Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 522994664 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2021

L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
di a-battiato
3331 letture

Sogno d’una notte d’inverno, tra città e saperi
di a-battiato
3169 letture

Giornale scolastico: Informa-Azione all'IIS Francesco REDI di Paternò
di m-nicotra
2862 letture

Il Ministro Bianchi elogia la preside Brigida Morsellino. “Grazie per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola”
di a-oliva
2437 letture

Solidarietà del CCR alla dott.ssa GIOVANNA BODA. Ambasciatrice dell’Educazione Civica
di a-oliva
1893 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Giornalisti nelle scuole, rinnovata l'intesa con il Ministero- collaborazione con l’UCSI
·Dichiarazione del presidente di confeuropa imprese Giuseppe Alizzio
·Il Coordinamento ITP chiede 'riconoscimento giuridico e pari dignità'
·Palazzo Chigi, 04/11/2020 - Il Presidente Conte illustra in conferenza stampa le nuove misure per fronteggiare l'emergenza da Covid-19
·Coronavirus, intesa tra regione e università sui medici specializzandi


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: Assunzioni precari scuola, esodo Sud-Nord per 7mila docenti su 9mila. Stefania Giannini: 'Tutto nella norma'

Rassegna stampa
L'esodo dei docenti da Sud a Nord c'è. È nei numeri snocciolati da Stefania Giannini, all'indomani della "notte dei precari". "Sono solo 7mila su 38mila", ha detto il ministro. Ma in realtà praticamente tutti (7mila su 9mila) quelli che stanotte hanno ricevuto una proposta d'assunzione per la "Fase B", la prima col meccanismo di mobilità, saranno costretti a spostarsi di centinaia di chilometri per diventare professori di ruolo. E non è ancora finita, perché altri ancora dovranno farlo con la "Fase C", l'ultima, la più corposa, prevista dalla riforma.

Nella conferenza stampa convocata a viale Trastevere, la Giannini ha ricordato tutte le cifre del piano straordinario di assunzioni: in attesa del potenziamento (55mila posti da assegnare a novembre), già 38mila immissioni in ruolo entro il mese di settembre. Comunque quasi 10mila in meno delle 47mila originariamente previste, per carenza di personale specializzato (specie nelle materie scientifiche) o di domande. Tutte cattedre che non saranno riassegnate e andranno a supplenza.

Il ministro ha provato a minimizzare il fenomeno della migrazione da Sud a Nord: "Sono solo 7mila docenti", ha detto. Questione d'interpretazione. I dati sono corretti, ma comprendono anche le prime due tranche di immissioni in ruolo: la "Fase Zero" e la "Fase A", che assegnavano i posti da turnover e quelli vacanti e disponibili, secondo le vecchie regole di nomina, e che avevano già portato a 29mila assunzioni entro la fine di agosto. Non appena è entrato in funzione il temuto meccanismo di mobilità, però, è scattato l'esodo: 2mila docenti costretti a spostarsi "di poco" (all'interno della propria Regione), 7mila ad ampio raggio. Secondo la direttrice Sud-Nord ben conosciuta dai precari della scuola.

Già nei giorni scorsi la Giannini aveva parlato di "mobilità fisiologica". E anche oggi ha ribadito il concetto: "E' la mobilità che c'è sempre stata, niente di nuovo sotto il sole. L'anno scorso 7.700 supplenti si erano trasferiti dalle Regioni meridionali, quest'anno almeno si muoveranno per un posto fisso". Non è detto che sia necessariamente un bene, per i diretti interessati: fare un sacrificio per qualche mese per portare a casa stipendio e punteggio è diverso da spostarsi in pianta stabile per almeno tre anni, come prevede la legge. Da Napoli a Milano, da Lecce a Brescia, da Crotone a Padova: la notte di passione dei precari è già piena di storie di trasferimenti lunghi e sofferti. Qualcuno ieri addirittura gioiva di non essere stato assunto. "Se qualcuno festeggia per non aver avuto il posto mi sembra che stiamo parlando di un altro mondo alla rovescia", ha commentato la Giannini. Ma la sua riforma ha suscitato anche questo tipo di reazioni. E altri stanno già cercando un escamotage per salvare lavoro e famiglia: congedi e permessi per accettare il ruolo senza trasferirsi e neppure rinunciare al contratto.

Colpa del meccanismo della riforma o semplicemente della situazione attuale della scuola italiana. "Purtroppo - ha spiegato la Giannini - la mappatura della domanda e dell'offerta è quella che è, e per forza orienta il piano di assunzioni. Noi dobbiamo tenere in considerazione anche il fabbisogno degli istituti, per questo stiamo mettendo in cattedra più docenti rispetto al passato". "C'è uno squilibrio - ha aggiunto - che taglia in due il Paese. Dopo questa ridistribuzione di capitale umano, l'obiettivo per il futuro deve essere far sì che il Sud offra le stesse opportunità del Nord, sviluppando anche gli altri due segmenti di questo Dicastero, università e ricerca".

Intanto, però, La buona scuola sta cominciando ad assumere i tratti di quella "deportazione" di massa paventata da docenti e sindacati. Nella "Fase B" che ridistribuiva 16mila posti residui delle prime due tranche, praticamente tutti i 9mila docenti coinvolti hanno ricevuto una destinazione più o meno lontana da casa. La Giannini assicura che "non è un algoritmo che ha deciso l'assegnazione delle cattedre, ma una attenta e ragionata visione della scuola". E che nella prossima fase la percentuale di trasferimenti sarà più circoscritta: "Il 5-6% al massimo secondo le nostre stime". Così fosse, per i 55mila posti di potenziamento che rappresentano oltre la metà delle cattedre create dalla riforma, l'incubo esodo verrebbe effettivamente ridimensionato. Ma alla fine dei giochi saranno comunque 10-15mila almeno i docenti costretti ad abbandonare tutto per seguire la loro vocazione di insegnanti.

Lorenzo Vendemiale - Ilfattoquotidiano.it








Postato il Giovedì, 03 settembre 2015 ore 01:00:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.33 Secondi