Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 523378540 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2021

Solidarietà del CCR alla dott.ssa GIOVANNA BODA. Ambasciatrice dell’Educazione Civica
di a-oliva
3969 letture

Giornale scolastico: Informa-Azione all'IIS Francesco REDI di Paternò
di m-nicotra
3799 letture

L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
di a-battiato
3390 letture

Sogno d’una notte d’inverno, tra città e saperi
di a-battiato
3221 letture

Il Ministro Bianchi elogia la preside Brigida Morsellino. “Grazie per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola”
di a-oliva
3135 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Rassegna stampa
Rassegna stampa

·Il Ministro Bianchi elogia la preside Brigida Morsellino. “Grazie per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola”
·Vaccini, Sicilia prima in Italia. Figliuolo: “Ora raddoppiare”
·17 marzo - 160 anni L’Italia nel cuore. Iniziative dei Ragazzi Sindaci con il patrocinio della Camera dei Deputati e del Presidente dell’ANCI. Lezione di Educazione civica applicata
·Catania, al polivalente Valdisavoia con la rete civica della salute percorsi di competenze trasversali in democrazia partecipata, empowerment e cittadinanza responsabile
·Completato l’assetto politico-amministrativo del Ministero. Quale futuro immaginare?


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Costume e società: Cosmologia, Antropologia ed eclissi di Luna

Redazione
La cosmologia tolemaica  (la Terra è al centro dell'universo e tutto gira intorno ad essa) non è solo una visione scientifica: è anche una filosofia. Se la Terra occupa il centro geometrico di tutto, ciò avviene in vista dell'uomo, considerato come il beneficiario finale dell'atto creativo di Dio, così come è attestato dagli autori dei primi capitoli della Genesi: per illuminare i giorni e le notti dell'uomo sono stati messi in cielo i due grandi luminari e per servire all'uomo sono stati creati tutti gli animali; anzi, Adamo  fin dal primo momento mostra di prendere sul serio il suo ruolo di signore del creato, imponendo un nome a ogni animale.

Questa cosmologia e l'antropologia che le è sottesa implicano (o presuppongono) una radicale asimmetria tra la Terra e il resto del mondo: nella Terra esistono i classici quattro elementi; al di fuori di essa ne esiste un quinto del tutto eterogeneo; i "pianeti" (cioè, i corpi celesti che noi chiamiamo con questo nome, più il Sole e la Luna) esercitano i loro influssi sulla Terra e sugli uomini, ma nessun autore di osservanza tolemaica ha mai pensato che la Terra potesse mandare i suoi “influssi” sui corpi celesti; i pianeti si muovono di moto circolare, mentre sulla Terra il moto naturale (cioè, non forzato) è rettilineo; come gli oggetti terrestri si muovono solo finché si applica loro una forza motrice, così è per i pianeti, i quali si muovono perché schiere di angeli impartiscono loro in continuazione la spinta occorrente etc. 

Nessuna di queste asimmetrie sopravvive alla transizione al modello copernicano, il quale diventa espressione di una filosofia antitetica alla precedente:  se il centro dell'Universo ora è il Sole  e la Terra è estromessa dal centro del mondo, allora la Terra sta in un punto “qualunque” dell’universo, un punto che non si distingue per nessuna peculiarità: tutti i punti dell’universo sono equivalenti tra loro. Newton dimostra che la Terra da una parte e la Luna e il Sole dall’altra sono legati da una relazione simmetrica: la forza di gravità lega la Terra al Sole e alla Luna  così come lega il Sole e la Luna alla Terra; se la Luna produce le maree sulla Terra, è anche vero che la Terra produce maree sulla Luna, come dimostra la rotazione sincrona della Luna (la Luna ci rivolge sempre la stessa faccia); mentre Comte, in pieno XIX secolo, asseriva che mai avremmo conosciuto la natura dei corpi celesti, un oscuro ottico tedesco - Fraunhofer - andava scoprendo una miriade di righe scure nello spettro del Sole, nelle quali furono presto riconosciute le “impronte digitali” degli stessi elementi che sono presenti sulla Terra. 

Eppure, c’era una forma di “influsso” della Terra su un corpo celeste - sulla Luna - che era ben visibile a tutti: è la debole luminosità delle parti della Luna che non sono illuminate dal Sole (p.es., al primo quarto) e che solo Galileo seppe correttamente interpretare come dovuta alla luce che la Terra invia sulla Luna, riflettendo su di essa parte della luce che la Luna manda sulla Terra; durante le eclissi di Luna, invece la Luna - pur immersa nel cono d’ombra della Terra, ci appare debolmente luminosa  perché la luce del Sole, passando attraverso l’atmosfera terrestre, subisce una deviazione dalla linea retta (è la rifrazione) che ne porta una parte a illuminare debolmente la Luna. Bastava chiedersi il perché di questa  luminosità di parti della Luna non esposte al Sole per avere un primo serio indizio della fallacia della filosofia tolemaica.

Galileo avrebbe arricchito il quadro indiziario di molti altri argomenti (le fasi di Venere,  i satelliti di Giove, il principio di relatività...), insufficienti per convincere il Santo Uffizio ma sufficienti per Newton e per tutti quei fisici  e astronomi che non aspettarono la prova regina (la parallasse  annua delle stelle) per accettare il modello di Copernico. Pensiamoci, stanotte, quando vedremo la Luna emanare una “irragionevole” luminosità: in quella luce c’è un segno della simmetria che lega la Terra al resto dell’universo, anzi, c’è un segno dell’unità dell’universo.  C’è un segno di come la forza dei pregiudizi possa essere tale che gli uomini continuino a restare ciechi pur vedendo la luce.

Maurizio Ternullo








Postato il Martedì, 29 settembre 2015 ore 03:30:00 CEST di Nuccio Palumbo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi