Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 522514086 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2021

31-MAR-2021 - PRESIDENZA DELLA REGIONE - Ordinanza contingibile e urgente n°29
di a-oliva
1217 letture

Accussì, il libro di poesie in lingua siciliana di Angelo Battiato
di m-nicotra
1106 letture

I disabili nelle paritarie non più a carico delle famiglie
di a-oliva
1074 letture

Mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. a.s. 2021/2022
di a-oliva
1049 letture

L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
di a-battiato
792 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·La negoziazione assistita
·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: "Scuola pubblica" di Cinzia Piccinini

Rassegna stampa
Scuola pubblica.

Il giovane re impegnò il primo giorno del suo regno nell’eliminare i funzionari infedeli, dal secondo pensò alla sua discendenza.
Poiché era sano ed esuberante, ai suoi consiglieri disse più o meno così: io amo il mio popolo, e tutte le donne del mio popolo. Gli harem sono luoghi di sofferenza, non sottrarrò le mie mogli ai loro affetti. Per giacere e generare con me basterà chiederlo.
Presto fu chiaro che la Famiglia del Re sarebbe stata esercito, amministrazione, giustizia e diplomazia dello stato. I consiglieri si affrettarono a parlarne alle loro nipoti.
In capo a cinque anni una commissione aveva progettato la completa educazione dei Figli del Re. Fu un buon lavoro: i Figli del re non avevo marchi visibili, ma tutti erano bravi e impegnati. Amavano le loro madri e i loro nonni, ma impareggiabilmente amavano il loro padre-re. A chi diceva che i precettori dei suoi figli costavano troppo il re rispondeva ridendo: troppo per chi? Troppo rispetto a cosa?
Intanto il re era un po’ meno giovane e le domande si accumulavano perché qualche notte il re voleva solo dormire. Il regno prosperava e ormai il re, affidato molto del suo lavoro ai Figli maggiori, aveva tempo per passeggiare. Un giorno vide in un prato un pastorello che divideva le sue pecore in gruppi di cinque. Si avvicinò e si fermò a guardare i sei gruppetti di pecore. Il pastorello gli chiese: Signore, quanto è cinque volte cinque pecore e poi ancora cinque pecore?
Trenta, rispose il re. Ma tu non sai contare?
Io so contare solo fino a cinque pecore, signore.
Ma i tuoi genitori non ti hanno mandato a scuola?
Io non ho genitori, signore.
Tornato a palazzo, il re provvide ad adottare tutti gli orfani e i trovatelli del regno. In realtà il lavoro notturno gli costava sempre più fatica e da tempo si preoccupava della questione.
Tutti i senza genitori furono mandati a scuola e i Figli del Re si moltiplicarono. Le nuove leve crearono un certo subbuglio nelle scuole dei Figli del Re e i nobili e i borghesi ottennero che anche i loro figli potessero andare nelle scuole dei Figli del Re.
Un giorno il saggio re si ammalò; i consiglieri, in un momento di spese per il regno, riunirono la commissione dei saggi e dissero: i precettori dei Figli del Re costano troppo, dimezzate le spese.
I saggi pensarono molto e alla fine decisero: non sapendo cosa togliere e a chi, avrebbe deciso il caso. Le leggi di statistica e le leggi dei grandi numeri davano loro ragione: nessun criterio ragionato avrebbe potuto dare risultati migliori di quello casuale. Ciascun giovane avrebbe avuto qualche precettore, ma non tutti, non come prima.
Il re morì. Il primo dei Figli del Re fu incoronato e i vecchi consiglieri lo tenevano occupato tutto il giorno. Quando gli chiesero come si sarebbe occupato della discendenza il giovane si stupì: Ho centinaia, migliaia di fratelli!
Dopo venti anni il regno ancora prosperava. Una notte il re non riusciva a dormire e accese la televisione. C’era il figlio di un noto giornalista che faceva il divulgatore scientifico, come suo padre. Per gioco si simulava cosa sarebbe rimasto delle città della Terra senza l’Uomo.
Che idiozia! pensò il re, È questo il modo di fare storia?
“L’America si ripopolerà di cavalli allo stato brado, del resto i cavalli sono arrivati lì molto prima dell’uomo”, disse la voce alla televisione.
Che ignorante, pensò il re. Lo sanno tutti che i cavalli sono stati portati in America dagli Europei.
Ma quello che fece veramente inorridire il re fu un bell’accento nelle didascalie che scorrevano sotto le immagini “preistoriche”: “100.000 anni fa”, “250.000 anni fa”… e così via. Il re ordinò che la trasmissione venisse interrotta. Poi telefonò personalmente. No, tra i redattori non c’erano grammatici. No, non c’erano neanche storici. C’erano un paleontologo, cioè il conduttore, un regista, tecnici dell’immagine, tre tecnici del suono… Al re venne in mente una storiella che gli aveva raccontato suo padre e chiese: Quanti tecnici ci sono?
Molti, signore.
Sì, ma quanti? Dieci, venti?
Non lo so signore. Più di cinque. Non ci sono matematici qui, signore.
Il re capì e riattaccò. Per recuperare il pasticcio combinato all’epoca della sua incoronazione c’era tanto, tanto lavoro da fare.


20 aprile 2009 - Cinzia Piccinini








Postato il Lunedì, 20 aprile 2009 ore 16:30:19 CEST di Libero Tassella
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 3
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.26 Secondi