Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 556453812 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2022

La forza della lettura al Liceo Lombardo Radice con Libriamoci
di a-oliva
838 letture

Quando l’arte porta lontano: primo premio, premio del presidente della giuria e menzione d’onore per il Convitto Cutelli al Premio Enrico Bonino
di a-oliva
728 letture

LA SCUOLA COME LA VORREI. Il Ministro Valditara interroga i presidi
di a-oliva
521 letture

La scuola fuori… non come prima di Lorenzo Bordonaro e Teresa Garaffo
di a-oliva
463 letture

Ma il Merito non era di sinistra?
di a-oliva
453 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Il Presidente dell'Associazione degli ex allievi del Convitto Nazionale ''M. CUTELLI'' Prof. Filippo Galatà, ha donato al Dirigente Scolastico Prof. Stefano Raciti lo stemma in legno del Casato Cutelli.
·GRAN CONCERTO DI BENEFICENZA per “La Civita” di Catania
·Dal Pozzo di Gammazita una rete di associazioni per conoscere la città
·Venerdì 16 Luglio alle ore 19, presso la Corte Vaccarini del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” presentazione del libro degli Ing. Gaetano e Fabrizio D’Emilio: #ACCADDEACATANIA
·UCIIM Sezione di Tremestieri Etneo. Incontro con l’autore: Roberto Russo


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: LA «PROF» RACCONTA: Vita da «riformata» dietro a una cattedra

Rassegna stampa

Da vent’anni a questa parte, di certezze ne hanno avute davvero poche. E chi ha cominciato a insegnare proprio all’inizio degli anni Ottanta, oggi può vantare all’attivo ben quattro riforme della Scuola (una è in corso d’opera), più leggi, leggine e aggiustamenti vari alle riprogrammazioni che si sono succedute nel tempo: dall’autonomia di Berlinguer, al riordino dei cicli di Tullio De Mauro; dalla rivoluzione morattiana, al "cacciavite" di Giuseppe Fioroni. Una vita "riformata" tra i banchi, fatta di pochissimi vantaggi - cambiamenti hanno forzato la scuola italiana a un costante dibattito, all’autoanalisi, alla ricerca, all’innovazione, svegliandola dal suo nobile letargo" - e caratterizzata da una moltitudine di riflessi negativi, con la presenza di norme contraddittorie, procedure farraginose, assenza di chiari standard e di precise direttive sulle prestazioni da fornire. Una vita "riformata" dietro la cattedra, come quella di Maria Pina Crifò, 56 anni, e buona parte di questi spesi ad inerpicarsi lungo i sentieri del precariato, del pendolarismo e del caos che contraddistingue il quadro normativo del sistema. Ha iniziato la sua carriera da rivoluzionaria romantica - non mi piaceva la scuola ai miei tempi, e mi sarebbe piaciuto cambiarla» - e oggi, pochi anni dalla pensione, può dire fermamente: «Siamo tutti disorientati, docenti e alunni (noi, aggiungeremmo anche i politici, ndc): nessun escluso».
Oggi la prof.ssa Crifò insegna filosofia, pedagogia, psicologia, sociologia e metodologia della ricerca al liceo sperimentale "Regina Elena" di Acireale, ma di strada ne ha dovuta fare tanta, prima di raggiungere il traguardo prefissato: laureatasi velocemente in Pedagogia (aveva 22 anni), ha infatti cominciato a impartire lezioni nelle scuole private per ottenere punteggio, frequentando frattanto i corsi abilitanti per "Storia e filosofia". Dopo pochi mesi, è arrivato il (vecchio) concorso nazionale a cattedra, che l’ha vista partecipare allo scritto (per insegnare alle Medie) nel lontano ’72: Eravamo migliaia per pochissimi posti disponibili: lo superai brillantemente». Ma in attesa di sostenere gli orali, per ben 7 anni la nostra Maria Pina è rimasta in bilico, senza ricevere alcuna notizia da parte del ministero, che le recapitò il messaggio di convocazione a pochi giorni dal suo matrimonio. Il tutto, proprio quell’anno (era il ’79) in cui, dopo tanto peregrinare (Adrano e Caltagirone) aveva finalmente ottenuto una supplenza annuale allo Spedalieri di Catania: «Il telegramma ministeriale mi è stato recapitato insieme a quelli delle nozze - spiega la professoressa Crifò - tant’è che inizialmente non avevo neanche capito che si trattava del concorso, visto che era passato così tanto tempo... Così, presa alla sprovvista, ho annullato la "luna di miele" e sono partita con mio marito verso Roma, trascinandomi dietro due valigie cariche di libri, e chiedendo al preside dello "Spedalieri" di trovare la supplente della supplente, in attesa di conoscere l’esito».
Oggi, mentre ripensa a quei tempi, le scappa un sorriso, tra malinconia e nostalgia. Da lì, l’ambita conquista e una cattedra "tutta sua" presso una scuola media della piccola frazione di Nunziata di Mascali e l’inizio di tutte quelle trasformazioni che hanno stravolto gli assetti delle scuole. Fino ai giorni nostri. «Per comprendere tutte queste Riforme devi essere un pedagogista: è pesante cambiare di frequente, non tutti riescono ad adattarsi dice la professoressa che è iscritta all’Albo Nazionale dei Pedagogisti clinici dal 1999 - Hanno combinato tanti pasticci: nessun processo di riorganizzazione è riuscito a concludersi, la politica non lo ha permesso. Come se non bastasse, la scuola italiana vive quello che alcuni studiosi hanno chiamato "eccesso di competenze", cioè il rifiuto di ogni innovazione in nome della propria raggiunta eccellenza didattico-pedagogica-organizzativa. Io invece sono favorevole un cambiamento drastico, purché si raggiunga l’obiettivo di una scuola Europea, aperta a 360 gradi e fortemente innovativa».
Tutte le riforme degli ultimi dieci anni hanno avuto un solo carattere comune: l’incompletezza. La Moratti ha sì cercato di raggiungere tutti i settori della sistema dell’istruzione, ma non è riuscita a portare a termine il suo programma. Così le riforme e le vecchie norme convivono con una serie di sovrapposizioni e contraddizioni che producono non poca inefficienza nel sistema: «Condividevo molti punti della Riforma del 2003, ma oggi, con le nuove direttive, siamo di nuovo punto e capo: basti pensare che quest’anno dovrò andare presso un altro istituto per valutare i ragazzi dei miei colleghi, mentre qualcuno verrà qui, per seguire la Maturità dei miei alunni. Mi sembra assurdo. Non c’è fiducia nei confronti degli insegnanti che, dopo cinque anni, conoscono bene i risultati attesi e quelli raggiunti dalle loro classi». in attesa di una svolta concreta: «Basta con la "riformite", che rischia di farci ammalare tutti».

ASSIA LA ROSA (da www.lasicilia.it)









Postato il Mercoledì, 21 febbraio 2007 ore 13:53:44 CET di Renato Bonaccorso
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.65 Secondi