Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547709595 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1925 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1879 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1809 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1741 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1724 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Provinciale
Ufficio Scolastico Provinciale

·Commissione Premio Nicholas Green
·Delega scuole polo valutazioni istanze GPS ex art. 8 c. 5 O.M. 112/2022
·Aggiornamento graduatorie provinciali permanenti personale ATA (24 MESI) - Graduatorie a.s. 2022/2023 - Commissione esaminatrice
·Graduatorie ad Esaurimento Definitive del personale docente ed educativo valide per il triennio 2022/2025 della provincia di Catania con i relativi elenchi di sostegno
·Procedura per la selezione di unità di personale docente da destinare ai progetti nazionali ai sensi dell’art. 1 comma 65, legge n. 107 del 2015 per l’anno scolastico 2022/2023 presso l’USR per la Sicilia – Ufficio VII A.T. Catania - Riconferme


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Cultura e spettacolo: Il Caravaggio 45 anni dopo. Liberate il Caravaggio

Redazione
Sono passati inutilmente ben 45 anni, era fine ottobre del 1969, dalla trafugazione e dallo sfregio alla tela della Natività con i Santi Lorenzo e Francesco del Caravaggio conservata ma non protetta presso l'Oratorio di S. Lorenzo a Palermo. E da allora solo depistaggi, dichiarazioni inattendibili e, probabilmente, poche tracce riscontrate dell'opera. A ciò si inserisce l'ultimo sfregio contro il Caravaggio autorizzato da rassegnate Ististuzioni palermitane che è l'indecente inserimento al posto dell'originale rubato di una stampa dello stesso, forse per giustificare l'imposizione di un ticket per visitare l'Oratorio. Il tempo passa ma le Istituzioni no!

Un quadro famoso, ma sicuramente meno per le istituzioni palermitane, difficile da trasportare viste le dimensioni e, forse, difficile da collocare sul mercato internazionale: il suo furto faceva pensare a committenti colti, ma ovviamente con buoni agganci con la delinquenza palermitana. Ma nella Palermo degli eterni misteri a entrare in gioco sul furto del Caravaggio come spesso accade è proprio la mafia (l'accadimento fornì a Leonardo Sciascia lo spunto per il suo ultimo racconto, Una storia semplice). "Al demerito del gesto - scrisse a questo proposito Giuseppe Servello, il 30 ottobre 1969 sulle pagine del 'Giornale di Sicilia' - i ladri possono opporre un merito culturale, perché con la loro iniziativa hanno fatto conoscere alla stragrande maggioranza dei palermitani l'esistenza di un capolavoro d'arte in famiglia".

Nell' udienza del 5 novembre 1996 - relativa al processo Andreotti - fu Francesco Marino Mannoia a raccontare cos' era accaduto: la tela staccata dalla cornice con una lametta da barba, arrotolata senza alcuna perizia e che s' era rovinata nel trasporto, l' acquirente che aveva pianto nel vedere com' era ridotta, la sua distruzione perché «non era più in condizioni di essere utilizzata». Del quadro hanno poi parlato numerosi collaboratori di giustizia. Smentendo Marino Mannoia ne hanno fatto un simbolo di prestigio esposto ai summit di mafia dalle varie «famiglie» vincenti: la bellezza presa in ostaggio dalla miseria morale, esibita in tutta la sua indifesa fragilità.. Secondo un altro pentito, Giovanni Brusca, esso sarebbe invece stato "barattato", negli anni '90, con un alleggerimento del "41 bis". Così facendo, implicitamente si ammette che esso si trova ancora nelle mani di qualche "uomo d'onore" e Salvatore Cangemi esplicitamente confessa che esso è ancora in possesso della mafia, che lo esporrebbe durante i summit in segno di potere.

In realtà, secondo i carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale che seguono le sorti del quadro sin dal 1969, questa ipotesi sarebbe molto remota. I militari sono invece riusciti a ricostruire i passaggi di mano del dipinto fino al 1981, anno in cui si perdono le tracce, trovandosi più di una volta ad un passo dal recupero. Al momento del furto, anche grazie al restauro del 1951, era in condizioni di conservazione pressoché perfette. Il valore di questo capolavoro è stimato oggi in circa 30 milioni di euro.

Da tutto ciò, oltre al fatto che la tele caravaggesca sarebbe 'viva' e, forse, in buono stato, quello che dovrebbe preoccuparci è se ancora le istituzioni interessate stiano facendo più di qualcosa per sperare che tale opera possa ritornare nelle mani dei siciliani onesti ed esposta nello stesso luogo in cui fu rubata ovviamente, con sconcertante semplicità (come se il Caravaggio fosse un emerito sconosciuto). Più volte è stato detto da uomini delle forze dell'ordine che il reato di furto dell'opera sarebbe caduto in prescrizione. Dunque è facile capire che paradossalmente potrebbe essere riconsegnato senza alcun rischio specifico ai frati francescani dell'Oratorio di S. Lorenzo e San Francesco, stupendo oratorio, dove sono esposti alcuni splendidi stucchi, sacri e allegorici, del grande maestro palermitano del '600, Giacomo Serpotta, anch'esse in parte depredate.

Dunque faccio appello quale ecologista ed artista siciliano a chi detiene l'opera: restituitela ai siciliani e al mondo.
Caravaggio libero! Liberate il Caravaggio!

Alfio Lisi - eco-artista
alfiolisi-webart@libero.it








Postato il Domenica, 02 novembre 2014 ore 08:00:00 CET di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi