Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547797203 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1932 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1891 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1834 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1757 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1738 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·Elezioni comunali, anche in Sicilia il via allo scrutinio lunedì 13 giugno dalle 14
·Rinnovo delle RSU. Elezioni del 5, 6 e 7 aprile 2022. Chiarimenti circa lo svolgimento delle elezioni
·Aeroporto di Trapani, Musumeci: «Ryanair raddoppia le rotte»
·Concorso potenziamento dei Centri per l’Impiego della Sicilia
·Più tempo ai presidi e ai sindaci per organizzarsi. Le scuole in Sicilia riapriranno giovedì


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Nuove Tecnologie: Libri multimediali, studenti e professori creano testi e video

Rassegna stampa
Introdotti nel 2009 con software gratuito. Foto e grafici integrati per imparare - TORINO - Prima di tutto, si risparmia: fino a trecento euro l’anno. Poi non si è costretti a cambiare libro: basta aggiornarlo o sostituire qualche pagina, se c’è una nuova edizione. E ancora, i testi scolastici di Book in Progress sono su misura, pensati da veri insegnanti per veri alunni. Partito nel 2009, oggi il progetto conta ottocento docenti partecipanti e testi per tutte le materie, al prezzo simbolico di 3,90 euro l’uno. Ne sono stati stampati già 40 mila, adottati in numerose scuole in tutta Italia. Ma all’Istituto Tecnico Ettore Majorana di Brindisi, dove Book in Progress è nato, sono andati oltre. Dopo una sperimentazione con computer e netbook, hanno scelto di adottare l’iPad in classe: non sono i soli, visto che tra progetti ministeriali, regionali e iniziative autonome, decine di scuole italiane ormai adottano la tavoletta Apple, dall’Istituto Cobianchi di Verbania all’Ikaros di Bergamo (il caso più rappresentativo, con 1500 apparecchi per il personale docente e gli alunni). E ci sono università, come quella di Teramo, diverse scuole della provincia di Pavia, licei di Siena e di Bollate, la direzione didattica di Cassola (VI) e molte altre. Usare un tablet in classe non vuol dire solo zaini più leggeri e testi più economici (la spesa per l’apparecchio viene ammortizzata in un anno o due), ma spinge anche a inventarsi un diverso modo di insegnare. «I nostri libri sono app multimediali, che noi docenti creiamo insieme con gli studenti», spiega Salvatore Giuliano, dirigente dell’Itis Majorana. I nuovi testi scolastici integrano testi, foto, video, grafici animati; è possibile prendere appunti da condividere con i compagni, fare i compiti a casa e perfino contattare direttamente l’insegnante per risolvere un dubbio o chiedere un consiglio. Per realizzarli, Apple ha ideato un software (gratuito) che consente di organizzare semplicemente i vari contenuti multimediali; rivoluzionare i libri di testo è stata una delle ultime sfide di Steve Jobs prima di morire, come si legge nella biografia di Isaacson, e iBooks Author porta anche la sua firma. Così oggi Book in Progress alla carta (stampata in proprio) aggiunge i manuali digitali. «La partecipazione dei ragazzi alla nascita del libro è importante», osserva il professor Giuliano. «Ci aiutano su questioni tecniche, dove sono spesso più preparati di molti docenti. In questo modo gli studenti imparano facendo, che è il miglior modo per apprendere». Realizzata l’app-libro, bisogna decidere dove distribuirla: in una sola classe, in una o più o scuole o in tutto il mondo, tramite la piattaforma iTunes. Altri docenti e altri istituti possono suggerire miglioramenti o correzioni. Tra i 302 allievi delle dodici prime classi dell’Istituto Majorana coinvolte nella sperimentazione, forse qualcuno diventerà regista o sviluppatore multimediale, ma nell’esperienza di Giuliano «il tablet è uno strumento neutrale, non privilegia le discipline umanistiche o quelle scientifiche». Tanto che in una scuola elementare di Manzano nel Friuli quest’anno hanno creato un libro animato per iPad in friulano, illustrato con i disegni dei bambini. «Michelut al a un amì» nasce in un istituto con una lunga tradizione di sperimentazione didattica, che da anni si è aperto al web e alla tecnologia, ma anche al Sud qualcosa si muove: «Sono numerose le scuole che si convertono al digitale», osserva Giuliano. «E chi non usa l’iPad sperimenta con lavagne interattive e computer». Perché di una cosa ha bisogno, la scuola di oggi: che gli insegnanti accettino la sfida della tecnologia, che sappiano mettersi in gioco e imparare dai ragazzi. Molti lo stanno già facendo, e dove non arrivano leggi e incentivi, a spingerli è la passione.
Bruno Ruffilli
www3.lastampa.it








Postato il Venerdì, 14 settembre 2012 ore 08:00:00 CEST di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi