Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547842189 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1939 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1901 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1844 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1767 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1744 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Bocelli e Mitoraj a Noto per promuovere i siti Unesco Siciliani
·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Precariato: ZAPATERO DICHIARA GUERRA AL LAVORO PRECARIO: COME AVERE UN POSTO FISSO

Comunicati
Zapatero dichiara la guerra al lavoro precario

 Approvata riforma che rende obbligatorio il posto fisso dopo due anni di flessibilità

 di Franco Mimmi/ Madrid

 NEL BUON ANDAMENTO dell’economia spagnola, che da anni riesce a superare la media di crescita europea attestandosi attorno al 4%, non mancano i punti deboli. Primo: la scarsa produttività, dovuta alla carenza di investimenti da parte delle aziende.
 Se-
 condo: una inflazione attorno al 4%, quasi il doppio della media Ue, dovuta in buona parte alla speculazione edilizia. Terzo: la precarietà del mercato del lavoro, dove i contratti temporanei rappresentano circa il 30% del totale contro il 14% europeo, dovuta in buona parte all’impunità con la quale le aziende sfruttano i dipendenti violando spesso e volentieri le norme. Almeno a questo terzo punto, il governo socialista di Zapatero ha cercato di mettere riparo con una riforma stilata d’accordo con la confindustria (Ceoe) e i due maggiori sindacati (Union general de trabajadores e Comisiones obreras), destinata a entrare in vigore entro luglio. Con questa riforma, gli imprenditori riceveranno un premio se trasformeranno in contratti a tempo indeterminato i contratti temporanei. Questo significa che sono riusciti ad ottenere dei sussidi pubblici anche per fare ciò che molto spesso avrebbero dovuto fare comunque e senza premi, perché la casistica dei contratti a termine fuori norma è vastissima: da quelli di 11 mesi, con riassunzione dopo un mese sicché non scatta l’anzianità, a quelli di 5 giorni, con licenziamento il venerdì e riassunzione il lunedì. Per dare un’idea di come vanno le cose, basti dire che la durata di metà dei contratti temporanei non supera il mese, e che dei contratti firmati ogni mese quelli fissi rappresentano appena un 10%. Con la riforma, dovrà essere fatto fisso il dipendente che abbia accumulato in una impresa contratti temporanei superiori a due anni nello spazio di 30 mesi.
 Il governo spera che i datori di lavoro sviluppino una maggior coscienza sociale grazie alla sintesi di due fattori: non riceveranno più i sussidi fin qui previsti per i contratti a termine, però avranno un premio di 800 euro all’anno per tre anni per ogni contratto trasformato in definitivo entro la fine del 2006. Sarà invece di 500 euro, anche oltre quella data e senza limite di tempo, il sussidio per la trasformazione in indefiniti dei contratti di formazione e di quelli «di rilievo» (per esempio, il rimpiazzo di un pensionato). Un sussidio speciale, attorno ai 3000 euro all’anno per quattro anni, sarà riservato a chi impieghi in forma definitiva un lavoratore portatore di handicap, mentre 1.200 euro toccheranno a chi impieghi una donna che entri nel mondo del lavoro, 850 euro se già era inserita in esso. Quanto ai contratti indefiniti per i giovani, riceveranno un sussidio di 800 euro. Inoltre saranno ridotti di mezzo punto i contributi che le aziende pagano al fondo di disoccupazione. Per vigilare su tutto ciò, e sull’abuso dei subappalti (sarà considerato illegale che un’azienda ceda a un’altra solo mano d’opera, senza alcun valore aggiunto), verrà aumentato del 20% il numero degli ispettori, e si auspica che anche le Regioni varino organi analoghi. Un maggiore appoggio ai lavoratori dipendenti proverrà anche dal Fondo di garanzia salariale, che aumenterà l’indennizzo, a chi lavorasse per una impresa che ha dichiarato fallimento, da 25 a 30 giorni per anno lavorato (con un massimo di un anno di salario), e da 120 a 150 i giorni di stipendio pagati. Inoltre tali aiuti verranno dati anche ai dipendenti con contratto a termine, fin qui esclusi.
 Per trarre le prime conclusioni bisognerà attendere qualche mese dopo l’entrata in vigore della riforma. Infatti le parti in causa si sono dichiarate soddisfatte dell’accordo raggiunto, ma pochi si sono azzardati a fare previsioni. Unica eccezione il sottosegretario all’occupazione, Valeriano Gómez, secondo il quale le misure adottate potrebbero riguardare un milione di persone. Attualmente vi sono in Spagna, paese di circa 43 milioni di abitanti, 18,5 milioni di affiliati alla previdenza sociale (di cui l’8% rappresentato da immigrati non comunitari). I disoccupati sono invece circa 2 milioni, ovvero il 9,4% della forza lavoro. Il ritmo al quale si vanno creando posti di lavoro è buono, ma nell’ultimo anno la percentuale di disoccupati è aumentata di qualche decimo per la massiccia entrata nel mercato del lavoro di immigranti e di donne. Queste ultime costituiscono il 61% dei senza lavoro.


Nota: Unità 7 maggio 2006








Postato il Lunedì, 08 maggio 2006 ore 00:20:00 CEST di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi