Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547605141 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1914 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1871 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1786 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1728 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1709 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Recensioni
Recensioni

·Kaleidoscopio di Enzo Randazzo alla Fondazione Verga di Catania
·All'Ursino Recupero presentato il volume dell'italianista Maria Valeria Sanfilippo
·Venerdì 7 luglio, alle 17:00, all’Ursino Recupero (via Biblioteca 13), avrà luogo la presentazione del volume “Giuseppe Bonaviri e le Novelle saracene” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo
·La Madonna dei Bambini a Sant’Agata La Vetere
·Un libro per amico, 'Un milanese a Catania' di Gianluca Granieri


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Cultura e spettacolo: PREGO, PROFESSORE, SI ACCOMODI SUL BANCO DEGLI IMPUTATI

Opinioni
Prego professore, si accomodi sul banco degli accusati 19 dicembre 2005 - Il Giornale In Italia si torna a parlare di educazione. Mentre il ministro Letizia Moratti difende la sua riforma ribadendo la volontà di mettere l'educazione al centro del sistema scolastico, escono tre libri e un film che trattano il tema. Sono Gli anni di viaggio di Wilhelm Meister di Goethe (Medusa), Il sopravvissuto di Antonio Scurati (Bompiani), Mine-Haha ovvero dell'educazione fisica delle fanciulle di Frank Wedekind (Adelphi), da cui è tratto il film omonimo. Circostanze che invitano a riflettere sui principi educativi alla base della nostra cultura. Con il processo di secolarizzazione avviato dall'illuminismo, la cultura e la scienza occidentali hanno rigettato le forme di sapere tradizionali, sintetizzate ad esempio in quella grandiosa opera di formazione che è la Divina Commedia, o dall'ideale dell'Uomo rinascimentale, la cui educazione si basava sui più alti valori etici ed estetici. La cultura classica greca e latina, il tomismo, il platonismo, pur con le loro differenze, erano accomunati dal riconoscimento dell'origine divina dell'uomo e del cosmo. Ogni allievo si affidava rispettosamente alla guida del maestro per appropriarsi dei principi fondamentali, riservandosi in seguito la possibilità di rimanergli fedele o di opporsi a lui e tradirlo. Negli ultimi decenni l'abbandono di questo modello ha subito una forte accelerazione e si è accompagnato all'istituzione della scolarizzazione di massa. Il libro di Scurati delinea uno spaccato impietoso dell'ambiente scolastico, dominato dalla sciatteria e dal disinteresse verso l'alto compito formativo e privato della sua valenza ideale. Al centro di questo quadro desolante sta un professore, l'unico apparentemente in grado di aprire un canale privilegiato di comunicazione con gli studenti. Ma il suo tentativo di trovare un senso alla strage compiuta dal suo allievo prediletto si risolve in un nulla di fatto. Si può interpretare questo fallimento come la cifra di un uomo disilluso, capace di «fissare l'orrore», ma non di trovare una qualsiasi forma di riscatto. Da lui non viene nulla di costruttivo, nessuna trasmissione di valori o identità. Il racconto di Wedekind, del 1900, rappresenta la trasposizione dell'art pour l'art nel campo dell'educazione. Le giovanissime ospiti di un collegio della Turingia vengono allevate trascurando l'ambito spirituale e concentrandosi su quello corporeo. Il rapporto delle insegnanti con le allieve consiste esclusivamente nell'esempio e non prevede il dialogo. Le bambine vengono avviate alla danza, al canto, alla recitazione, ma non viene trasmesso loro alcun valore: la loro identità individuale è sacrificata a una collettività indistinta. Nelle intenzioni di Wedekind, doveva essere solo la prima sezione di un progetto più ampio, che prevedeva un seguito e una parte sull'educazione dei ragazzi. Quello che abbiamo è dunque l'embrione di un'utopia, di cui sarebbe stato bello leggere il seguito, e di cui è significativo anche il fatto che sia rimasta incompiuta. Chiudiamo con un maestro la cui lezione è rimasta inascoltata. Goethe coltivò per tutta la vita il progetto della Bildung, il processo di formazione della persona umana pensata in continuità con l'infinita metamorfosi della natura. Un ideale concepito in chiave anti-illuministica e incarnato, oltre che da Faust, da Wilhelm Meister. I suoi «anni di viaggio» proseguono gli «anni di apprendistato» raccontando la seconda parte della sua vita. Il viaggio diventa la grande metafora dell'educazione. Wilhelm percorre le strade del mondo in compagnia del figlioletto, che sente il dovere di educare nel migliore dei modi e che finirà per affidare a un istituto pedagogico di ispirazione utopistica, dove il cristianesimo è preso a modello etico ed estetico. Ma anche lui stesso continua a imparare dalle infinite suggestioni, allusioni, incontri, lettere, racconti, allegorie, simboli, che affollano il suo cammino e lo guidano nel segno della nostalgia, il familiare richiamo di una lontana patria nel cosmo. Si delinea così un processo di formazione guidato dalla bellezza della natura, dell'arte, della poesia, un ideale estetico ispirato a quello antico e rinascimentale, ma in grado di affrontare i vuoti e le disarmonie della modernità, preparando gli uomini alle affascinanti sfide del presente.








Postato il Martedì, 20 dicembre 2005 ore 00:15:00 CET di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi