Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 523373403 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2021

Solidarietà del CCR alla dott.ssa GIOVANNA BODA. Ambasciatrice dell’Educazione Civica
di a-oliva
3969 letture

Giornale scolastico: Informa-Azione all'IIS Francesco REDI di Paternò
di m-nicotra
3799 letture

L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
di a-battiato
3390 letture

Sogno d’una notte d’inverno, tra città e saperi
di a-battiato
3221 letture

Il Ministro Bianchi elogia la preside Brigida Morsellino. “Grazie per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola”
di a-oliva
3135 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sondaggi
Sondaggi

·Universita’di Catania: dirigenti d’oro con stipendi cresciuti del 50%
·A tenaglia sulla questione della illegittima reiterazione delle nomine a t.d. nelle scuole
·Sezioni Primavera - Esiti monitoraggio
·Questionario sul Valore Legale della Laurea, termine ultimo 24 aprile 2012
·Miur e Istat assieme per la diffusione della cultura statistica nelle scuole


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: ECCO PERCHE' SULLA SCUOLA LA FINANZIARIA DEVE CAMBIARE

Opinioni
Ecco perché sulla scuola
 la finanziaria deve cambiare.

 di Salvatore Nocera,da Educazione & Scuola del 6/11/2006

 

BOLOGNA - L'articolo 66 (comma 1 lett. "a") della proposta di legge finanziaria per il 2007 stabilisce che. "nel rispetto della normativa vigente" il numero degli alunni per classe dovrà aumentare mediamente dello 0,4%. Nell'espressione "rispetto della normativa vigente" dovrebbe intendersi "ivi compreso il decreto  ministeriale n. 141/99", che fissa a 25 il numero massimo degli alunni nelle classi dove è presente un alunno con disabilità certificata ed a 20 quello massimo nelle classi frequentate da più di un alunno con disabilità certificata (la Fish ha sempre sostenuto un massimo di due per garantire la qualità dell'integrazione scolastica). Per evitare interpretazioni pericolose la Fish aveva proposto un emendamento che non è stato nei fatti presentato da nessuno dei parlamentari. Mi domando: ciò è avvenuto perché ritenuto pleonastico, data l'espressione "nel rispetto della normativa vigente , ivi compreso quindi anche il  decreto ministeriale n. 141/99? E se per " normativa vigente "il Ministero dell'Economia volesse intendere solo quella legislativa e non anche quella secondaria amministrativa?

 In tal caso i problemi per l'integrazione scolastica diverrebbero insormontabili e il  decreto ministeriale n. 141/99 verrebbe abrogato. Se si sfondano quei limiti avremo classi con alunni disabili più affollate. Ciò determinerà una minore o mancata presa in carico del progetto di integrazione scolastica da parte dei docenti che attualmente, salvo rare eccezioni, è già assai bassa. A seguito di ciò i genitori chiederanno con maggiore insistenza l'aumento del numero di ore di sostegno, cercando di ottenere di più e in caso di diniego dell'amministrazione ricorreranno sempre più frequentemente ai tribunali che già, in questi ultimi due anni, hanno dato il massimo delle ore in oltre 400 casi con sentenza che condanna l'amministrazione al risarcimento anche dei danni esistenziali. In più di un caso le sentenze hanno stabilito un numero di ore di sostegno "per tutta la durata dell'orario scolastico". Così nelle scuole a tempo pieno ed in quelle di scuola secondaria di secondo grado si sono avute sentenze che condannano l'amministrazione a fornire sino a 40 ore settimanali di sostegno. E' questo il risparmio che si vuole realizzare con la finanziaria? Siamo convinti che bisogna evitare gli sprechi, quali ad esempio classi piccole con tutte le ore possibili di sostegno, dove basterebbero meno ore solo se i docenti di classe si occupassero veramente degli alunni con disabilità.

 Se l'intento dell'amministrazione fosse quello di rispettare solo formalmente questo decreto per le classi con un massimo di 20 alunni, potrebbe essere tentata a concentrare in ciascuna di esse molti alunni con disabilità certificata, vanificando per altro verso lo spirito e le buone prassi dell'integrazione. Si dice che la norma della proposta di legge finanziaria sia dettata dalla necessità di adeguare il rapporto della scuola italiana, che è pari a circa un docente ogni 9 alunni comunque frequentanti, a quello della media europea che è pari a circa uno a 11. Sull'Unità del 31 ottobre il viceministro della Pubblica istruzione Mariangela Bastico riporta dati diversi: in Italia un docente ogni 14 alunni, mentre in Europa un docente ogni 11. Ma finalmente il viceministro Bastico chiarisce anche ciò che nessuno, tranne la Fish, aveva precisato e cioè che in Italia il rapporto è più costoso, perché qui abbiamo da oltre trent'anni realizzato l'integrazione scolastica generalizzata degli alunni con disabilità nelle classi comuni, per i quali abbiamo un rapporto di un docente specializzato per il sostegno mediamente ogni 1,87 alunni disabili certificati.  In Europa questi alunni fanno un percorso educativo separato in classi speciali che costano ben di più di un docente ogni 1,87. Inoltre in Italia abbiamo realizzato la scuola a tempo pieno ed a tempo prolungato che certamente richiede un maggior numero di docenti per contrastare lo stato di disagio di alunni con difficoltà di apprendimento non riconducibili a situazioni di disabilità certificata.

 In Europa le spese per gli alunni con disabilità e la scuola a tempo pieno vengono contabilizzate in bilancio come "spese sociali", mentre in Italia come " spese per la pubblica istruzione". Se, anche in Europa, tali spese venissero contabilizzate nel bilancio della pubblica istruzione, il rapporto di un docente ogni 11 alunni si porterebbe assai vicino a quello italiano di uno ad 11. Per questo la Fish insiste perché il decreto ministeriale n. 141/99 sul numero massimo di alunni nelle classi frequentate da alunni con disabilità rimanga in vigore. Neppure il governo Berlusconi ebbe il coraggio di abrogare tale decreto!

Salvatore Nocera
 vicepresidente Fish e responsabile del settore giuridico dell'osservatorio dell´Aipd sull'integrazione scolastica









Postato il Mercoledì, 08 novembre 2006 ore 00:52:54 CET di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.28 Secondi