Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547901931 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2022


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ministero Istruzione e Università
Ministero Istruzione e Università

·“IoStudio”, ecco le nuove modalità per richiedere la Carta dello Studente
·Proclamati i vincitori delle IV Olimpiadi di Economia e Finanza. In crescita la partecipazione delle scuole. Bianchi: “L’economia ci insegna un metodo per ragionare e ci dà gli strumenti per comprendere l’attualità”
·Lunedì 9 maggio al via la Settimana della Musica a scuola. Il 10 l’evento istituzionale con il Ministro Bianchi in diretta sul canale YouTube del Ministero
·Scuola, proclamati i vincitori delle Olimpiadi nazionali di Fisica. Oltre 50.000 gli studenti partecipanti. Bianchi: “La Fisica alimenta la nostra curiosità verso il mondo”
·Scuola, firmate le Ordinanze con le modalità di svolgimento degli Esami del primo e del secondo ciclo. Bianchi: “Sono frutto del confronto e della condivisione. Studentesse e studenti non devono avere paura di non farcela: torniamo progressivamente a


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: ''PERCHE' A SCUOLA NON SI PARLA SERENAMENTE DI OMOSESSUALITA'''?

Opinioni
da Unità
Domenica, 8 Aprile 2007

La scuola senza voce

Pensavamo di avercela fatta, che la scuola italiana avesse trovato gli strumenti giusti per affrontare il disagio degli adolescenti, anche se non erano del tutto chiari i rimedi. Da un po’ di tempo, invece, la scuola è al centro di uno sconvolgimento comportamentale, ampliato dai media.
Uno sconvolgimento che si manifesta in una serie di eventi imprevisti, che hanno come oggetto atti di autentico bullismo su disabili, donne, omosessuali e immigrati, atti di fronte ai quali gli insegnanti sembrano ormai impotenti e incapaci di controllare il fenomeno.
Il caso di Matteo, il ragazzo sedicenne di Torino che si è tolto la vita perché non sopportava più che i compagni di scuola lo prendessero costantemente di mira con frasi antigay, è solo la punta dell’iceberg più drammatica di un fenomeno molto più complesso e articolato. Matteo è l’ultima vittima di un bullismo crudele e inumano che perseguita, incalza, esclude, spaventa.
Dov’è la scuola dell’intercultura? Dov’è la scuola del rispetto, della pace, dell’uguaglianza, della solidarietà?
Nella mia esperienza di dirigente scolastico, so che questa scuola esiste, grazie all’impegno e alla sensibilità di migliaia di insegnanti, ma non è maggioritaria, non ha strumenti, non è sostenuta, non ha voce, non ha forza.
Ma la scuola maggioritaria continua a parlare eterosessuale, evita di affrontare la cultura e le idee che riportano all’omosessualità, e quando lo fa, lo fa senza coraggio, senza chiarezza, con imbarazzo, radicando ancora di più il pregiudizio. È di fronte alle emozioni delle lesbiche e dei gay che la scuola appare assente o incapace, mantenendosi restia e ipocritamente prudente.
È in questo passaggio che la scuola non è sempre efficace, non si sforza di dotarsi di strumenti idonei per affrontare l’omosessualità, polemizza con la volontà di studenti di parlarne nelle assemblee, ostacola l’entrata delle associazioni gay nelle scuole, quindi resta colpevolmente disarmata, e si scopre impotente di fronte a fenomeni come la morte di Matteo.
Certo la scuola non è aiutata dalle polemiche sui diritti degli omosessuali, cui fanno da sfondo condanne arroganti, giudizi di devianza, offese gratuite e pesanti. Ma non è forse la scuola il luogo della ricomposizione culturale, il laboratorio del rispetto e dell’uguaglianza, dove la fruizione del sapere è vista come crescita collettiva da indicare al mondo?
È importante che la scuola possa contare sulla cultura del rispetto da parte di tutte le istituzioni e di tutte le gerarchie, che le istituzioni in particolare sappiano affrontare senza ipocrisie, senza bigottismi, senza discriminazioni, senza pregiudizi, la questione omosessuale e in particolare il ministero dell’Istruzione sappia dare direttive serie e concrete, come ha saputo fare in materia di religioni, di integrazione culturale, di conoscenza delle diverse abilità, portando la scuola italiana molto avanti nel mondo. Non abbiamo bisogno di colpevoli e di punizioni, ma di una volontà seria di fare concretamente e positivamente i conti, anche se scomodi, con una realtà presente, sofferente, che soprattutto nel momento in cui si accinge a costruire il proprio progetto di vita, ha bisogno di avere attorno attenzione, progettualità, cura, amore. C’è bisogno di direttive chiare e severe contro atti di discriminazione delle persone omosessuali, che spesso avvengono anche da parte dei docenti. Serve un organismo autorevole che vigili, prevenga, guidi, fornisca strumenti, anche servendosi dell’ottimo lavoro delle associazioni omosessuali e delle famiglie di omosessuali, come l’AGEDO. Dietro il silenzio e l’indifferenza, c’è una grande solitudine e una grande sofferenza dei giovani omosessuali e delle loro famiglie.
La politica del sostegno alle famiglie passa anche attraverso l’attenzione verso queste sofferenze, verso le famiglie impegnate quotidianamente a proteggere i propri figli omosessuali contro il pregiudizio della società, la condanna delle Istituzioni, la precarietà forzata di un progetto di vita.
Quanta fatica deve essere costato alla madre di Matteo questo affanno quotidiano!
La scuola quindi deve ritrovarsi e riproporsi come luogo-sintesi di relazioni, all’interno delle quali nessuno debba sentirsi fuori posto, escluso, discriminato, e dove nessuno senta il bisogno di escludere e di discriminare, non dimenticando che anche gli attori del bullismo sono espressione di un malessere.
Senza queste premesse fallisce il progetto scolastico, ma fallisce anche il progetto sociale, perché se è vero che è della scuola il compito educativo, è anche vero che la scuola non può essere lasciata sola ed essere indicata come la sola responsabile delle tragedie. Il futuro dei nostri giovani non è solo nelle mani della scuola, ma anche, e soprattutto, nelle mani di ognuno di noi.

Vanni Piccolo
Dirigente scolastico
Presidente nazionale GayLeft








Postato il Lunedì, 09 aprile 2007 ore 00:05:00 CEST di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi