Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 539671437 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2022

Tremestieri - PREMIAZIONE CONCORSO DI POESIA “PREMIO NATALE”
di a-oliva
2830 letture

CONCERTO DI NATALE promosso dalla Prefettura
di a-oliva
2786 letture

Personale docente - Esiti del nuovo conferimento delle supplenze a seguito della procedura informatizzata da GAE e GPS, per stipula di contratti a tempo determinato - A.S. 2021/2022
di a-oliva
2781 letture

Personale docente - Posti disponibili aggiornati per stipula di contratti a tempo determinato da GPS e GAE - A.S. 2021/2022
di a-oliva
2769 letture

TEATRO BELLINI - Una scultura in pietra bianca nel Foyer del Teatro, dono del M° Domenico Battaglia
di a-oliva
2760 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·MINISTERO DELLA DIFESA - CONCORSO (scad. 20 gennaio 2022)
·COMANDO GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI - CONCORSO (scad. 20 gennaio 2022)
·Concorso potenziamento dei Centri per l’Impiego della Sicilia
·Più tempo ai presidi e ai sindaci per organizzarsi. Le scuole in Sicilia riapriranno giovedì
·Il servizio operativo dal 15 novembre ha consentito di acquisire i certificati anagrafici senza recarsi allo sportello


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: La poesia facilita il dialogo tra Occidente e Oriente

Redazione
SERGIO IAGULLI scrive: "Sarajevo non è certo la città dai mille minareti, ma scorgendo dall’alto delle sue infauste colline il suo distendersi lungo la Miljacka non può che restare fortementeimpresso la pur lunga sequela di questi emblemi dell’Islam. Ma qui Islam è moderazione, la componente asburgica ed europea ha lasciato un segno indelebile che rafforza la multietnia della capitale bosniaca. Ne è profondamente convinto Giuseppe Conte, poeta italiano al settimo Festival Internazionale della Poesia di Sarajevo. “Una città straordinaria dove non ero ancora stato nei miei tanti giri. La Bosnia – ci dice Conte – è il trentunesimo paese che mi ospita. La cosa che mi ha maggiormente colpito è di aver visto minareti e palazzi europei e volti umani fusi nel profondo tra di loro. Per chi come me ha fatto del rapporto tra i due mondi e le due culture una ragione poetica, vedere solo ora questa città sembra quasi un peccato ma anche un fatto che mi lascia ben sperare per il futuro”. Alla lettura della prima giornata Conte ha assitito con grande interesse, ricavandone una sensazione di varietà di toni e registri che l’ha colpito. “Io ho voluto portare qui a Sarajevo testi provenienti da tutte le mie raccolte. Saranno sei o sette, ma anche uno dei Canti d’Oriente che letto a Istanbul, nella sua traduzione in turco ha fatto presa. Forse anche qui potrebbe essere accolto con interesse”. Continuando a camminare tra le vie di un centro storico di piena identità musulmana e allargando il passo verso la più antica chiesa ortodossa della città, e quindi aver messo piede anche nel quartiere ebreo (sintesi di religioni in itinere), avendo la compagnia di uno dei più grandi poeti italiani viventi sfugge la domanda più classica. E la poesia? “Si è perso, o meglio ci si è sottratti a un ruolo. Mettiamola così: per me – precisa Giuseppe Conte – la poesia deve avere un estremismo lirico che le permetta di inerpicarsi con la parola alla ricerca dell’Assoluto; e poi deve parlare del mondo, delle cose dell’uomo e questo per impedire che su mondo e uomini, in questo ruolo, i poeti siano sostituiti dai Rossi o i Vecchioni della situazione”. Insistiamo ancora con lui sul tema del ruolo, cerchiamo di condurlo ad altre considerazioni. Accoglie le nostre sollecitazioni e continua. “Se penso alla tomba di Hafis, grande poeta persiano di oltre sette secoli fa, che oggi è un luogo di pellegrinaggio mentre la tomba di Dante a Ravenna, e dico di Dante, del sommo poeta, è ricoperta di cacche di piccioni, se questa è la misura della considerazione... viva allora l’oriente”. E nella orientale e al contempo occidentale Sarajevo la poesia ritrova il suo ruolo, non è così? “In questo senso è direi perfino naturale che Sarajevo – conclude Conte – sublime porta tra Oriente e Occidente si trasformi da sette anni in un eccezionale luogo di incontri internazionali di poesia, il solo genere letterario ancora in grado di generare un vero dialogo tra le culture, tra Oriente e Occidente. E di questi tempi mi creda... è davvero tanto”.


Ed ecco una delle poesie lette da Conte a Sarajevo:

Sono qui seduto su un tappeto

Sono qui seduto su un tappeto
di foglie e fiori di primavera

e il mio silenzio è una preghiera
ed ho con me la coppa e il vino.

Se la mia Amata fosse vicino
se la sua bocca lucente fosse qui.

Il profumo dei suoi baci
è più dolce del gelsomino.

Dicono che sono saggio perché
conosco tutte le parole di Dio

e so che il suo volto non si vede
ma a tutti i roseti concede

la sua porpora e il suo fuoco.
Ma io sono saggio perché bevo, gioco

canto mentre il tempo ci rapina.
Quante rose si apriranno stamattina

e quante ne cadranno domani
o sotto le raffiche degli uragani

avvizziranno. Il tempo ci affratella
noi che ci muoviamo sotto lo stesso cielo.

Non è la stessa per noi tutti quella
luna che sembra una melagrana

staccata lentamente dal suo ramo?
Ma io sono saggio perché amo.

Giuseppe Conte

Da Canti d’Oriente e d’Occidente

(Mondadori ,1997








Postato il Mercoledì, 08 ottobre 2008 ore 17:18:42 CEST di Maria Allo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi