scuole secondarie di primo e secondo grado. Ho lavorato nelle scuole private e continuo a studiare per prendere una seconda abilitazione disciplinare...». La fila si è allungata ancora e qualcuno (dopo numerose reticenze) per parlare con noi ha perso il turno a qualche sportello. Ma qui è la prassi. «Tanto vale sfogarsi un po’ altrimenti... non ci resta che piangere!».

CARLA CONDORELLI (da www.lasicilia.it)









Postato il Mercoledì, 11 luglio 2007 ore 01:16:23 CEST di Renato Bonaccorso
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.27 Secondi