Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547965298 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2022

Nuovi premi per il Convitto Cutelli al Concorso Ilaria e Lucia
di a-oliva
385 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni Scolastiche
Istituzioni Scolastiche

·A scuola di Service Learning: dove il tempo diventa valore a vantaggio della comunità!
·'Tutti attenti! Gli alunni parlano di stelle', al Circolo Didattico 'Teresa di Calcutta' di Tremestieri Etneo
·Primo premio e menzione speciale per il Convitto Cutelli al Concorso di poesia Piakos: alunni e prof entusiasti
·Rivisitazioni classiche al Convitto Cutelli: Antigone di Sofocle interpretata dagli alunni del Liceo Classico Europeo, sabato 18 giugno 2022
·Gran Galà del Convitto Cutelli: giovani promesse fra passi di danza e spirali di emozioni


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: Seduzioni Bibliche

Redazione
Dissequestrati dalla quarantena in cui erano stati confinati, per paura che venissero manomessi da interpretazioni temerarie e infondate, i testi biblici tornano a farci sentire gli echi, le risonanze di parole che sanno di vita. Sono parole che ci interrogano e ci sfidano con inaudita forza sul senso del nostro cammino, che ci spingono all'assunzione delle nostre responsabilità umane. La forza suggestiva delle immagini con le quali viene raccontato l'intero mondo dell'uomo e vengono rappresentati i suoi dolori, le sue fatiche, le sue gioie, i suoi slanci, la sua violenza e la sua infelicità si fa sentire nei vari generi letterari della Bibbia e ha pochi uguali in tutte le letterature del mondo.
Una meraviglia di cui non si finisce mai di stupirsi e di cui si trovano poche tracce nella vasta produzione della cultura delle cosiddette  società cristiane: più incline, salvo poche eccezioni, a confrontarsi con la tradizione greco-romana e a utilizzarne temi e linguaggi.

Nel mondo cattolico i testi biblici sono stati  patrimonio esclusivo del clero e non pane quotidiano della vita  del popolo cristiano, anche se sono stati utilizzati  come immenso repertorio di immagini e di vicende  per istoriare qualsiasi luogo di culto.
Dopo il Concilio Vaticano II  la lettura della Bibbia è diventata parte essenziale dei riti religiosi, come lo è stata da sempre in quelli protestanti e questo ha facilitato un incontro e un confronto, una volta inconsueti e impensabili, tra fedeli e testi sacri. Non è affermazione ingiustificata dire che anche i non credenti potrebbero trovare nella Bibbia occasioni importanti di meditazione e di riflessione sulla condizione umana.

Da lettore inesperto, ma appassionato per iniziare consiglierei i libri della Torah,i testi post-esilici e i libri dei Profeti.
I testi sapienziali della Bibbia hanno una forza di attrazione sconosciuta a quelli della cultura ellenistica: possiedono un vigore, una drammaticità, un fascino che riescono ancora oggi a interpellare le nostre coscienze. Tra speranza ed abbandono, tra fede e dubbio, tra disincanto e maraviglia, tra disperazione e attesa fiduciosa si fanno largo le domande irrinunciabili che cercano il senso del nostro fugace passare. L'inconciliabile complessità del giusto e dell'ingiusto, del vero e del falso, del sapiente e dello stolto, del bello e del brutto, del mite e del violento, in cui  rischia di perdersi la nostra esistenza, può trovare il suo punto di svolta, forse il suo equilibrio.
Nei libri dei Profeti si proclama con diversi accenti il progetto di Dio sulla storia dell'uomo e sul suo popolo, ma la loro interpretazione farà la differenza e la separazione tra Ebraismo e Cristianesimo.

La voce forte, accorata e spesso minacciosa dei profeti cerca di ricondurre il popolo d'Israele alla fedeltà del patto stipulato col Dio che l'aveva scelto tra tanti popoli. L'infedeltà viene pagata al prezzo si sciagure terrificanti: distruzione, schiavitù, morti, sofferenze a troci, calamità naturali. Pochi sono i cenni ad una vita al di là della nostra vita. L'escatologia sembra tutta condensata nella promessa di un ritorno alla prosperità, alla libertà, alla gioia di una vita comunitaria, dove ci sia rispetto per la vedova, per l'orfano,per i poveri, per lo straniero.

La fedeltà al proprio Dio e alla sua legge è condizione di una vita di libertà e di benessere. Nei  testi vetero-testamentari si legge  una forte sensibilità sociale ed una particolare dimensione "secolare", che a volte mancano nei testi del Nuovo Testamento. Nel  cristianesimo il bisogno di giustizia viene proiettato in una vita altra, rispetto a quella che viviamo, anche se da essi  non si può dedurre la rassegnazione a qualsiasi stato di fatto. Si avvia un processo di interiorizzazione e di spiritualizzazione della Legge divina.
Il profetismo  si erge a modello di testimonianza combattiva, incrollabile della fedeltà al proprio Dio; si erge a modello di chi non teme lo scontro con la violenza, la crudeltà, l'iniquità, le avversità e le persecuzioni del potere costituito (qualunque esso sia); di chi non si rassegna a convivere col disordine morale della vita quotidiana. Lo spirito profetico, quello che si invoca  quando si vuole scuotere le coscienze non solo dei semplici fedeli.

La fedeltà  al proprio Dio nella tradizione ebraica è stata vissuta come fedeltà a tutte le sue regole e il loro mantenimento, la loro ritualizzazione, che ha interessato il tempo, i giorni, i gesti, i comportamenti, le ricorrenze, le abitudini, gli eventi sono serviti a dare un mondo certo di riferimenti nelle millenarie perigrinazioni da una terra ad un'altra; sono serviti a dare un'identità, quella che  consente di attraversare la storia, le sciagure e le persecuzioni e di rimanere se stessi.
E' per questo che ancora oggi c'è l'ebraismo e c'è il popolo ebraico.

Prof. Raimondo Giunta








Postato il Venerdì, 24 ottobre 2014 ore 07:30:00 CEST di Nuccio Palumbo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.34 Secondi