Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547939845 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2022

Nuovi premi per il Convitto Cutelli al Concorso Ilaria e Lucia
di a-oliva
311 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·GRAN CONCERTO DI BENEFICENZA per “La Civita” di Catania
·Dal Pozzo di Gammazita una rete di associazioni per conoscere la città
·Venerdì 16 Luglio alle ore 19, presso la Corte Vaccarini del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” presentazione del libro degli Ing. Gaetano e Fabrizio D’Emilio: #ACCADDEACATANIA
·UCIIM Sezione di Tremestieri Etneo. Incontro con l’autore: Roberto Russo
·Installazione di un gazebo informativo in Piazza Nettuno dalle ore 16.00 alle ore 20.00, oggi 2 giugno, in occasione della Giornata mondiale di sensibilizzazione sui disturbi alimentari da parte dell'associazione ''Stella Danzante” ETS – ODV” di CT


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: La mia prof d’Italiano, Sylvia Plath e le poetesse suicide

Redazione
Ricordo ancora, con nitida nostalgia, la mia prof d’Italiano delle Superiori che, con aria da libro Cuore, ci ripeteva spesso: "Eroismo è vivere, non morire!". E ancora adesso, intimamente, me lo ripeto, quando lo sconforto fa capolino nel fracasso delle nostre classi-pollaio, e la delusione trionfa sulle "vite precarie" dei tanti-troppi colleghi della mia generazione,… e "la Speranza, piange, e l’atroce Angoscia, dispotica, / pianta sul mio cranio dilaniato chinato il suo nero vessillo". E con lucida indulgenza voglio celebrare le giovani vite d’uomini e di donne forti e fragili. Da Sylvia Plath a Sarah Kane… una lunga scia di morte e di vita sognante…
"Morire è un’arte, come qualsiasi altra cosa.
Io lo faccio in un modo eccezionale
io lo faccio che sembra un inferno
io lo faccio che sembra reale.
Ammetterete che ho vocazione".
Sylvia Plath si suicidava a Londra, cinquant’anni fa, l’11 febbraio 1963, a soli 30 anni. Nei versi di Lady Lazarus, poesia contenuta nella raccolta postuma Ariel, la poetessa americana sembrava già flirtare con la morte. Nel luglio del 1950, nei suoi Diari, così scriveva: “Forse non sarò mai felice, ma stasera sono contenta. Mi basta la casa vuota, un caldo, vago senso di stanchezza fisica per aver lavorato tutto il giorno al sole a piantare fragole rampicanti, un bicchiere di latte freddo zuccherato, una ciotola di mirtilli affogati nella panna. Ora capisco come la gente possa vivere senza leggere, senza studiare. Quando uno è così stanco, alla fine della giornata ha bisogno di dormire e il mattino dopo, all’alba, lo aspettano altre fragole da piantare, e così si va avanti a vivere, vicino alla terra. In momenti come questi sarei una stupida a chiedere di più”.

Cos’è che spinge a fare quel passo oltre il quale non c’è più niente di noto? Oltre il quale quello che è lasciato alle spalle, è lasciato per sempre. Sylvia, divisa tra le aspirazioni da scrittrice e le mansioni da donna, le pressioni da madre e il disagio coniugale nella fredda Londra. Sylvia con due bambini ancora addormentati nella stanza vicina, e lei con la testa nel forno per raggiungere la sua “vocazione”, la morte. E come lei tante scrittrici e poetesse che nella penna hanno trovato la consolazione, lo sfogo, il tormento. Antonia Pozzi aveva solo 26 anni quando si uccise con dei barbiturici la sera del 3 dicembre del 1938, nel prato di fronte all’abbazia di Chiaravalle di Milano. Di sicuro era oppressa dal chiuso ambiente familiare, di certo era anima sensibilissima. La sua voce di poetessa ci giunse solo postuma. “Triste orto abbandonato l’anima / si cinge di selvagge siepi / di amori: morire è questo / ricoprirsi di rovi / nati in noi”.

Così scriveva in Naufraghi nel 1933: a 21 anni una ragazza che ne sa cos’è la morte? O forse è ancor più vivido, nel pulsare della vita, il suo volto nascosto? Quando ti sfiora il desiderio della morte, non c’è età, non c’è maturità, non c’è spiegazione che a noi, al di qua della linea, possa riempirci. Virginia Woolf, il 28 marzo 1941, a 59 anni, si riempì le tasche di sassi e si lasciò annegare nel fiume Ouse, vicino alla sua casa nei pressi di Rodmell. La scrittrice inglese, femminista convinta, lottava per la parità dei sessi, ben capendo le fatiche che doveva affrontare all’epoca il cuore di un poeta, “intrappolato in un corpo di una donna”. Stava male. Al marito lasciò un biglietto di addio commovente: “Inizio a sentire voci, e non riesco a concentrarmi. Perciò sto facendo quella che sembra la cosa migliore da fare. Tu mi hai dato la maggiore felicità possibile. Sei stato in ogni modo tutto ciò che nessuno avrebbe mai potuto essere. Non penso che due persone abbiano potuto essere più felici fino a quando è arrivata questa terribile malattia. Non posso più combattere. So che ti sto rovinando la vita, che senza di me potresti andare avanti. E lo farai lo so”. Anne Sexton aveva 45 anni quando, il 4 ottobre 1974, si intossicò con il monossido di carbonio nel suo garage a Boston.

Soffriva di disturbo bipolare e proprio dopo un esaurimento venne incoraggiata da un dottore a scrivere poesie. “Dove vai quando una vita finisce, / la vita / per cui hai dato tanto?”. Se lo chiedeva la poetessa americana in “Uccidendo l’amore”, nella raccolta postuma 45 Mercy Street. In questi giorni molte scrittrici, poetesse, donne, riflettono sul suicidio di Sylvia Plath. E in tante sono a chiedersi se Sylvia si sarebbe salvata se fosse nata in un’epoca diversa, in un momento come quello attuale in cui gli psico-farmaci non sono più visti come un’onta. Chi può dirlo.

Di recente anche la britannica Sarah Kane, voce ribelle del teatro moderno, ha ceduto alla depressione, il 20 febbraio 1999, a soli 28 anni, si è impiccata, a Londra, con i lacci delle scarpe nella sua camera d’ospedale. Amelia Rosselli, apolide della poesia dal verso ruvido ed energico, si è tolta la vita buttandosi dalla finestra della sua casa di Roma, l’11 febbraio 1996, lo stesso giorno della morte di Sylvia Plath, autrice che aveva tradotto e tanto amato. Il “mal di vivere”, il desiderio della morte, oscilla e si muove ancora, purtroppo, come in un intreccio. Ma forse,… l’unico vero mistero è proprio la morte, questo tremendo presagio del nulla eterno, che viene a scassinare le nostre vite, come un ladro di notte, nel dolce tepore delle nostre case, che ci strappa la luce e ci smarrisce per luoghi oscuri e indecifrabili,… per sempre. Questo “sempre” che ci fa paura da sempre…

Angelo Battiato (inviato speciale a Brescia)
angelo.battiato@istruzione.it








Postato il Domenica, 17 novembre 2013 ore 08:00:00 CET di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.36 Secondi