Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547903788 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2022


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Un governo contro la scuola
·Le linee guide che spezzano la scuola, non la riaprono
·Il ministro blocchi il progetto scuola/esercito in Sicilia
·Una campagna nella scuola contro le falsificazioni anticomuniste della storia
·Gli amici delle scuole private all’attacco della Costituzione


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Pensioni: La nota del Fondo Scuola Espero dopo la trasmissione Report del 21 maggio

Comunicati
La nota del Fondo Scuola Espero dopo la trasmissione Report del 21 maggio

A proposito di molte delle informazione date nel corso del programma Report de 21 maggio scorso, il Fondo Espero ha diramato una nota nella quale mette in evidenza la confusione che può essere stata generata dal fatto che i contenuti della trasmissione erano incentrati sull’analisi del funzionamento dei fondi pensione “aperti”, quelli, in buona sostanza, proposti dalle banche.

Come è noto c’è una profonda differenza tra fondi "aperti” e fondi "chiusi”, questi ultimi di natura negoziale, qual è appunto il Fondo Espero costituito per i lavoratori della scuola per offrire una possibilità di integrazione delle prestazioni garantite dalla previdenza pubblica.

Peraltro, i fondi “chiusi” non hanno e non possono avere scopo di lucro ed i benefici devono essere interamente devoluti agli associati.

Il Fondo Espero a breve costituirà gli organismi statutari definitivi, a seguito del raggiungimento delle richieste di adesione che hanno superato le 50.000 (un numero di molto superiore alle 30.000 previste dalle norme) a riprova del grande consenso che questo strumento riscuote tra i lavoratori della scuola.

Roma, 25 maggio 2006

Precisazioni su una trasmissione televisiva   In merito alle informazioni riportate dalla puntata di domenica 21 maggio della trasmissione di  Rai Tre Report,  Fondo Espero intende precisare quanto segue:       Il sistema di previdenza complementare è incentrato sul concetto di “contribuzione definita”  ovvero è predefinito il livello di contribuzione mentre è variabile il risultato finale.   Tale risultato dipende dalla contribuzione al Fondo e dal rendimento ottenuto dalla gestione  finanziaria.     La gestione finanziaria di un fondo pensione chiuso (come Espero) è orientata  alla massima  prudenza. In particolare all’inizio si comincia con un unico comparto di investimento per poi  passare ad un’offerta più ampia.     Semplificando, un profilo più rischioso, nel medio-lungo periodo può offrire rendimenti più  elevati e quindi è indicato per chi andrà in pensione fra molti anni. Inoltre alcuni fondi chiusi  stanno introducendo linee garantite nelle proprie gestioni per rispondere all’esigenza di  sicurezza dei propri iscritti, specie di quelli  che andranno in pensione in tempi relativamente  brevi.       Ricordiamo che Espero non è ancora in gestione finanziaria operativa perché sta rinnovando i  propri organi associativi. L’elezione, fissata al 13 ottobre, determinerà l’assemblea dei soci tra  tutti gli iscritti al Fondo.       Durante la trasmissione è stato valutato un fondo pensione dopo 6 anni di partecipazione. E’  un errore notevole, ai limiti della scorrettezza, perché l’orizzonte di un fondo pensione, per chi  percepisce una rendita, non è così limitato. Chi partecipa ad un fondo per un periodo breve può  andare incontro ad oscillazioni di mercato.   Va inoltre evidenziato che nei 6 anni trascorsi è contenuto un shock finanziario come l’11  settembre che si è protratto per alcuni anni.       Per un confronto tra i rendimenti del TFR e quelli del mercato finanziario invitiamo a leggere la  relazione della Covip , l’Autorità di controllo del settore, che è fonte imparziale preposta a  tutelare gli interessi degli iscritti  (vedi Covip, relazione per il 2004 , pag. 88, scaricabile dal  sito www.covip.it.)       Dal punto di vista dei costi ricordiamo che il fondo chiuso ha una struttura estremamente  snella (quota associativa e costi di gestione sulle linee), nel senso che non lucra sui contributi  dei soci. Per dovere di completezza ricordiamo che anche gli altri prodotti previdenziali stanno  modificando la loro comunicazione verso una maggiore trasparenza.       Per quanto riguarda il crack di Cirio e Parmalat è opportuno leggere l’audizione del Presidente  Covip del 29 gennaio 2004 che relaziona alle Camere riunite sull’impatto dei due dissesti  finanziari sui fondi pensione. Nel testo dell’audizione si legge che “le patologie denunciate  hanno avuto ricadute dirette sul settore della previdenza complementare molto limitate e tali  da non pregiudicare la tenuta del comparto, né inficiare i risultati positivi delle gestioni  finanziarie dei fondi pensione nel 2003”. L’audizione è scaricabile al link  http://www.covip.it/documenti/PDF/Altro/AUDIZIONE_Testo.pdf
La forza di un fondo chiuso sta proprio nell’opportunità offerta agli iscritti di un controllo serio e  professionale sulle operazioni finanziarie che il singolo risparmiatore avrebbe difficoltà ad  esercitare autonomamente. Il fondo pensione inoltre, potendo contrattare con i gestori  finanziari per conto di un numero elevato di aderenti (Espero ha  attualmente oltre 50.000  iscritti)  ottiene costi decisamente più bassi rispetto ai prodotti individuali.       Una precisazione infine sulle rendite. Stiamo considerando la previdenza che integra quella  obbligatoria. Alla fine del periodo di permanenza nel fondo il lavoratore accumula un importo   che dipende, come già detto, dai contributi e dal loro rendimento. Ebbene, le disposizioni in
vigore prevedono che tale importo sia gestito dalle imprese di assicurazione che lo trasformano  in pensione, cioè in pagamenti periodici vita natural durante. Dunque, se le donne hanno una  durata probabile di vita più elevata degli uomini, vuol dire che riceveranno rate inferiori di  importo, ma per un numero superiore di anni, sulla base di quella che è chiamata equivalenza  attuariale, cioè le due prestazioni sono equivalenti in funzione della maggiore durata di vita.  Non si può quindi affermare che le donne sono discriminate. Semplicemente, vivendo di, più  ricevono un importo equivalente a quello degli uomini .       Il vecchio sistema pensionistico è entrato in crisi proprio perché non ha considerato la  demografia; l’introduzione del sistema contributivo ha esattamente gli stessi effetti. A parità di  contributi un lavoratore che va in pensione oggi percepisce molto di più di chi andrà in  pensione fra 20 anni.       Senza addentrarci in valutazioni politiche che non competono a noi, vista la realtà dei fatti, la  domanda giusta è: come fronteggiare al  meglio la situazione? Espero è una delle risposte, con  le più alte garanzie di trasparenza e correttezza.       Fondo Espero     24 maggio 2006









Postato il Sabato, 27 maggio 2006 ore 00:20:00 CEST di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi