Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 552657966 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
settembre 2022

Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra, dodici medaglie per le studentesse e gli studenti della squadra italiana
di a-oliva
594 letture

Giuseppe Pierrro. Nuovo Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale di Sicilia
di a-oliva
552 letture

Seminario di formazione in presenza: attività di inizio anno scolastico
di m-nicotra
533 letture

Personale ATA - Affidamento Istituzioni scolastiche sotto-dimensionate a D.S.G.A. titolari di scuole normo-dimensionate. A.S. 2022/2023 - Incarichi
di a-oliva
527 letture

Cattedre orario esterne - Scuola secondaria di I e II grado
di a-oliva
498 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Redazione
Redazione

·L’urlo dei giovani per il clima e i diritti. In cammino per un’economia di pace, amica della terra
·Lettera dell’Arcivescovo di Catania Mons. Luigi Renna agli studenti
·La responsabilità dei Dirigenti scolastici tra sicurezza, edilizia e investimenti. Convegno UDIR a Viagrande
·Appello dei vescovi italiani per le elezioni: “Responsabilità e Partecipazione”
·Scuola tutta green. L’Istituto John Dewey innovativo nella didattica


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: TuttoscuolaNEWS n. 133

Comunicati
http://www.tuttoscuola.com

************************************************************

N. 133, 12 gennaio 2004


SOMMARIO

1. Settimana di passione per tempo pieno e riforma
2. Iscrizioni: crea problemi la circolare lumaca
3. Il "costo invisibile" della campagna mediatica sulla riforma
4. Ma il decreto sul primo ciclo rispetta la nuova Costituzione?
5. Francia: laicita' integrale o integralista?

____________________________________________________________

le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.37/133:

- I nuovi limiti di obbligo scolastico, tra dubbi e confusione
- Anticipi. Il clamoroso "buco" dell'informazione.
- Professionali e artistici, una corsa ad eliminazione:  solo  uno  su
due ce la fa
- AN: pro o contro i sindacati?
- Resta in panchina lo schema di decreto sull'alternanza scuola-lavoro

E  poi  tutte  le  scadenze  aggiornate  della  scuola  nella  rubrica
TuttoscuolaMEMORANDUM

Per consultarle: http://www.tuttoscuola.com/focus
____________________________________________________________



Buon anno

Con    la    ripresa   dell'attivita'  scolastica  TuttoscuolaNEWS  e
TuttoscuolaFOCUS riprendono le edizioni consuete, dopo la pausa  delle
vacanze natalizie.
In questo periodo il contatto con i  lettori  non  si  e'  interrotto,
perche', oltre ad avere inviato prima della fine dell'anno lo speciale
"scuola    2003   dall'A   alla  Z",  sul  notiziario  quotidiano  di
tuttoscuola.com    (www.tuttoscuola.com)  abbiamo  mantenuto  costante
l'informazione, pubblicando, tra l'altro,  uno  "speciale  iscrizioni"
tuttora in linea e molto "navigato".
Buon 2004!


1. Settimana di passione per tempo pieno e riforma

Dopo i chiarimenti e le integrazioni introdotte al testo  del  decreto
legislativo per il primo ciclo da parte  della  Conferenza  unificata,
sembrava sopita la polemica in  difesa  del  tempo  pieno.  Invece  si
prepara   una  settimana  di  fuoco,  tra  iniziative  parlamentari  e
mobilitazioni di associazioni e sindacati.
Il  primo  appuntamento  e'  di  livello  istituzionale:  un  incontro
promosso a  Roma  per  lunedi'  12  gennaio  dai  gruppi  parlamentari
dell'opposizione delle commissioni  istruzioni  di  Camera  e  Senato.
L'obiettivo    dichiarato   e'  di  acquisire  ulteriori  elementi  di
conoscenza e di giudizio (oltre a  quelli  forniti  dai  pareri  della
Conferenza unificata e del CNPI) su alcuni aspetti problematici  della
bozza di decreto, in vista  dell'avvio  della  discussione  in  Senato
programmato    per   mercoledi'  14.  Sono  invitati  all'incontro  le
associazioni e i  sindacati  che  hanno  partecipato  nelle  settimane
scorse alle audizioni alla Camera e  al  Senato,  nonche'  i  comitati
contro la riforma Moratti e per la difesa del tempo pieno e del  tempo
prolungato.
Ma anche sul territorio non mancheranno iniziative. Si muoveranno  nei
prossimi giorni i comitati dei genitori e i sindacati per  invitare  i
genitori, in concomitanza con  le  iscrizioni  per  il  prossimo  anno
scolastico, a formalizzare richieste di conferma del  modello  attuale
di tempo pieno contro ogni ipotesi di cambiamento.
Per i comitati non e' piu' in ballo il tempo scuola (che sara'  di  40
ore settimanali, come oggi)  ne'  la  mensa  (gratuita  e  svolta  dai
docenti della scuola, come oggi),  bensi'  il  modello  didattico  del
tempo pieno: e' un no all'introduzione  di  funzioni  tutoriali  e  di
attivita' opzionali.
La settimana "contro" si concludera' sabato 17 con una  manifestazione
nazionale a Roma  non  solo  per  confermare  la  difesa  dell'attuale
modello di tempo scuola della primaria e della secondaria di I  grado,
ma   per  chiedere  addirittura  il  ritiro  del  decreto  legislativo
all'esame del Parlamento.
Una    richiesta  gia'  avanzata  dai  sindacati  scuola  confederali,
"spiazzati" a livello istituzionale dall'Anci e dalle Regioni che,  in
sede di  Conferenza  unificata,  avevano  preferito  la  strada  della
concertazione e della  trattativa  per  emendare  il  testo.  Come  e'
avvenuto.

____________________________________________________________


TUTTA L'INFORMAZIONE DI TUTTOSCUOLA PER TE

Scopri il nuovo abbonamento annuale completo a Tuttoscuola:

- Ogni mese la rivista mensile
-Ogni settimana la newsletter TuttoscuolaFOCUS + TuttoscuolaMEMORANDUM
- Ogni giorno le notizie di tuttoscuola.com, l'accesso all'archivio
e alle Guide on line

e. 5 regali!

http://www.tuttoscuola.com/offerta

____________________________________________________________


2. Iscrizioni: crea problemi la circolare lumaca

Da quando le iscrizioni  scolastiche  si  fanno  all'inizio  dell'anno
solare, non era mai successo che la circolare che  le  regolamenta  si
facesse attendere tanto.
L'uscita e' sempre  avvenuta  intorno  alla  meta'  di  dicembre,  con
l'eccezione - quattro anni fa - di una uscita al 5 gennaio. Ma  allora
erano momenti di conferma  dell'esistente  e  l'eventuale  ritardo  di
emanazione non creava grossi problemi.
Quest'anno,    complice   la  fase  di  riforma  e,  in  particolare,
l'incertezza del futuro di organizzazione della  scuola  elementare  e
media, causata da informazioni e controinformazioni sugli assetti  del
tempo scuola e dei servizi  correlati,  l'attesa  della  circolare  e'
diventata spasmodica.
Per un'abitudine diffusa da tempo nelle grandi citta', la preparazione
alle iscrizioni (incontri con le famiglie, presentazione dei piani  di
offerta formativa ecc.) e' iniziata gia' a dicembre, ma  questa  volta
ha dovuto registrare risposte e indicazioni evasive e dilatorie.
Mai come quest'anno, quindi, sarebbe stata opportuna una pubblicazione
tempestiva della circolare sulle iscrizioni che  invece  e'  in  forte
ritardo  (a  causa  dell'enigma  ministeriale:  attendere  il  decreto
legislativo o  agire  secondo  l'ordinamento  attuale?  Alla  fine  ha
prevalso la seconda  ipotesi,  anche  per  la  preoccupazione  per  le
ripercussioni sulla "macchina degli organici"), forse proprio  per  la
necessita' di accompagnare in modo  coerente  il  passaggio  verso  il
cambiamento organizzativo della scuola.
La circolare, gia' pronta a meta'  dicembre,  e'  stata  bloccata  per
recepire il parere dell'Anci (come concordato in  sede  di  Conferenza
unificata) che aveva chiesto garanzie per gli anticipi per l'infanzia.
E si e' perso altro tempo prezioso.
Solo al termine della  settimana  scorsa,  il  testo  della  circolare
lumaca e' stato sottoposto  all'approvazione  del  ministro  prima  di
sottoporlo, come convenuto, all'ANCI.
L'ok definitivo e' atteso per la giornata di lunedi' 12,  e  subito  a
seguire verra' pubblicata la circolare.

____________________________________________________________


LA SCUOLA ITALIANA 2004: MAPPA DEI PROFILI NORMATIVI

Il nuovo libro di Tuttoscuola: le riforme a portata di mano,
le disposizioni da conoscere, coordinate e illustrate.
Con un utilissimo indice analitico (oltre 400 voci).
A cura di Giuseppe Fiori, Direttore generale USR della Puglia.
Il testo che non puo' mancare nelle presidenze e nelle segreterie
scolastiche. Indispensabile per la preparazione a concorsi

http://www.tuttoscuola.com

____________________________________________________________


3. Il "costo invisibile" della campagna mediatica sulla riforma

Quanto e' "costato" e chi ha "pagato"? Questi interrogativi  non  sono
rivolti ai costi economici della campagna mediatica a  sostegno  della
riforma, che pure sono tanti. Ci sono i costi di tempo e di lavoro che
si stanno "scaricando" o si  scaricheranno  sulle  scuole  per  questo
ritardo di emanazione delle disposizioni sulle iscrizioni  scolastiche
e sull'attuazione della riforma.
Dirigenti, docenti, segreterie  amministrative  delle  scuole,  uffici
scolastici regionali e Csa sono infatti impegnati in un supplemento di
informazioni per far capire ai genitori quello che  c'e',  quello  che
non ci sara', quello che forse verra' nella scuola dei loro  figli  il
prossimo anno scolastico.
Probabilmente cio' che sta avvenendo in questo periodo in attesa delle
indicazioni per  le  iscrizioni  dovra'  essere  replicato  quando  il
decreto attuativo andra' in porto e scuola e famiglia,  cioe'  domanda
ed offerta, si dovranno incontrare per creare nella scuola primaria le
condizioni per organizzare ". tenendo conto delle preventive richieste
delle famiglie, attivita' e insegnamenti. per ulteriori 99  ore  annue
(198 ore per  la  scuola  media),  la  cui  scelta  e'  facoltativa  e
opzionale per  gli  allievi.  Le  predette  attivita'  sono  formulate
all'atto delle iscrizioni.".
L'effetto che la campagna mediatica della riforma ha prodotto  fa  si'
che si riconosca al Ministero il ruolo di comunicatore e l'immagine di
innovatore delle regole dall'alto, alla scuola la fatica di dover  far
i conti con una situazione reale che non ha  ancora  i  contenuti  del
messaggio veicolato.

____________________________________________________________


ANNUARIO DEI VIAGGI DI ISTRUZIONE 2004

Dove andare in gita quest'anno? Come coniugare cultura e divertimento?
LE METE: percorsi culturali in Italia e all'estero, gite "verdi"
L'ORGANIZZAZIONE: la normativa, le faq sul turismo scolastico

Per informazioni: http://www.tuttoscuola.com . Tel. 06 6830.7851

____________________________________________________________


4. Ma il decreto sul primo ciclo rispetta la nuova Costituzione?

Nuovi ostacoli sembrano rendere ancora piu' tormentata  la  gestazione
del primo dei decreti legislativi  attuativi  della  riforma  Moratti,
attualmente all'esame delle Commissioni parlamentari competenti.
Circola infatti la preoccupazione che  il  livello  di  dettaglio  che
caratterizza lo schema di decreto approvato  in  via  preliminare  dal
Consiglio  dei  ministri  non  sia  compatibile  con  le  prescrizioni
contenute nella legge 5 giugno 2003, n. 131, art. 1, di attuazione del
nuovo    art.  117  della  Costituzione  in  materia  di  legislazione
regionale, e con le relative raccomandazioni provenienti dalla  stessa
Presidenza del Consiglio. L'istruzione rientra  infatti  nella  fascia
delle materie a competenza legislativa concorrente tra lo Stato  e  le
Regioni, per le quali il  comma  3  del  citato  art.  1  della  legge
131/2003    prevede   che  le  Regioni  esercitino  la  loro  potesta'
legislativa   "nell'ambito  dei  principi  fondamentali  espressamente
determinati dallo Stato o, in difetto, quali  desumibili  dalle  leggi
statali vigenti". Ora, da un punto di vista strettamente  giuridico  e
formale, risulta che lo schema di decreto in discussione non si limiti
a definire "principi fondamentali", ma entri nel merito  di  questioni
particolari e specifiche, con una impostazione che alcune  Regioni  (a
prescindere dal colore  politico  dei  rispettivi  governi)  giudicano
neocentralistica.
Il rischio di contenzioso e' alto, e d'altra  parte  e'  noto  che  su
alcuni aspetti dello schema di decreto, soprattutto quelli che toccano
i modelli organizzativi della scuola primaria (moduli,  maestro-tutor,
orario), esistono  forti  dissensi  e  malumori  anche  in  seno  alla
maggioranza. Una via d'uscita per la verita' ci  sarebbe:  il  decreto
potrebbe essere alleggerito in modo da limitarsi  ai  pochi  "principi
fondamentali" di cui parla  la  legge  131/2003,  rinviando  tutto  il
possibile all'autonomia  delle  scuole,  alla  legislazione  ordinaria
regionale, e ad  altri  momenti  della  normativa  secondaria  statale
(regolamenti, decreti ministeriali).

____________________________________________________________


FACCIAMO UN GIORNALE

La prima guida al giornalismo scolastico.
Un manuale per studenti, insegnanti e apprendisti comunicatori.
Vademecum per scrivere e titolare un articolo, per impaginare etc.:
tutto cio' che bisogna sapere prima di ideare un giornale a scuola.
Gia' utilizzato con successo in centinaia di scuole.

Per maggiori informazioni: http://www.tuttoscuola.com

____________________________________________________________


5. Francia: laicita' integrale o integralista?

Il 70% dei francesi approva la linea dura tenuta dal presidente Chirac
in materia di laicita' e neutralita' valoriale della scuola  pubblica,
ma il rischio  che  lo  schieramento  laico  commetta  una  specie  di
involontario autogol aumenta.
Il   progetto  di  legge  di  poche  righe  apprestato  dal  Ministero
dell'educazione  nazionale  dice  quanto  segue:  "Nelle  scuole,  nei
colle'ges (scuole medie, ndr) e nei  licei  pubblici  sono  vietati  i
simboli e le tenute che segnalino  in  modo  ostentato  l'appartenenza
religiosa degli allievi". Ma qual e' la soglia  della  "ostentazione"?
Il progetto di legge non la definisce, e non e' di molto aiuto neppure
la relazione che lo accompagna, che  si  limita  a  riprendere  quanto
suggerito nel rapporto finale della commissione Stasi sulla  laicita':
veli islamici, kippa ebraiche e croci cristiane (pero' solo quelle "di
dimensioni  manifestamente  eccessive")  superano  la  soglia,  mentre
"simboli discreti di appartenenza religiosa - per esempio  una  croce,
una stella di Davide o una mano di Fatima  -  resteranno  naturalmente
possibili".
Il rischio, che si sta gia' manifestando,  e'  che  la  rigida  difesa
della  neutralita'  valoriale  della  scuola  pubblica,  in  nome  del
pluralismo e della liberta' di coscienza dei singoli  allievi,  induca
le famiglie musulmane (quasi un decimo della popolazione  francese)  a
scegliere le scuole private, che in materia sono  piu'  tolleranti,  a
partire da quelle cattoliche. Ma il vero timore e' che possano nascere
scuole fortemente caratterizzate dal punto di vista  etnico-religioso,
ideologicamente autoreferenziali, e che venga in tal  modo  rafforzata
la    tendenza    alla   frammentazione   sociale  e  all'isolamento
"comunitaristico". La nuova legge  non  si  applichera'  infatti  alle
scuole private, come spiega la relazione, neppure nel  caso  che  esse
siano convenzionate e finanziate con risorse pubbliche.  Il  risultato
(temuto, si dice, anche dal ministro dell'interno Sarkozy,  che  pero'
non osa contrapporsi apertamente a Chirac) e' che in tal modo il tasso
di pluralismo, di liberta' di coscienza  e  di  tolleranza,  cioe'  di
laicita',  della  societa'  francese,  finirebbe  paradossalmente  per
diminuire proprio per responsabilita'  di  coloro  che  lo  vorrebbero
invece difendere e accrescere.


------------------------------------

Ed ecco le altre notizie di TuttoscuolaFOCUS n.37/133:


I nuovi limiti di obbligo scolastico, tra dubbi e confusione

A quale eta' scatta l'obbligo di iscrizione alla prima  elementare  (o
primaria) per il prossimo anno?
(.) http://www.tuttoscuola.com/focus


Anticipi. Il clamoroso "buco" dell'informazione.

In attesa della circolare lumaca, le scuole hanno dovuto  fronteggiare
le richieste delle famiglie. Come se la sono cavata? In almeno quattro
modi diversi (.) http://www.tuttoscuola.com/focus


Professionali e artistici, una corsa ad eliminazione: solo uno su  due
ce la fa

Quanti studenti che si iscrivono oggi a scuola completeranno  l'intero
percorso scolastico? E' anche su questo che si gioca la competitivita'
futura del Paese. Ebbene ad oggi 31 studenti delle  superiori  su  100
non concludono (.) http://www.tuttoscuola.com/focus


AN: pro o contro i sindacati?

Il    15   gennaio   riprendono  i  lavori  della  commissione  mista
Aran-Miur-sindacati    sulla  carriera  dei  docenti.  E  si  dovrebbe
finalmente entrare nel merito delle proposte. Ma  c'e'  chi  vede  con
aperta diffidenza i lavori della commissione. L'on. Angela Napoli  (.)
http://www.tuttoscuola.com/focus


Resta in panchina lo schema di decreto sull'alternanza scuola-lavoro

Preparato gia' alla fine dell'estate scorsa e pronto al varo in  prima
lettura da parte del Consiglio dei  Ministri,  lo  schema  di  decreto
legislativo sull'alternanza scuola-lavoro resta ancora in panchina (.)
http://www.tuttoscuola.com/focus


E poi tutte le scadenze del prossimo mese, commentate e spiegate. Ecco
gli argomenti di TuttoscuolaMEMORANDUM di questa settimana:

- Conguaglio fiscale
- domande di riammissione in servizio
- scadenze amministrative relative al mese di gennaio
- Rilevazioni integrative
- questionario su avvio riforma scuola primaria
- il giorno della memoria
- Posti per assistenti di lingua italiana all'estero


TuttoscuolaFOCUS e' riservato agli abbonati on line.
Per i non  abbonati  e'  possibile  acquistare  il  numero  37/133  di
TuttoscuolaFOCUS al costo di 1  euro+iva.  Per  informazioni  cliccare
qui: http://www.tuttoscuola.com/focus
(e' necessario essere collegati a internet per richiedere e  scaricare
la newsletter.
NB cliccare li' NON COMPORTA ALCUN IMPEGNO, consente solo di visionare
le condizioni per accedere  al  servizio),  oppure  telefonare  al  n.
06/6830.7851
Per abbonarsi: http://www.tuttoscuola.com/offerta/

RIPRODUZIONE RISERVATA

Per iscrivere un'altra persona o per rimuoverti da questa
newsletter vai all'indirizzo:

http://www.tuttoscuola.com

Per commenti, informazioni o suggerimenti: redazione@tuttoscuola.com

Per consultare i numeri arretrati di "TuttoscuolaNEWS": http://www.tuttoscuola.com

Chi è interessato a ricevere anche la newsletter dell'ANP (Associazione
Nazionale Presidi e Direttori didattici) puo' iscriversi dal sito
www.anp.it

************************************************************
Editoriale Tuttoscuola srl
Via della Scrofa, 39 - 00186 Roma, Italia
Tel. 06.6830.7851 - 06.6880.2163
Fax 06.6880.2728
Email: tuttoscuola@tuttoscuola.com










Postato il Giovedì, 15 gennaio 2004 ore 09:51:59 CET di Piera Privitera
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.62 Secondi